Kodak Alaris: la divisione pellicole potrebbe essere in vendita

Kodak Alaris: la divisione pellicole potrebbe essere in vendita

di Mattia Speroni, pubblicata il

“Kodak Alaris potrebbe essere in vendita e le trattative con un nuovo acquirente (al momento sconosciuto) sarebbero già in stato avanzato. Si tratta di un nuovo capitolo nella vicenda di uno dei brand più importanti per la fotografia.”

Kodak, dopo un periodo molto buio nel 2012, ha cercato di risollevarsi in diversi modi. Uno di questi è stato dividersi in due società con Kodak Alaris che era la parte dedicata alle pellicole, carta e prodotti fotochimici. Ora però, stando a un nuovo report, anche questa divisione sarebbe in vendita.

Non è chiaro quali parti precisamente della società saranno vendute a un acquirente: potrebbero essere solo determinate divisioni (Kodak Moments, PPF, Alaris e AI Foundry) o tutto il business. La vendita potrebbe già avvenire a Marzo o Aprile di quest'anno.

Kodak Alaris

Attualmente la proprietà di Kodak Alaris è del KPP (acronimo di Kodak Pension Plan, nel Regno Unito) che lo ha acquisito per 325 milioni di dollari. La divisione Alaris può vendere prodotti con il marchio della "K" insieme alla Eastman Kodak Company, che produce ciò che la Alaris vende. La divisione PFF è già considerata come "dismessa" tra il 2017 e il 2018 dopo aver chiuso uno stabilimento nel Regno Unito (2016) e esternalizzato la produzione.

Kodak Alaris ha cercato in questi ultimi anni di riportare in auge diverse soluzioni come pellicole a colori e in bianco e nero (per esempio T-Max P3200, BW400CN, etc.) ma, essendo un mercato di nicchia, non è semplice riuscire a creare profitti interessanti.

I clienti della società sarebbero già stati informati delle trattative di vendita, ma ufficialmente non ci sono informazioni pubbliche disponibile sulla cessione e sul nuovo padrone. Quello che potrebbe succedere è che Kodak Alaris posseduto dal KPP possa finire al UK Pension Protection Fund se le trattative dovessero fallire.


Commenti

BenQ Monitor