L-Mount Alliance: Leica Camera, Panasonic e Sigma insieme per mirrorless full frame e APS-C

L-Mount Alliance: Leica Camera, Panasonic e Sigma insieme per mirrorless full frame e APS-C

di Alessandro Bordin , pubblicato il

“Una grande novità giunge da Colonia, dove si tiene i photokina: Leica, Panasonic e Sigma hanno stretto un'alleanza strategica impegnandosi a sviluppare congiuntamente corpi macchina e obiettivi intorno ad un unico attacco, ovvero L-Mount di Leica. Nel mirino Sony, Canon e Nikon”

Sebbene il Photokina non sia ancora iniziato, una delle più grandi novità è sicuramente già sotto gli occhi di tutti: Leica, Panasonic e Sigma hanno stretto un'alleanza strategica impegnandosi a sviluppare corpi macchina e obiettivi intorno ad un unico attacco, ovvero L-Mount di Leica. "L-Mount Alliance" è di fatto un'alleanza senza precedenti, che permetterà a qualsiasi corpo macchina di questi produttori di adattarsi senza alcun adattatore agli obiettivi L-Mount, anche in questo caso a prescindere da chi lo ha prodotto.

Grazie alla nuova partnership quindi, Panasonic e Sigma potranno offrire sia fotocamere sia ottiche dotate di attacco L-Mount, originariamente realizzato da Leica. Questa alleanza strategica consentirà di accrescere ulteriormente l’importanza della tecnologia L-Mount per il mondo della fotografia, finora relegato veramente a pochi visti i prezzi dei sistemi Leica.

Come da recenti tendenze (Canon e Nikon), anche in questo caso siamo di fronte a un tiraggio limitato (solo 20mm), a fronte di un un diametro di 51,6 millimetri, in modo che l’attacco L-Mount sia adatto non soltanto alle fotocamere full-frame, ma anche a quelle con sensore APS-C. Una scelta di questo tipo permette di ottenere una struttura molto più compatta, a vantaggio soprattutto del comparto degli obiettivi grandangolari.

Si è pensato molto anche alla robustezza e alla longevità: le baionette sono realizzate in acciaio inox resistente all’usura e con flange a quattro segmenti, così da prevenire fenomeni di inclinazione ed offrire sicurezza e precisione di posizionamento dell’innesto dell’obiettivo. La striscia di contatti standardizzata dell’attacco L-Mount assicura una comunicazione ottimale tra i componenti elettronici dell’obiettivo e la fotocamera, oltre a prevedere la possibilità di installare i futuri aggiornamenti del firmware degli obiettivi, in modo da rimanere al passo con le evoluzioni tecnologiche e sfruttare appieno il potenziale delle ottiche prescelte.

Attualmente l’attacco L-Mount è utilizzato sul sistema di fotocamere full-frame Leica SL e sui modelli Leica CL, TL2 e TL con sensore APS-C. Tutti gli obiettivi con attacco L-Mount realizzati per i due diversi sistemi sono utilizzabili su tutte le fotocamere senza adattatori e senza limiti di funzionalità e questo è solo uno dei numerosi vantaggi offerti dal comune innesto a baionetta. Nel prossimo futuro, non solo Leica Camera AG ma anche Panasonic e Sigma annunceranno il lancio di altri prodotti basati su questo standard comune.

Cosa cambia nel concreto?

Insomma, una scelta molto vasta di corpi macchina e obiettivi per tutte le tasche, ma con la possibilità di usare "tutto con tutto"

Molto, almeno sulla carta, ma sicuramente questa nuova alleanza si concretizzerà in un'offerta per la clientela davvero varia, che va ad arricchire il settore con un sistema tutto nuovo. Panasonic ha già annunciato due nuove full frame mirrorless con attacco L-Mount, S1R e S1 (articoli in lavorazione, tenete d'occhio la homepage di Fotografi Digitali o Hardware Upgrade...), entrando quindi di prepotenza nel settore finora dominato da Sony ma con Canon e Nikon arrembanti. Non è un segreto che, pur restando forte il desiderio della clientela per i sistemi reflex, le mirrorless (full frame o APS-C) stiano guadagnando forti quote di mercato, con una disponibilità di obiettivi sempre più vasta. E proprio qui sta la forza, potenziale, della L-Mount Alliance: Leica ci ha messo l'attacco e già dispone di ottime ottiche con questo standard, ma sicuramente Sigma ha già pronte diverse soluzioni alternative alle costosissime proposte della casa tedesca. Panasonic non è da meno: oltre a ottiche mette e metterà in campo corpi macchina sicuramente più abbordabili delle Leica. Insomma, una scelta molto vasta di corpi macchina e obiettivi per tutte le tasche, ma con la possibilità di usare "tutto con tutto".  Di seguito le dichiarazioni ufficiali degli executive.


Andreas Kaufmann, presidente del Consiglio di vigilanza di Leica Camera AG e azionista di maggioranza, ha commentato: “Per i fotografi è estremamente importante poter scegliere fra una vasta gamma di obiettivi per il proprio sistema. Questo vale, in special modo, per il mercato in crescita delle fotocamere mirrorless, che vede i consumatori sempre più interessati ad una maggiore varietà di prodotti per poter soddisfare le più diverse esigenze fotografiche. Ecco perché abbiamo deciso di lavorare con partner di spicco del settore della fotografia, per dare una risposta immediata a tali esigenze. La partnership di lunga data che abbiamo con Panasonic è una collaborazione basata sulla fiducia reciproca, e le loro competenze nel campo dell’elettronica sono indiscusse. Anche Sigma è un’azienda di punta, affermatasi principalmente nell’ambito della progettazione ottica e della produzione di obiettivi. Pertanto, è perfettamente in grado di fare da complemento al nostro attuale portafoglio di prodotti L-Mount. Siamo convinti che insieme ai nostri partner riusciremo a promuovere una crescita reciproca e sostenibile per tutti i nostri prodotti.

Tetsuro Homma, Senior Managing Executive Officer di Panasonic Corporation, ha commentato così: “Panasonic ha sempre puntato a rivoluzionare il settore delle fotocamere con l’obiettivo di offrire agli appassionati di fotografia un’esperienza più semplice, raffinata e gradevole. La lunga partnership con Leica ci ha permesso di portare sul mercato un gran numero di fotocamere digitali di qualità e ad alte prestazioni, basate sull’unione tra la superiore tecnologia ottica di Leica e le tecnologie digitali di Panasonic. Grazie alla nostra collaborazione, abbiamo accelerato lo sviluppo di apparecchi fotografici digitali eccellenti, e la L-Mount Alliance con Leica e Sigma è un esempio straordinario di tale accelerazione. È un’alleanza tra player in crescita, destinata a fare un enorme differenza sul mercato futuro dei prodotti di imaging. La sfida è nel nostro DNA e il settore della fotografia ci vede da sempre impegnati a realizzare innovazione secondo la filosofia “Changing Photography”, con l’obiettivo di rispondere alle elevate aspettative dei professionisti. La partnership con Leica e Sigma aprirà le porte a nuove opportunità di business per le nostre aziende, ma - cosa ancora più importante - alimenterà ulteriormente la passione dei nostri clienti per la fotografia”.

Ovviamente ne ha approfittato per dire la propria anche Kazuto Yamaki, CEO di SIGMA: “Con l’evoluzione delle fotocamere verso il digitale e i modelli mirrorless, i requisiti degli utenti e dei sistemi introdotti dai vari brand si sono diversificati. Attualmente la scelta è vastissima per l’utente ma, in termini di possibilità ed estensibilità, non esiste ancora il sistema in grado di soddisfare in tutto e per tutto le esigenze dei consumatori. SIGMA ha deciso di far parte di questa alleanza per sviluppare apparecchi mirrorless che possano beneficiare di una distanza flangia-sensore ridotta. SIGMA è impegnata nello sviluppo di prodotti innovativi, di qualità e ad alte prestazioni e, attraverso questa alleanza, avremo modo di potenziare il livello di completezza e di estensibilità del nostro sistema di fotocamere a tutto vantaggio degli utenti. Leica è un’azienda straordinaria, che da oltre 100 anni presta un importante contributo alla cultura della fotografia, mentre Panasonic è ai vertici del settore grazie allo sviluppo di tecnologie affidabili in svariati ambiti. Insieme agli eccellenti ed esclusivi prodotti SIGMA, la tecnologia L-Mount potrà evolvere ulteriormente e diventare un sistema estremamente interessante sul mercato”.


Commenti (4)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Per contattare l'autore del pezzo, così da avere una risposta rapida, si prega di utilizzare l'email personale (vedere in alto sotto il titolo). Non è detto che una domanda diretta inserita nei commenti venga verificata in tempi rapidi. In alternativa contattare la redazione a questo indirizzo email.
Commento # 1 di: aleardo pubblicato il 26 Settembre 2018, 09:13
E' interessante la partecipazione di Sigma, che sicuramente potrà offrire una vasta gamma di obiettivi con un buon rapporto prezzo-qualità, mentre per chi invece fosse interessato solo alla massima qualità restano a disposizione gli obiettivi Leica. Mi sarei aspettato invece la partecipazione di Olympus, che già aveva aderito al formato 4/3 e non credo abbia una quota di mercato tale da sostenere un innesto proprietario.
Commento # 2 di: loconte pubblicato il 26 Settembre 2018, 15:41
Giusto per chiarimento. OLYMPUS non aveva aderito al 4/3.....

OLYMPUS, il 4/3 l'ha creato!!!!!!!!!! e lasciato libero di adesione.
Commento # 3 di: tuttodigitale pubblicato il 26 Settembre 2018, 16:22
Originariamente inviato da: aleardo
E' interessante la partecipazione di Sigma, che sicuramente potrà offrire una vasta gamma di obiettivi con un buon rapporto prezzo-qualità, mentre per chi invece fosse interessato solo alla massima qualità restano a disposizione gli obiettivi Leica. Mi sarei aspettato invece la partecipazione di Olympus, che già aveva aderito al formato 4/3 e non credo abbia una quota di mercato tale da sostenere un innesto proprietario.


il prossimo anno sarà il centesimo anniversario di Olympus....
Commento # 4 di: hackaro75 pubblicato il 02 Ottobre 2018, 13:41
Ottima idea!!!

Una baionetta libera che può lavorare con APS, FF e, forse, anche con MF!

Peccato che, per ora, gli obiettivi FF disponibili siano solo quelli di Leica SL che costano davvero una fucilata! Saranno eccezionali ma hanno il peggior rapporto costo qualità di sempre!
Quanto a Olympus temo che il suo formato m4/3, ancorché buonissimo sia destinato ad un lento oblio ora che Panasonic si è mossa verso il FF.
BenQ Monitor