Smartphone top di gamma a confronto: qual è il migliore per fare foto?

Smartphone top di gamma a confronto: qual è il migliore per fare foto?

di Alberto De Bernardi , pubblicato il

“E' Huawei P20 Pro lo smartphone top di gamma che scatta le migliori fotografie: vediamo per quale motivo, dal punto di vista tecnico, in un confronto che coinvolge Apple iPhone X, LG G7 ThinQ ,One Plus 6, Samsung Galaxy S9 Plus e Asus ZenFone 5z”

Apple iPhone X

Anche nel caso dell'iPhone, il livello di dettaglio garantito è più che buono. Il metodo hyperbolic wedge, più attendibile nel caso degli smartphone, colloca il prodotto Apple sopra al rivale Asus. Visivamente, si ha completa estinzione del pattern nell'intorno delle 2200 LW/PH, come nel caso dello ZenPhone 5z, e anche il livello di aliasing è confrontabile.


Punteggi reali oltre le 1800 LW/PH collocano il prodotto Apple appena sopra il rivale Asus.

Meno attendibile, e questo vale per tutti gli smartphone, il punteggio MTF slanted edge, che per sua natura è più influenzato dagli sviluppi aggressivi tipici di questa categoria di prodotti. Interpretato correttamente, anche questo dato offre comunque informazioni. Nel caso specifico, l'elaborazione in-camera è stata tanto aggressiva da creare artefatti ai bordi che sono stati interpretati come undersharpening. In realtà è tutto l'opposto: le immagini mostrano un elevato contrasto locale, il che da buona impressione di nitidezza.


Particolare del target di risoluzione - clicca per ingrandire.

Anche rispetto al colore, il comportamento di questo modello è molto sopra le righe: la saturazione, in modalità Auto, arriva a sfiorare il 130%. Per questo, e per un errore molto elevato sul punto di bianco, la fedeltà cromatica non può essere impeccabile, mentre è molto preciso l'esposimetro, che ha garantito nel corso dei nostri test un errore pressoché nullo.


Saturazione eccessiva dei colori ed elevato errore sul punto di bianco portano a una fedeltà cromatica modesta. Se parlassimo di reflex, il giudizio sarebbe drasticamente insufficiente; se la fedeltà cromatica non è richiesta, però, il risultato finale può risultare visivamente accattivante.

In sintesi, da un punto di vista squisitamente tecnico, le immagini prodotte dall'iPhone sono tutt'altro che perfette. Ciò non di meno, essendo molto sature e incise, risultano indubbiamente accattivanti, tanto da poter essere preferite, da un'ampia fascia di pubblico, ad altre tecnicamente (e asetticamente) più valide.  


Pochissime possibilità di scelta con gli smartphone Apple che, salvo l'utilizzo di applicazioni specifiche, consentono di lavorare esclusivamente in completo automatismo.

Secondo tradizione Apple, nessuna particolare funzione, se non uno zoom 2X che mantiene un più che decoroso livello di dettaglio: completa estinzione del pattern, in questo caso, oltre le 1800 LW/PH.

BenQ Monitor