Nikon D850, la reflex per chi vuole tutto (e subito!)

Nikon D850, la reflex per chi vuole tutto (e subito!)

di Alberto De Bernardi , pubblicato il

“Risoluzione elevatissima, ma anche buona capacità di lavoro in bassa luce, ampia gamma dinamica e prestazioni da ammiraglia. Impossibile? Non per la Nikon D850, la reflex più versatile oggi disponibile. Ecco la nostra recensione completa”

Conclusioni

Nikon ha inaugurato, con la serie 8xx, l'era delle reflex "big megapixel" capaci di competere con le medio formato pur mantenendo compattezza (e costi) di una reflex 35mm di fascia alta. I riscontri sono stati fin da subito estremamente positivi, ma i professionisti che hanno utilizzato (e continuano a utilizzare) la D800 ne lamentano in genere la non eccelsa versatilità: con i suoi 4 fps in formato FX, un otturatore massiccio che richiede ridotti tempi di scatto a mano libera, una gamma ISO nativa tra 100 e 6400 e reattività non al top, la capostipite si trova perfettamente a suo agio in studio e/o su un cavalletto, ma la fotografia dinamica non è nelle sue corde.


La D850 rompe questa barriera, offrendo ancora più dettaglio ma, allo stesso tempo, anche una reattività e prestazioni generali sbalorditive considerata la risoluzione del sensore. La qualità d'immagine è ai massimi livelli, e il corpo macchina, pur nel solco della tradizione, è più funzionale che mai grazie ad alcune rivisitazioni introdotte con la D5.   

Si tratta dunque di una fotocamera eccezionalmente versatile, il cui scopo principale rimane quello di creare file "enormi" a beneficio di un certo tipo di professionisti (advertising, paesaggio), ma che, grazie all'insospettabile velocità, può uscire tranquillamente dallo studio ed essere utilizzata come reflex a tutto tondo.

La sua principale, nonché al momento unica vera rivale, è oggi la Sony A7R-III, ancora più veloce e leggermente più performante in basse luci, ma un gradino sotto Nikon per quanto riguarda dettaglio e incisività dell'immagine. Tra le due, la partita si gioca soprattutto sulla differente tecnologia costruttiva: chi ama le mirrorless troverà nella Sony un'eccellente alternativa alla Nikon, mentre chi preferisce il mirino ottico non potrà che innamorarsi della D850.

Rimanendo in ambito reflex, e allargando un po' il cerchio, merita di essere considerata la recentemente annunciata Pentax K1-II, che mantiene risoluzione (36 Mpixel) e cadenza di scatto (4,4 fps) della Pentax K1, risultando così non direttamente confrontabile con la D850, ma che verrà proposta a un prezzo interessante (e la K1 originale si trova ormai a prezzi da saldi di fine stagione). Da citare, infine, l'ormai veterana EOS 5Ds, che offre anch'essa risoluzione stellare ed eccellente qualità d'immagine ma che, di nuovo, offre prestazioni tali (5 fps nominali e un buffer da 10-15 scatti RAW) da non consentirne un impiego proficuo in contesti dinamici.    

[HWUVIDEO="2525"]Nikon D850: la Nikon che tutti volevano[/HWUVIDEO]

Articoli correlati

Fujifilm X-H1: primo contatto con la nuova ammiraglia X-Trans

Fujifilm X-H1: primo contatto con la nuova ammiraglia X-Trans

Con Sony A7 III posizionata sulla stessa fascia di prezzo il mercato si è fatto ancora più agguerrito, ma certamente per i fedeli al marchio Fujifilm la nuova nata nella famiglia X-Series è un prodotto benvenuto e in grado di soddisfare anche i palati esigenti: ecco il nostro primo contatto
Sony A7 III, "utilitaria" dalle prestazioni eccellenti

Sony A7 III, "utilitaria" dalle prestazioni eccellenti

Sony svela la A7 Mark III, che prosegue la transizione verso il professionale iniziata con la A9 e proseguita con la A7R III. Ora la gamma è completa e coerente, con tre modelli legati da un preciso "leitmotiv": prestazioni insospettabili! Abbiamo avuto modo di provarla in anteprima, ecco le nostre impressioni.
Sony A7R III, 42 Mpixel senza pagarne il prezzo

Sony A7R III, 42 Mpixel senza pagarne il prezzo

La Sony A7R III coniuga caratteristiche apparentemente inconciliabili: elevata risoluzione, altrettanto elevata cadenza di scatto, ampia gamma dinamica e capacità di lavorare (bene) ad alti ISO. Impossibile? Non più…


Commenti (14)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Per contattare l'autore del pezzo, così da avere una risposta rapida, si prega di utilizzare l'email personale (vedere in alto sotto il titolo). Non è detto che una domanda diretta inserita nei commenti venga verificata in tempi rapidi. In alternativa contattare la redazione a questo indirizzo email.
Commento # 1 di: max_demian pubblicato il 05 Aprile 2018, 08:07
Attenzione al marketing!

Ciao a tutti, sono uno che nell'ambiente dei forum verrebbe definito un "fotoamatore evoluto", quindi mi esprimo con grande umiltà e consapevolezza dei miei limiti.
Provenendo dall'esperienza con la D810 (e possedendo anche la D750), ho intrapreso il passaggio alla D850.
Ammetto che il motore di questo gesto sia stato avviato dalla grande e potente SCIMMIA che vive in me...
In ogni modo, provando sul campo questa D850 posso dire che i miglioramenti ci sono e sono evidenti sotto il profilo della velocità, della reattività generale, e delle tecnologie che oggi vanno tanto di moda (autofocus da millemila punti, wi-fi, Bluetooth, display basculante touch,funzioni video 4K) . Ma se ci fermiamo alla qualità delle immagini, ovvero al comparto puramente fotografico, devo dire che non ho visto grandi cambiamenti.
Il rumore è lo stesso della D810 (ma con una grana più fine), abbastanza evidente a ISO 3200, e le immagini hanno la stessa incisività percepita.
La gamma è notevole ma non è un salto in avanti rispetto alla generazione precedente (con sensore Sony).
In definitiva, posso dire che è stata creata una D810 veloce e dotata di tanti optional alla moda... Perfetta per chi fa video e necessita davvero di questo incremento di velocità.
Ma se ci vogliamo fermare alla qualità delle immagini, e a un uso prevalentemente "turistico" del prodotto... Non consiglierei il passaggio.
Buona luce a tutti!
Commento # 2 di: Galupp pubblicato il 05 Aprile 2018, 09:52
Esagerazioni...

Io quando sento titoloni del tipo "reflex senza limiti" mi viene la nausea...

Capisco che i giornalisti vivono di marketing ma bisogna stare attenti!

Io fortunatamente ho abbandonato da un bel po' l'era della scimmia da alcuni anni, quando comprai la D800.

Non sento alcun bisogno di cambiare macchina e penso che la terrò fino a che non mi si vulcanizzerà fra le mie mani.

Sono un professionista (ma non faccio sport, e se dovessi farlo non prenderei una D850) e se proprio devo dirla tutta uso di più il mio secondo corpo, una semplice e pura D7000

Aspettiamo in gloria la macchina che ci faccia anche il cappuccino con una spruzzata di cacao
Commento # 3 di: hackaro75 pubblicato il 05 Aprile 2018, 10:35
fuorviante...

altro che reflex senza limiti... una macchina non stabilizzata con 45 MP? ma che siete matti? ... vuol dire usare almeno 1 stop di tempo di scatto in più ... se non due... in che vuol dire a parità di condizioni perdere 1 o 2 stop di ISO...

questa macchina non fa altro che ripercorrere gli errori di valutazione di Nikon che oramai ripropone la stessa frittata con 4 cazzabubbole in più per far lavorare gli espertoni di marketing ...
Commento # 4 di: max_demian pubblicato il 05 Aprile 2018, 11:55
@hackaro75

Concordo con la critica rivolta ai toni eccessivi degli slogan, ma per quanto riguarda la stabilizzazione sul sensore no.
Nikon e Canon hanno scelto di non adottare questa tecnologia (per il momento) a favore delle lenti dotate di stabilizzazione. Naturalmente potremmo parlare per ore cercando di evincere cosa sia meglio.. ma non credo sia questa la sede.
Il sensore da 45 mpx va trattato con lo stesso "rispetto" di quello adottato in precedenza sulla D810. E' assolutamente ovvio che la macchina non possa essere utilizzata a mano libera e montando una lente non stabilizzata con la stessa serenità di quando si scattava con una D700..
Ma posso dire che si comporta allo stesso modo quando aggancio il mio 70-200 VR II, senza sbagliare un colpo!
E' una macchina che richiede un pochino di esperienza, e non è evidentemente destinata al grande pubblico.
Buona luce!
Commento # 5 di: Notturnia pubblicato il 05 Aprile 2018, 14:52
ho canon ma non posso che elogiare la voglia di Nikon di proporre bei corpi macchina.
in merito a "non si puo' usare a mano libera etc.." uso una 5Dsr e si usa anche a mano libera con il 24-70 senza problemi di sorta, basta sapere cosa si usa per scattare per fare le foto.
I numeri del marketing (per fortuna) non scattano le foto.
Il sensore stabilizzato lo lascio volentieri a sony, se mi serve un'ottica stabilizzata vado li (sull'ottica intendo)
Commento # 6 di: frankie pubblicato il 05 Aprile 2018, 18:16
Ma servono veramente 8FPS invece che 5 a 45-50Mpixel?
Se è questo il paragone (vero invece che sulla carta) a chi servono e soprattutto quanti sono?
Commento # 7 di: 3000 pubblicato il 06 Aprile 2018, 17:22
Da possessore della D800 e della D610, ho saltato la semplice evoluzione D810 così come questa poco più consistente evoluzione D850 attendendo un modello nuovo D900, con un autofocus full-sensor e di livello top anche nel comparto video.
Comunque vorrei ricordare che essere passati da circa 3000€ a circa 4000€ per la top di gamma... non suona per nulla bene, ma tanto nella prossima decade assisteremo ad un appiattimento generale delle proposte e dei prezzi grazie all'avanzamento robotico.
Commento # 8 di: max_demian pubblicato il 07 Aprile 2018, 09:16
Non esageriamo..

Tra la D800 e la D850 c'è una differenza consistente. E' migliore l'otturatore, così come il corpo macchina, l'autofocus, l'esposimetro, la velocità generale, il sensore, la gamma dinamica ,il comparto video... Da possessore della D850 (essendo passato per D800 e D810) questo lo posso assicurare a tutti!
E' ovvio che per fare una buona foto non serve necessariamente una fotocamera top di gamma, ma rimanendo strettamente sul "pezzo" l'evoluzione c'è stata ed è stata sfornata una macchina da 45 mpx capace di funzionare a 360° .
Detto questo... I prezzi si alzano perchè la fotografia pro e semi-pro sta diventando, ahimè, ancora più di nicchia. Ormai il 90% del mercato si accontenta dei cellulari, e proprio non riesce a concepire la scomodità di un parco ottiche e di pesanti attrezzature.
Meno vendite significa aumento dei prezzi, c'è poco da fare
Commento # 9 di: Galupp pubblicato il 09 Aprile 2018, 12:20
mah... @max_demian

capisco che ci sia un'evoluzione tecnica.

Ma siamo proprio sicuri che adesso si consideri una D800 una macchina (quasi) da buttare (parlo dal punto di vista professionale) e che per lavorare ci voglia per forza una D850 come, pare, sia sottointeso in tutti gli articoli giornalistici di settore?????

Insomma io non vedo assolutamente la necessità di spendere a distanza di 5 anni, altri 4K €...

Poi se uno ha i soldi e la scimmia, buon per lui
Io tendo ad essere parsimonioso, venendo dal banco ottico e foto a pellicola
Commento # 10 di: songohan pubblicato il 09 Aprile 2018, 16:23
Io stavo per compare la D850 per hobby. Avevo la scimmia e si dondolava cosi' pesantemente che il ramo stava quasi per spezzarsi. Allora ho chiesto ad un mio amico Nikonista che me l'ha fortemente sconsigliata per molti motivi (nessuno inerente la macchina in se') convincendomi a risparmiare circa 2600 Euro e comprare la D750. Con i soldi risparmiati, mi ha detto, comprati delle ottime ottiche. E cosi' eccomi con la D750 e il SIGMA Art 24-70 Nikon F stabilizzato.
Diciamo che uno dei motivi per cui non valeva la pena spendere 2600 euro in piu' per la D850, secondo lui, era che difficilmente i 45 Mpx riescono a vedersi se non hai delle ottiche piu' che ottime (quindi con un'altra bella spesa da fare). Inoltre, ha aggiunto, serve un'ottima mano per non cadere nel micromosso.
Che ne pensate?
« Pagina Precedente     Pagina Successiva »
BenQ Monitor