Orfani di Lightroom? Darktable sbarca anche su Windows in formula free

Orfani di Lightroom? Darktable sbarca anche su Windows in formula free

di Roberto Colombo, pubblicata il

“Per chi fosse alla ricerca di soluzioni a costo zero per lo sviluppo dei suoi RAW segnaliamo Darktable, soluzione open source che ultimamente ha guadagnata un certa schiera di ammiratori e che nella sua versione 2.4.0 segna un'importante pietra miliare, sbarcando anche sui sistemi Windows”

La nostra recensione del programma di sviluppo ed elaborazione fotografica PaintShop Pro 2018 di Corel e la notizia del rilascio dell'ultima versione standalone di Adobe Photoshop Lightroom hanno suscitato nella nostra community un'interessante e ricca discussione sulle possibili alternative. Da un lato il software di sviluppo e gestione di casa Adobe ora č offerto (e aggiornato) nelle sole versioni cloud con abbonamento mensile o annuale; dall'altro, a fronte di prezzi allettanti per i pacchetti base, per avere una suite completa affidandosi a Corel la cifra da sborsare (anche se solo 'una tantum') cresce rapidamente.

Per chi fosse alla ricerca di soluzioni a costo zero segnaliamo Darktable, programma open source che ultimamente ha guadagnato un certa schiera di ammiratori e che nella sua versione 2.4.0 segna un'importante pietra miliare, sbarcando anche sui sistemi Windows, dopo essere stata disponibile in passato solo per Linux e Mac. Con l'occasione dello sbarco sui sistemi operativi di casa Microsoft, Darktable si rifā il look e apporta una serie di miglioramenti alle sue funzionalitā. Troviamo la possibilitā di importare i settaggi di Lightroom e la rimozione del limite dei 51.200 ISO tra le sensibilitā gestibili, oltre a un nuovo modulo per la riduzione degli aloni.

L'aggiornamento porta con sé la risoluzione di diversi bug, aggiunge il supporto a numerose fotocamere di recente presentazione, migliora la traduzioni (anche se nella versione italiana abbiamo trovato ancora qualche termine tradotto in modo inusuale) e aggiunge il supporto ai preset per il bilanciamento del bianco.

Le opzioni durante lo sviluppo dei file RAW sono davvero molte e la flessibilitā degli strumenti č elevata. La versione Windows al momento ha alcune piccole limitazioni, come la necessitā di driver speciali per il tether (il controllo remoto) delle fotocamere e la mancanza del supporto ai caratteri non-ASCII nei nomi dei file quando si esporta in TIFF. In generale ci č parso un buon software che vuole giocare coi propri file da appassionato di fotografia (con la possibilitā ad esempio di un intervento molto ampio anche su come avviene la demosaicizzazione), ma č certamente č una soluzione meno semplice da usare dei classici software a cui č abituata la maggior parte delle persone, soprattutto richiede un lavoro pių certosino e ben consapevole per raggiungere un risultato finale di pari qualitā.


Commenti (4)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Per contattare l'autore del pezzo, cosė da avere una risposta rapida, si prega di utilizzare l'email personale (vedere in alto sotto il titolo). Non č detto che una domanda diretta inserita nei commenti venga verificata in tempi rapidi. In alternativa contattare la redazione a questo indirizzo email.
Commento # 1 di: demon77 pubblicato il 29 Dicembre 2017, 16:10
Conosco poco questi programmi.
Come va questo rispetto a rawtherapee?
Commento # 2 di: sintopatataelettronica pubblicato il 29 Dicembre 2017, 17:13
Originariamente inviato da: demon77
Conosco poco questi programmi.
Come va questo rispetto a rawtherapee?


Mai provato nemmeno io, finora (lo sto scaricando adesso), visto che per Windows non c'era.

Sui forum ne ho sentito parlare alquanto bene.. dovrebbe essere migliore. Vedremo.
Commento # 3 di: galerio pubblicato il 30 Dicembre 2017, 11:20
Chi l'ha installata mi può dire se si possono anche usare i preset di Lightroom? E soprattutto, i file XMP che crea, li crea nuovi accanto a quelli di lightroom o li importa con le modifiche che ho già fatto in lightroom o rischio che me li sovrascriva o che perda ogni correzione alle foto già fatte con lightroom?
Com'è la conversione da raw? (non che quella di Lightroom sia il massimo, preferisco il motore raw di Phase One o DxO)
Commento # 4 di: Grillo.M pubblicato il 02 Gennaio 2018, 16:38
Tutti questi programmi devono ringraziare Adobe e la scelta di andare esclusivamente con il modello a sottoscrizione. Felice di pagare ogni 2 o 3 anni l'aggiornamento a Lightroom quasi impossibile che butti il prezzo di una versione completa tutti gli anni (ok c'e' anche Photoshop che pero' non uso) per tutti gli anni a venire. 6Dii and 5Div sono supportate quindi rimango coperto per un bel po' non essendo un pro.

Tutti se lo aspettavano nonostante le smentite di Adobe.

Se dovessi investire andrei di Capture One ora.