EOS R: Canon propone la sua mirrorless Full Frame, che mostra luci e ombre

EOS R: Canon propone la sua mirrorless Full Frame, che mostra luci e ombre

di Alberto De Bernardi , pubblicato il

“Canon porta al debutto la EOS R. Qualità fotografica indiscutibile e buone ottiche vengono purtroppo messe in ombra da un'ergonomia non impeccabile. ”

Introduzione

Il 2019 sarà l'anno delle mirrorless Full Frame. Sony ha precorso i tempi con la A7 e ora, cinque anni dopo, si trova nell'invidiabile posizione di poter offrire un sistema già maturo e affermato.

Anche Leica, con la sua SL, è nel mercato delle mirrorless Full Frame dal 2015 (senza contare che le M sono, tecnicamente, mirrorless Full Frame da sempre). Ora, con il contemporaneo annuncio dell'alleanza L-Mount e delle Panasonic Lumix S1 e S1R, sembra che il sistema L possa abbandonare un po' dell'elitarietà tipica del brand Leica e confrontarsi con un mercato più di massa.

In questo scenario, sono scesi in campo anche i due colossi del mondo reflex. Nikon, con il sistema Z, e Canon, che poco prima delle festività natalizie è stata in grado di fornirci una fiammante EOS R con 24-105mm f/4 e anello adattatore per attacco EF.   


A livello di design, si tratta di un prodotto decisamente innovativo rispetto agli standard di questo costruttore. Un prodotto, cioè, che si discosta molto dalla struttura tipica di una reflex EOS. E proprio questo, lo anticipiamo subito, è a nostro avviso l'aspetto più controverso della nuova EOS R. Alcune scelte, infatti, si possono definire più azzardate che azzeccate…  

A livello tecnico, la EOS R può contare innanzitutto sulla tecnologia Canon Dual Pixel CMOS, perfetta per le mirrorless, che le regala una messa a fuoco avanzata e performante – anche con ottiche non native. Video 4K, buona connettività e corpo macchina a prova di intemperie sono altri aspetti a suo vantaggio, così come un sistema di ottiche che, sebbene ancora estremamente ristretto, sembra puntare molto alla qualità e già include un paio di "pezzi" pregiati come lo zoom standard di elevata apertura 28-70mm f/2 e il 50mm f/1.2L USM.

D'altro canto, alcune specifiche, soprattutto prestazionali, lasciano un po' perplessi: messo al bando lo specchio, altri costruttori hanno raggiunto cadenze di scatto elevatissime, mentre le EOS R è limitata a soli 5 fps quando lavora in modalità AF continua. Certamente non siamo di fronte a un'ammiraglia, ma a un prodotto di fascia medio-alta. Nulla di nuovo per Canon, la cui prima reflex digitale interamente "made in Canon" è stata la D30, seguita a circa un anno di distanza da 1D e 1Ds. La domanda, a cui proveremo a rispondere nelle prossime pagine, è: basterà per dare del filo da torcere ai concorrenti, Sony in primis?

La EOS R viene proposta da Canon al prezzo di listino di 2.629 Euro, incluso adattatore EF - RF standard per l'utilizzo delle ottiche eventualmente già in proprio possesso. È previsto anche un kit con obiettivo RF 24-105mm f/4L IS USM a 3.679 Euro, che consente di risparmiare circa 200 Euro rispetto all'acquisto separato.  

La fotocamera è stata testata con lo zoom standard RF 24-105mm f/4L IS USM e con diverse ottiche EF a nostra disposizione, tra cui l'EF 100mm f/2.8L Macro IS USM a cui si riferiscono i test di risoluzione.   

BenQ Monitor