Leica CL: Oskar Barnack, oggi, la farebbe così

Leica CL: Oskar Barnack, oggi, la farebbe così

di Alberto De Bernardi , pubblicato il

“La Leica M del nuovo millennio – questo aspira a essere la CL, mirrorless APS-C che raccoglie l'eredità spirituale della telemetro 35mm. Altrettanto compatta ed efficace, garantisce secondo Leica una qualità almeno pari alle attuali full frame. ”

Dettagli tecnici e prestazioni

  SPECIFICHE
Leica CL
Leica TL2
Sensore CMOS APS-C (23,6x15,7mm) CMOS APS-C (23,6x15,7mm)
Risoluzione 24,3 Mpixel - 6000x4000 24,3 Mpixel - 6016x4014
Formato file DNG, JPEG DNG, JPEG
Sensibilità (estensione) 100-50.00 ISO 100-50.000 ISO
Mirino LCD 2,36M punti (1024x768)
0.74x - EyePoint 20mm
-
Display 3" / 1,04M punti (720x480), Touch 3,7" / 1,3M punti (854x480), Touch
Tempi di posa Da 30s a 1/8.000s (1/25.000 ES) Da 30s a 1/4.000 (1/40.000 ES)
Syncro flash 1/180s 1/180s
Scatto continuo

10 fps - max. 33 RAW

7 fps (20 fps ES) - max. 29 RAW
Esposimetro Multi-zona, Media pesata, Spot Multi-zona, Media pesata, Spot
Compensazione -3/+3 EV in passi da 1/3 EV -3/+3 EV in passi da 1/3 EV
Bracketing

3 fot. -3/+3 EV

3 fot. -3/+3 EV

Autofocus Rilevazione contrasto Rilevazione contrasto
N° punti (zone) AF 49 49
Sensibilità AF ND ND
Video 3840x2160 @ 30 fps
1920x1080 @ 60 fps
1280x720 @ 30 fps

3840x2160 @ 30 fps
1920x1080 @ 60 fps
1280x720 @ 120 fps

Obiettivi compatibili Baionetta Leica L Baionetta Leica L
 I/O    
Memory card SD/SDHC/SDXC (UHS-II) SD/SDHC/SDXC (UHS-II)
32 GB memoria interna
Interfacce

Wi-Fi

USB 3.0, HDMI Type D, Wi-Fi

 BODY    
Flash - -
Batteria BP-DC12 (220 scatti) BP-DC13 (250 scatti)
Dimensioni (LxAxP)

131x78x45 mm

134x69x33 mm

Peso 403g 399g

Buona parte della base tecnica della CL è condivisa con la TL2. Il sensore, APS-C da 24,3 Mpixel effettivi, pare essere lo stesso a meno di una mascheratura leggermente differente, così come identico è il processore d'immagine utilizzato (Maestro II). Identica, quindi anche la gamma ISO, mentre la cadenza di scatto della CL è superiore, e decisamente elevata in assoluto: 10 fps, seppur con focus lock sul primo fotogramma.

La differenza rispetto alla TL2 è quasi certamente riconducibile all'otturatore di categoria superiore, che infatti consente un tempo minimo di scatto di 1/8000 sec, laddove la TL2 si ferma a 1/4000 sec. La CL non consente però di incrementare la cadenza di scatto con otturatore elettronico, mentre la TL2 arriva a 20 fps; inoltre, anche il tempo minimo di posa con otturatore elettronico vede la TL2 in vantaggio.

Le prove hanno pienamente confermato le specifiche Leica: cadenza di scatto effettivamente pari a 10 fps, con profondità della raffica minima di 33 scatti (DNG + JPEG), che salgono a 34 nel caso del solo DNG e diventano illimitati nel caso del solo JPEG.
Superiore alla media il tempo di scrittura su memory card, che sfiora il minuto nel caso del doppio formato DNG+JPEG. La possibilità di riprendere la raffica anche a scrittura non ultimata annulla però di fatto il problema.    
NOTA: Prestazioni misurate con scheda UHS-II da 240 MB/s in scrittura. Utilizzando memory card più lente la durata della raffica risulta inferiore.

Per quanto riguarda il sistema AF, valgono le stesse considerazioni fatte a suo tempo per la TL2: buona la reattività generale, soprattutto se si utilizzano ottiche corte come il 18mm della nostra prova. Il sistema AF a rilevazione di contrasto introduce però un piccolo focus hunting iniziale che impedisce alla CL di rivaleggiare con le migliori. In termini numerici, parliamo di circa 235 ms per aggancio con prefocus, contro i 115 ms della Panasonic Lumix G9 (la migliore mirrorless da noi testata, anch'essa con sistema AF a rilevazione di contrasto), e gli 80-85ms delle reflex "pro". 

Eccellente, invece, la flessibilità, superiore a quella della TL2. In questo caso, troviamo infatti una modalità "spot" con punto AF posizionabile su una griglia da ben 625 posizioni (25x25), che partono dagli angoli estremi del fotogramma riempiendo di fatto l'intera area utile.
Anche la CL registra video 4K @ 30 fps oppure Full HD @ 60 fps, ma rinuncia a una caratteristica a nostro avviso interessante della TL2, vale a dire lo slow-motion da 120 fps a risoluzione HD 1280x720.

L'autonomia è piuttosto limitata: solo 220 scatti con una carica, un risultato che non solo è sotto la media, ma che stride con l'idea di fotocamera sempre pronta allo scatto e "inarrestabile" che ci si aspetta dall'erede ufficiale del sistema M. La soluzione è semplice – tenere sempre in tasca una batteria di riserva. Leica dovrebbe però, a nostro avviso, lavorare su questo punto.

OBIETTIVI
La Leica CL condivide con TL2 e SL la baionetta L, e accetta nativamente ottiche serie TL di cui fanno parte, al momento in cui scriviamo, 4 focali fisse e 3 zoom. Le focali fisse sono il pancake Elmarit-TL 18mm f/2.8 ASPH, il Summicron-TL 23mm f/2 ASPH, il Summilux-TL 35mm f/1.4 ASPH e l'APO-Macro-Elmarit-TL 60mm f/2.8 ASPH. I tre zoom sono invece il Super-Vario-Elmar-TL 11–23 mm f/3.5–4.5 ASPH, il Vario-Elmar-TL 18–56mm f/3.5–5.6 ASPH e l'APO-Vario-Elmar-TL 55–135 mm f/3.5–4.5 ASPH.

Disponibili naturalmente adattatori per ottiche R e M, con quest'ultimo che garantisce compatibilità con una cinquantina di obiettivi baionetta M prodotti in oltre 60 anni di storia – tra questi, ad esempio, il Noctilux originale f/1.2 prodotto dal 1966 al 1975. Nel caso di obiettivi con codifica 6-bit, viene mantenuta la misurazione di esposizione e l'esposizione automatica a priorità di diaframmi.

BenQ Monitor