Leica TL2, entry-level di lusso dall'approccio smart

Leica TL2, entry-level di lusso dall'approccio smart

di Alberto De Bernardi , pubblicato il

“Leica prosegue lo sviluppo della famiglia TL con la TL2. Non solo più matura e performante dei modelli precedenti, ma più appetibile anche in virtù del sempre più interessante ecosistema basato su baionetta L. ”

Corpo macchina

Anche la TL2 utilizza il corpo unibody ricavato da un blocco solido di alluminio, comune a tutta la famiglia T/TL. Dimensioni invariate (134x69x33mm), che si segnalano per il ridotto spessore, e peso leggermente incrementato (da 384 a 399 g), ma che si mantiene su valori assoluti molto bassi.

Il design, minimalista ma non lacunoso, prevede solo due ghiere di comando e un pulsante personalizzabile. Il dorso è quasi interamente occupato dall'ampio display touch, a cui la TL2 si affida per quasi qualunque impostazione.
La memoria integrata è stata raddoppiata, da 16 a 32 GB, consentendo a chi lo desidera di fare a meno delle schede SD anche in presenza del nuovo sensore da 24 Mpixel, e rappresentando in ogni caso un'ottima riserva "di emergenza" (poco meno di 500 scatti assicurati in formato DNG non compresso).

1 – Estremamente pulito il frontale, che oltre all'imprescindibile pulsante di sgancio obiettivo presenta solo un LED che funge la luce ausiliaria AF e da segnalazione autoscatto.
2 – L'impugnatura è sagomata, ma priva di inserti in materiale antiscivolo, ragion per cui la presa non è particolarmente salda. Il design ha qui prevalso sulla funzionalità.

1 - La TL2 rinuncia al piccolo flash integrato (NG 4,5) offerto dal precedente modello. Non manca ovviamente la slitta a contatto caldo, che nel caso specifico è in effetti una slitta multifunzione e può ospitare il mirino opzionale Visioflex (2.360.000 punti, rapporto di ingrandimento 0,7x e correzione diottrica), che curiosamente integra anche un ricevitore GPS (465 Euro).
2 – Due ghiere di comando multifunzione consentono di gestire le impostazioni di scatto.
3 – L'unico pulsante fisico della TL, a eccezione ovviamente del pulsante di scatto, può svolgere solo tre funzioni a scelta: ripresa video (impostazione predefinita), riproduzione o attivazione mirino.

1 – Il generoso display LCD, fisso con funzioni touch, misura 3,7" e offre una risoluzione di 854x480 pixel. Peculiare la scelta del formato 16:9 per un sensore formato 3:2, ma in effetti la parte destra è dedicata ai comandi touch.
2 – In quest'area verticale a destra del display, pressoché invisibili se non attivi, si trovano due LED di stato (attività memory card e carica).
3 – Sul lato destro, uno sportellino in plastica copre il vano SD (singolo slot) e le porte USB e HDMI (quest'ultima assente nel modello T originale). Continuano a mancare, però, connettori per microfono/cuffie, il che limita le possibilità video di questo modello. Peculiare la batteria, direttamente accessibile (la base della batteria stessa funge da chiusura) e dotata di un meccanismo di rilascio anti-caduta che la estrae, richiedendo però un'ulteriore leggera spinta verso l'interno per il rilascio completo.

BenQ Monitor