Panasonic S1R, debutto perfetto. La nostra recensione

Panasonic S1R, debutto perfetto. La nostra recensione

di Alberto De Bernardi , pubblicato il

“Un corpo macchina Full Frame efficace e piacevole da utilizzare, che restituisce immagini di eccellente qualità. Considerando anche le potenzialità dell'alleanza L-Mount, si tratta probabilmente del miglior debutto visto finora. La nostra recensione”

Prestazioni

I test di Fotografi Digitali vengono effettuati con tutte le ottiche messe a disposizione dal produttore, a tutte le focali principali e a tutte le aperture di diaframma. Vengono pubblicati i risultati migliori.
La Panasonic S1R è stata testata con l'obiettivo 24-105mm f/4 (S-R24105).

Il tempo di accensione non è da record, ma la ripresa dallo spegnimento automatico, importante per questa fotocamera, richiede poco meno di un secondo. Le prestazioni in scatto continuo sono di tutto rispetto considerata la risoluzione, ma va precisato che i 9 fps abbondanti qui riportati come miglior risultato si ottengono solo in modalità AF-S. In modalità AF-C, si ottengono poco più di 6 (comunque dignitosissimi) fps. Fulminea la messa fuoco in condizioni di luce anche appena sufficienti.

Punteggi ben oltre le 4000 LW/PH, che per diverso tempo ha rappresentato il "tetto" di questo grafico, collocano la S1R abbondantemente in testa tra le fotocamere 35mm. La nitidezza ai bordi racconta della bontà dell'ottica 24-105 da noi utilizzata.

Il rapporto segnale/rumore, molto buono in assoluto, è confrontabile con quello di altre big megapixel moderne come la A7R Mark III o la Nikon D850. Ottima qualità del file fino a 6400 ISO inclusi.

Ottimo livello di saturazione con profilo Standard, pressoché costante nel passaggio da RAW a JPEG tra 100 e 6400 ISO. Errori cromatici medi molto buoni, con però dei picchi massimi leggermente sopra la media. Per chi desidera il massimo della fedeltà, l'apposito profilo Naturale risolve il problema, portando la saturazione media nell'intorno del 105%.

BenQ Monitor