Nikon D850, la reflex per chi vuole tutto (e subito!)

Nikon D850, la reflex per chi vuole tutto (e subito!)

di Alberto De Bernardi , pubblicato il

“Risoluzione elevatissima, ma anche buona capacità di lavoro in bassa luce, ampia gamma dinamica e prestazioni da ammiraglia. Impossibile? Non per la Nikon D850, la reflex più versatile oggi disponibile. Ecco la nostra recensione completa”

Dettagli tecnici e prestazioni

 SPECIFICHE
D850
D810
Sensore CMOS Full Frame (FX) CMOS Full Frame (FX)
Risoluzione 45,7 Mpixel - 8256x5504 36,3 Mpixel - 7360x4912
Formato file NEF (RAW) 12 o 14 bit, TIFF, JPEG NEF (RAW) 12 o 14 bit, TIFF, JPEG
Sensibilità (estensione) 64-25.600 ISO (32-102.400 ISO) 64-12.800 ISO (32-51.200 ISO)
Mirino Reflex, copertura 100% FX / 97% DX, ingrandimento 0,75x, eye-point 17mm. Reflex, copertura 100% FX / 97% DX, ingrandimento 0,7x, eye-point 17mm.
Display 3,2" (8 cm) / 2.359K punti
(1024x768 pixel RGB)
3,2" (8 cm) / 1.229K punti
(640x480 pixel RGBW)
Tempi di posa Da 30s a 1/8000 + Posa B e T Da 30s a 1/8000 + Posa B e T
Syncro flash 1/250s 1/250s
Scatto continuo 7 fps (9 fps con EN-EL18b) 5 fps
Esposimetro Color Matrix 3D III, 180.000 pixel Color Matrix 3D III, 91.000 pixel
Compensazione -5 / +5 EV in passi da 1/3, 1/2 o 1 EV -5 / +5 EV in passi da 1/3, 1/2 o 1 EV
Bracketing

AE, Flash, AE+Flash, WB, ActiveD-Lighting
AE/Flash: 2 - 9 fotogrammi in passi da 1/3, 2/3, 1 EV
2 - 5 fotogrammi con passi da 2 o 3 EV

AE, Flash, AE+Flash, WB, ActiveD-Lighting
AE/Flash: 2 - 9 fotogrammi in passi da 1/3, 2/3, 1 EV
2 - 5 fotogrammi con passi da 2 o 3 EV

Autofocus Multi-CAM 20K Multi-CAM 3500FX
N° punti (zone) AF Totali: 153 (99 a croce), 15 f/8
Selezionabili: 55 (35 a croce), 9 f/8
Totali: 51 (15 a croce), 11 f/8
Selezionabili: 51 (15 a croce), 11 f/8
Sensibilità AF Da -4 a +20 EV (100 ISO) Da -2 a +19 EV (100 ISO)
Video 3840x2160 - 30p, 25p, 24p
1920x1080x- 60p, 50p, 30p, 25p, 24p
1920x1080x- 60p, 50p, 30p, 25p, 24p
Obiettivi compatibili AF Nikkor tipo G, E, D;
AI senza CPU solo A e M
Compatibile obiettivi DX
AF Nikkor tipo G, E, D;
AI senza CPU solo A e M
Compatibile obiettivi DX
 I/O    
Memory card 1x XQD, 1x SD 1x CF, 1x SD
Interfacce

USB 3.0 Micro-B, HDMI Type C, Mic-in, Audio-out, Remote 10pin, Wi-Fi, Bluetooth

USB 3.0 Micro-B, HDMI Type C, Mic-in, Audio-out, Remote 10pin

 BODY    
Flash - NG12
Batteria EN-EL15a / 1840 scatti EN-EL15 / 1200 scatti
Dimensioni (LxAxP)

146x124x78,5 mm

146x123x81.5 mm

Peso 1005g con batteria e XQD 980g con batteria e SD

Il sensore della D850, progettato (anche se fisicamente non costruito) da Nikon, ha caratteristiche pressoché uniche: risoluzione-record di 45,7 Mpixel nominali (8256x5504 pixel, pari a 45,4 Mpixel reali), retroilluminato, anche per garantire la necessaria velocità di lettura, e, come ormai di norma, privo di filtro ottico passa-basso. La gamma ISO è incredibilmente estesa considerata la risoluzione, e vale la pena notare come parta da soli 64 ISO (ulteriormente espandibile di uno stop verso il basso).

Il processore EXPEED 5 assicura la potenza di calcolo necessaria per elaborare i 7 fps nominali, e oltre. In effetti, nella D850 la cadenza di scatto è limitata dal movimento dello specchio e dall'otturatore – per questo, utilizzando il battery grip MB-D18 che, grazie alla batteria EN-EL18 (a/b), fornisce una tensione superiore a quella della batteria standard EN-EL15a, la cadenza arriva a 9 fps massimi.   


Il formato d'immagine può essere JPEG, TIFF o RAW (NEF), a 12 o 14 bit a scelta dell'utente, con compressione standard, compressione lossless o senza compressione. Inoltre, quando non servono i 45 Mpixel, è possibile salvare in formato ridotto, scegliendo separatamente per il formato RAW e per i formati JPEG/TIFF una risoluzione media (6192x4128 pixel, pari a 25,6 Mpixel) o small (4128x2752 pixel, pari a 11,4 Mpixel).

La notevole versatilità riguardo ai formati è poi completata dalla possibilità di scegliere tra 24x36mm (FX), 24x30mm (5:4), 24x24mm (1:1), 20x30mm (fattore di moltiplicazione 1,2x) e 24x16mm (DX, fattore di moltiplicazione 1,5x). Vale la pena precisare che l'utilizzo di formati ridotti, medium o small, influenza l'occupazione su memory card, ma non la profondità della raffica, dato che al buffer arriva in ogni caso l'immagine a piena risoluzione (il ritaglio viene effettuato solo al momento del salvataggio).

In ogni caso, la profondità della raffica non è certo da poco: Nikon dichiara 51 frame scattando in formato RAW 14-bit con compressione lossless. Molto dipende però dalla velocità della memory card utilizzata. In base alle nostre prove, possiamo confermare pienamente i 7 fps nominali (7,15fps il valore massimo registrato in formato RAW con compressione lossless), mentre la durata della raffica con SD UHS-II da 260 MB/s è compresa tra i 19 fotogrammi (RAW+JPEG FINE) e i 95 fotogrammi (solo JPEG FINE). Scattando in solo formato RAW, abbiamo poi ottenuto 20 fotogrammi senza compressione, 22 con compressione lossless, 27 con compressione maggiore (con perdita di informazione).


Utilizzando una XQD Lexar Pro da 440 MB/s, i numeri cambiano completamente: oltre 50 scatti RAW (compressione lossless) + JPEG, e scattando in solo RAW con compressione lossless la D850 risulta limitata solo dal numero massimo di scatti scelto all'interno del menu (200 il valore impostabile più elevato).  

In termini di occupazione di spazio, utilizzando il formato RAW 14-bit senza compressione o con compressione lossless (che riduce molto poco la dimensione dei file) si registrano 642 foto su una SD da 64 GB, che salgono a 832 passando alla profondità colore di 12-bit. Utilizzando la cosiddetta "compressione maggiore" (con perdita di informazione), le cifre salgono, rispettivamente, a 943 e 1100 scatti.

Il modulo AF è il Multi-CAM 20K, lo stesso della D5. 153 in punti AF totali (99 a croce), 55 dei quali selezionabili dal fotografo (35 a croce). Nove di questi sono attivi fino a f/8, per l'uso con moltiplicatori di focale.L'utilizzo del processore AF dedicato, come per D5 e D500, rende anche la D850 estremamente reattiva. Il puro shutter lag (45ms) non è molto lontano da quello della stessa D5, e il tempo di messa a fuoco quando si lavora a punto singolo (centrale) si è più che dimezzato rispetto alla precedente generazione: solo 85ms.


Il punto debole della D850, nel comparto AF, è la messa a fuoco Live View che, essendo a rilevazione di contrasto, è visibilmente più lenta di quella offerta sia dalla storica rivale Canon (modelli Dual Pixel CMOS) sia di mirrorless come la diretta concorrente Sony A7R III. Soprattutto per questo, la D850 deve essere considerata in primis una tradizionale fotocamera, anche se le doti di ripresa video sono cresciute sensibilmente e sono ora, in assoluto, di tutto rispetto: 4K (3840x2160) fino a 30 fps, con possibilità di registrare flusso video 4:2:2 8-bit contemporaneamente su memory card e su supporto esterno. Nel caso del Full HD, il frame-rate massimo sale a 60 fps, e diventano disponibili le funzioni focus peaking, stabilizzazione (che impone però un leggero ritaglio) e slow-motion da 120 fps (4x@30fps, 5x@24fps).

Concludiamo parlando di batterie dato che, come accennato poco sopra, la D850 offre diverse opzioni. La batteria standard è la EN-EL15a (7V, 1900mAh, 14 Wh), che assicura già una notevolissima autonomia di ben 1840 scatti. Grazie al battery pack dedicato, MB-D18, la Nikon D850 è però compatibile anche con le performanti batterie EN-EL18a/b della D5 (10,8V, 2500 mAh, 27 Wh) che, oltre a consentire di scattare a 9 fps, portano l'autonomia complessiva a 3300 scatti! Lo stesso battery grip può ospitare anche le classiche 8 batterie stilo, per i casi di emergenza, e le batterie EN-EL15a, il che lascia dunque all'utente la possibilità di mantenere il formato batteria del corpo macchina (risparmiando qualcosa); in entrambi questi casi, però, la massima cadenza di scatto resta limitata a 7 fps, come in assenza di battery grip.        

BenQ Monitor