Fujinon XF200mmF2 R LM OIS WR, in prova il primo tele fisso super-luminoso del Sistema X

Fujinon XF200mmF2 R LM OIS WR, in prova il primo tele fisso super-luminoso del Sistema X

di Alberto De Bernardi , pubblicato il

“Equivale a 300mm nel formato 35mm e viene fornito con un extender 1.4x che lo pone in competizione con i 400mm f/2.8 delle full-frame. Tutto con grande qualità. ”

Dettagli tecnici

  SPECIFICHE
FUJINON XF200F2 R LM OIS WR
CANON EF 200mm f/2L IS USM
NIKON AF-S 200mm f/2 G ED VR II
INNESTO X-Mount Canon EF Nikon F
FORMATO APS-C 35mm 35mm
LUNGHEZZA FOCALE 200mm 200mm 200mm
ATTUATORE AF Motori lineari USM ad anello USM ad anello
MESSA A FUOCO INT. SI SI SI
APERTURA MAX. f/2 f/2 f/2
APERTURA MIN. f/22 f/32 f/22
LAMELLE DIAFRAMMA 9 8 9
RAPPORTO INGRANDIMENTO 0,12x 0,12x 0,12x
MIN. DIST. MF 1,8m 1,9m 1,9m
GRUPPI - ELEMENTI 19 - 14 17 - 12 13 - 9
LENTI SPECIALI 2 ED, 1 Super-ED ??? ???
ANGOLO DI CAMPO 12° (8° su APS-C) 12° (8° su APS-C)
STABILIZZATORE

5 stop

5 stop

???

COMP. TELECONVERTER 1,4x 1,4x - 2x 1,4x - 2x
FILTRI 105mm 52mm (Drop-In) 52mm (Drop-In)
DIMENSIONI (DxL) 122x205.5mm 128x208mm 124x203,mm
PESO 2265g 2520g 2930g
LISTINO € 6099,99    

Messo a confronto con i 200mm f/2 di Canon e Nikon, il Fujinon XF200mmF2 R LM OIS WR appare evidentemente molto simile anche se, essendo di progettazione più moderna, segue il trend attuale dello schema ottico più complesso.

A fronte di dati analoghi in termini di diaframma, rapporto di ingrandimento e minima distanza di messa a fuoco, si segnala una differenza importante a proposito di filtri, che nel caso del Fujinon sono i tradizionali filtri a vite anteriori, seppur di notevole diametro (105mm), mentre i produttori di reflex hanno optato entrambi per filtri drop-in posteriori (soluzione utilizzata anche sui rispettivi tele di focale superiore). 

Interessante anche notare come, nonostante il maggior numero di lenti, il Fujinon sia più leggero, in particolare rispetto al Nikon. Il suo schema ottico prevede un elemento a bassa dispersione Super-ED di elevato diametro (si tratta della seconda lente, posta appena dietro quella frontale) e altri due elementi ED a seguire, ovviamente per minimizzare le aberrazioni cromatiche.

La lucidatura di questi elementi ha richiesto la miglior tecnologia Fuji, sviluppata per le lenti broadcast, che consente di mantenere l'accuratezza di posizione entro 1 singolo micrometro, anche con questi diametri in gioco.

Il barilotto è in lega di magnesio, come già accennato è protetto contro polvere e umidità da 17 guarnizioni, e può lavorare a temperature fino a -10°C. Come spesso accade in questa classi di obiettivi, l'elemento frontale è protetto da un rivestimento al fluoro, che repelle umidità e sporcizia e ne facilita la pulizia. Per chi lavora in ambienti critici, i già citati filtri frontali rappresentano comunque un plus da non sottovalutare.

Sul lato destro si trovano il limitatore di corsa AF (da 5m a infinito oppure "full") e, a seguire, il selettore dello stabilizzatore ottico, che garantisce ben 5 stop (standard CIPA) ma offre una sola modalità operativa, laddove i diretti concorrenti offrono tipicamente almeno una seconda modalità "panning" con stabilizzazione del solo asse verticale, e in alcuni casi modalità specifiche per la ripresa video.


Fujinon XF200mmF2 R LM OIS WR su corpo macchina X-H1 con Vertical Grip.

In realtà, l'obiettivo riconosce automaticamente sia un eventuale panning sia l'appoggio su cavalletto, quindi la semplificazione del selettore On/Off è teoricamente un vantaggio, ma a titolo personale continuiamo a preferire un selettore fisico che permetta di scegliere a priori.

Poco sotto, i controlli relativi alla funzione focus preset, implementata in modo ottimale: i 4 pulsanti nella parte anteriore dell'obiettivo, in prossimità del paraluce, possono infatti essere assegnati alla funzione preset vera e propria (l'obiettivo ritorna a una distanza AF preimpostata, molto utile per gli sport in cui i soggetti seguono un percorso ripetitivo), ma anche alle funzioni AF-On o AF-Lock, spostando semplicemente il selettore dedicato.       

La messa a fuoco è attuata da motori lineari che, muovendo un gruppo di lenti posteriori di piccolo diametro, assicurano elevate performance nel silenzio quasi assoluto. Una curiosità: Fujifilm ha introdotto un meccanismo che blocca il gruppo mobile a motore non alimentato, per prevenire quel piccolo rumore in fase di trasporto che, anche se innocuo, potrebbe far pensare a un guasto.  

Il piede per aggancio al cavalletto è fisso, offre filetti da 1/4" e 3/8", ed è sagomato in modo da essere compatibile con il sistema Arca-Swiss.
Il moltiplicatore di focale, dal canto suo, è costruito con 7 elementi in 4 gruppi, e include un elemento asferico posteriore.

BenQ Monitor