Fujifilm X-H1, la Serie X ha una nuova regina

Fujifilm X-H1, la Serie X ha una nuova regina

di Alberto De Bernardi , pubblicato il

“La X-H1 si posiziona al vertice delle mirrorless APS-C Fujifilm, offrendo ergonomia affinata e migliori doti video, grazie anche all'inedito stabilizzatore in-camera.”

Introduzione

C'è una nuova top di gamma tra le mirrorless Fujifilm Serie X: si chiama X-H1, ed è più grande, più robusta e affidabile, più ricca di funzioni e accessori (anche video). In qualche misura, si tratta di un corpo macchina più simile a quello della GFX 50s, anche se in questo caso dietro la flangia si trova il già noto sensore APS-C X-Trans CMOS III da 24,3 Mpixel che equipaggia anche altri modelli della stessa famiglia. Abbiamo avuto modo di provarla in anteprima e di raccontare le nostre impressioni a caldo. Ora è tempo di completare quel resoconto, alla luce di una prova sul campo più approfondita e dei consueti test in studio.

Le novità tecniche di maggior rilievo della X-H1 sono l'introduzione di uno stabilizzatore in-camera (IBIS) accreditato di 5,5 stop, il mirino EVF di maggior risoluzione preso in prestito dalla medio formato GFX, ergonomia affinata seguendo le indicazioni dei professionisti Fujifilm e migliorate doti video, con l'introduzione tra l'altro di 4K DCI (4096x2160), riprese Full HD fino a 120 fps, registrazione f-Log su scheda SD e una nuova simulazione film dedicata (Eternia) ad alta gamma dinamica.

Completa la connettività, che include Wi-Fi e Bluetooth, e interessante la soluzione del "Vertical Power Booster" VPB-XH1 che, oltre a fungere da impugnatura verticale e incrementare la cadenza di scatto da 8 a 11 fps, risolve il problema dell'autonomia in continuità con il passato. Come per l'analogo accessorio della X-T2, la batteria rimane infatti la piccola NP-W126S ma, potendo la X-H1 utilizzarne 3 contemporaneamente (una nel corpo macchina e due nel Boost), l'autonomia supera i 900 scatti (310 scatti per singola batteria, standard CIPA).

Il prezzo di listino è salito di circa 200 Euro rispetto alla X-T2: per la nuova X-H1 (solo corpo macchina) è necessario sborsare 1939,99 Euro ma, anticipando un po' le conclusioni, possiamo già consigliare caldamente il kit con Vertical Power Booster a 2239,99 Euro, che include due batterie aggiuntive.   

La fotocamera è stata testata con Fujinon XF35mmF1.4 R  (risoluzione) e con l'XF100-400mmF4.5-5.6 R LM OIS WR (scatto dinamico e sistema AF).

BenQ Monitor