Ecco Canon RF 15-35mm F2.8L IS USM e RF 24-70mm F2.8L IS USM, al top per qualità (e prezzo)

Ecco Canon RF 15-35mm F2.8L IS USM e RF 24-70mm F2.8L IS USM, al top per qualità (e prezzo)

di Alessandro Bordin, pubblicata il

“Arrivano due dei tre obiettivi pensati per il sistema EOS R, che ricordiamo essere il connubio fra sensore full frame e mirrorless professionale di casa Canon. I due modelli, 15-35mm e 24-70mm, saranno presto affiancati anche dal modello 70-200mm, per costituire il corredo più diffuso fra gli appassionati e i professionisti del settore”

Canon ha presentato due nuovi obiettivi RF per il proprio sistema EOS R, andando a coprire nativamente e senza l'ausilio di adattatori le lunghezze focali che vanno da 15 a 70mm. Per la precisione stiamo parlando dei modelli RF 15-35mm F2.8L IS USM e RF 24-70mm F2.8L IS USM entrambi della pregiata serie L che contraddistingue la fascia alta del produttore giapponese in fatto di obiettivi. Iniziamo a dire cosa li accomuna, per poi scendere nel particolare sui singoli modelli. Sono cinque gli elementi più significativi:

  • Apertura massima di F2.8 su tutta l'escursione
     
  • Stabilizzatore ottico a 5 stop (standard CIPA)
     
  • Motore autofocus Nano USM, che non è ad anello ma si muove su "binari", più veloci e silenziosi con vantaggi sia per foto che per video
     
  • Ghiera di controllo sull’obiettivo per regolare Tv/Av/ISO o la compensazione dell’esposizione
     
  • Prezzo indicativo uguale, ovvero 2669,00 Euro ciascuno (fortunatamente IVA inlcusa)

Canon RF 24-70mm F2.8L IS USM: la focale è quella "tuttofare" del professionista per eccellenza, ideale per ritratto, paesaggio, viaggio e reportage in genere. In particolare, questo nuovo obiettivo Canon è realizzato sfruttando 21 elementi in 15 gruppi, trattamenti al fosforo per le lenti alle estremità oltre al trattamento ASC (Air Sphere Coating) per proteggere da flare e ghosting.


Canon RF 24-70mm F2.8L IS USM

Il diametro per i filtri è di 82mm, il diaframma è un 9 lamelle mentre da segnalare è anche la distanza minima di messa a fuoco, 21cm e 38cm rispettivamente alla focali di 24mm e 70mm, ovvero ben inferiori rispetto ai tradizionali 24-70mm per reflex. Il motivo sta nel tiraggio limitato di 20mm e nella "bocca" di 52mm, che permette di strutturare diversamente il gruppo ottico in genere. Questa unità è ovviamente resistente ad acqua e intemperie, mentre per quanto riguarda il peso è di 900 grammi tondi tondi, con diametro e lunghezza massima rispettivamente di 88,5 e 125,7mm.

* * *

RF 15-35mm F2.8L IS USM: siamo al cospetto di uno zoom grandangolare che, per la prima volta in Canon, è dotato di stabilizzatore ottico. Si offre al professionista o all'appassionato (facoltoso) per paesaggi e strutture architettoniche con inquadrature grandangolari, promettendo bassissimi livelli di distorsione. Il gruppo ottico è più semplice di quello nominato in precedenza, contando 16 lenti in 12 gruppi. A differenza però del 24-70mm descritto in precedenza, oltre al trattamento al fluoro e quello ASC, troviamo su una lente anche quello SWC (Sub Wavelenght-structure Coating), chiamato a compensare i difetti di flare e ghosting che derivano dalla maggiore inclinazione del flusso di luce che entra nell'obiettivo, essendo un grandangolare che arriva a 15mm (copre una scena di circa 100°).


RF 15-35mm F2.8L IS USM (assomiglia molto al precedente)

Troviamo anche in questo caso la compatibilità con filtri da 82mm, diaframma a 9 lamelle e distanza minima di messa a fuoco di 28mm. Ovviamente tropicalizzato, il nuovo grandangolare stabilizzato "L" di casa Canon pesa 840 grammi, con ingombri massimi di 88,5 x 126,8mm.

Come si nota dalla foto che abbiamo scattato alla conferenza stampa, i due nuovi obiettivi sono molto simili per dimensioni ed aspetto in generale. Saranno disponibili a partire dal mese di settembre all'identico prezzo, già anticipato, di 2669,00 Euro IVA inclusa, mentre è atteso per il quarto trimestre del 2019 il 70-200mm RF serie L che manca a completare il "terzetto".


Commenti

BenQ Monitor