Smartphone top di gamma a confronto: qual è il migliore per fare foto?

Smartphone top di gamma a confronto: qual è il migliore per fare foto?

di Alberto De Bernardi , pubblicato il

“E' Huawei P20 Pro lo smartphone top di gamma che scatta le migliori fotografie: vediamo per quale motivo, dal punto di vista tecnico, in un confronto che coinvolge Apple iPhone X, LG G7 ThinQ ,One Plus 6, Samsung Galaxy S9 Plus e Asus ZenFone 5z”

Huawei P20 Pro

Gli smartphone Huawei hanno sempre puntato molto sulla sezione imaging, e i risultati ottenuti da questo P20 Pro dimostrano che l'impegno paga. Eccezionale la risoluzione di questa fotocamera, per la quale l'opzione Hi-Res da 40 Mpixel è molto più di una voce di menu.


Stratosferici i punteggi MTF ottenuti del P20Pro in modalità Hi-Res, che lo collocano nella categoria delle reflex da 24 Mpixel. Anche utilizzando la risoluzione standard, le prestazioni sono sopra la media.

Già in modalità standard (10 Mpixel), le immagini mostrano un livello di dettaglio sopra la media, con punteggi MTF compresi tra 1800 e 1900 LW/PH. Paradossalmente, però, lavorando in manuale, emerge un approccio quasi "da reflex", con sharpening modesto, che penalizza la percezione di nitidezza e quindi l'impatto complessivo delle immagini.


A sinistra: modalità Pro. A destra: modalità Auto. I punteggi normalizzati (linea rossa tratteggiata) valgono, in entrambi i casi, tra le 1850 e le 1900 LW/PH. Differente, però, il livello di sharpening. La modalità Pro, a risoluzione standard, è piuttosto "morbida", quasi ci si attendesse una post-produzione. Al contrario, la modalità Auto è molto incisa, anche se non si osservano qui gli eccessi di altri Smartphone.

A 10 Mpixel, meglio allora utilizzare la modalità Auto, che da una "spinta" in più, pur senza esagerare (oversharpening del 12,3% al centro, dell'1,6% ai bordi).


Il buon comportamento cromatico del P20 Pro, indipendente dalla risoluzione utilizazta.

Passando a 40 Mpixel, le immagini si fanno per loro natura più incise, e il livello di sharpening risulta ottimale anche in modalità Pro/40Mpixel. Si registrano 3000 incredibili LW/PH, pienamente confermate tanto dall'analisi visiva quanto dal metodo hyperbolic wedge – di fatto siamo di fronte a prestazioni analoghe a quelle di una reflex da 24 Mpixel!

100 ISO
100 ISO - clicca per ingrandire

800 ISO
800 ISO - clicca per ingrandire

3200 ISO
3200 ISO - clicca per ingrandire

Buono anche il comportamento cromatico, con saturazione dei colori che si mantiene oltre il 100% fino a 800 ISO compresi. A proposito di alta sensibilità, analizzando anche i particolari dello still-life e il rumore in essi presente, possiamo dire che gli 800 ISO risultano sicuramente alla portata di questo modello, anche a 40 Mpixel – il livello di rumore non è in effetti drasticamente diverso tra le due risoluzioni.


Confronto tra 10 e 40 Mpixel, proporzioni reali, crop 100% - clicca per ingrandire.

Molto buona l'esposizione, mentre l'accuratezza del punto di bianco è inferiore alla media. Anche rispetto al colore, il programma Auto assicura decisamente i migliori risultati, a prescindere dalla risoluzione impostata.


Degrado prestazionale osservato con zoom 3x (sinistra) e 5x (destra) - clicca per ingrandire.

Usando lo zoom, infine, la nitidezza "tiene" piuttosto bene fino a 3x (circa 1300-1500 LW/PH, rispettivamente, ai bordi e al centro), mentre a 5X si osserva un crollo più evidente (950-1100 LW/PH).

BenQ Monitor