Fujifilm X-T100, entry-level con mirino

Fujifilm X-T100, entry-level con mirino

di Alberto De Bernardi , pubblicato il

“Fujifilm propone un nuovo modello della Serie X: X-T100. Basata su sensore tradizionale, ma dotata di mirino EVF, si posiziona a metà strada tra le entry-level X-A e la X-T20. Prezzo di listino poco superiore a 600 Euro. ”

Qualità d'immagine

L'abbandono dei sensori X-Trans, noti per la loro incisività, potrebbe far temere per livello di dettaglio e nitidezza delle immagini prodotte, ma non è questo il caso. Siamo in effetti stati piacevolmente sorpresi nel constatare una completa estinzione del pattern di risoluzione nell'intorno delle 3600 LW/PH, con comparsa di artefatti a partire da 3300-3400 LW/PH. Ottima leggibilità dei dettagli fino a 2750-2800 LW/PH, che per un sensore APS-C è indubbiamente un ottimo risultato.  

Anche in questo caso, come già osservato più volte per i sensori X-Trans, il RAW offre buona malleabilità e necessita di minimi interventi in post-produzione per esprimere tutto il suo potenziale (in effetti i punteggi migliori sono stati da noi ottenuti con le impostazioni standard di Lightroom). Molto inciso anche il JPEG in-camera, che può in effetti accusato di essere "troppo" inciso (cioè sovra-elaborato: abbiamo rilevato un oversharpening del 15% circa al centro dell'immagine); un tale approccio ha comunque il pregio di produrre immagini di forte impatto pronte all'uso, il che è perfettamente coerente con il posizionamento della fotocamera.

200 ISO
200 ISO

400 ISO
400 ISO

800 ISO
800 ISO

1600 ISO
1600 ISO

3200 ISO
3200 ISO

6400 ISO
6400 ISO

12800 ISO
12800 ISO

Buono il comportamento ad alti ISO. A dispetto di un S/N ratio non eccellente (22,4 dB @ 6400 ISO) la X-T100 ha mostrato ottima la capacità di preservare i dettagli più minuti fino a 3200 ISO, anche se ovviamente a questa sensibilità un pizzico di grana si nota facilmente. I 6400 ISO rimangono a nostro avviso perfettamente utilizzabili, e persino i 12800 ISO, limite di sensibilità nativa per questo modello, non sfigurano nel caso di pubblicazioni web a risoluzione ridotta.

200 ISO
200 ISO

400 ISO
400 ISO

800 ISO
800 ISO

1600 ISO
1600 ISO

3200 ISO
3200 ISO

6400 ISO
6400 ISO

12800 ISO
12800 ISO

In questo panorama quasi ideale dobbiamo però segnalare un bilanciamento del bianco che, in alcune condizioni di luce artificiale (tra cui i nostri LED CIE D50 – ISO 3664:2009) si è rivelato davvero disastroso: un errore di quasi 1000K che ha introdotto regolarmente una forte dominante blu, ovviamente particolarmente penalizzante nel caso di registrazione in formato JPEG. Un vero peccato, anche perché partendo dal RAW, e potendo quindi correggere senza problemi il punto di bianco, la risposta cromatica si è dimostrata molto buona. 

BenQ Monitor