Fujifilm X-E3, la mirrorless compatta adotta il sensore da 24 Mpixel

Fujifilm X-E3, la mirrorless compatta adotta il sensore da 24 Mpixel

di Alberto De Bernardi , pubblicato il

“Fujifilm aggiorna il suo modello "leggero" con sensore e processore delle top di gamma. Mai così compatta, con migliorata connettività e funzionalità touch riviste. Ecco la nostra recensione completa”

Conclusioni

La Fujifilm X-E3 è la mirrorless di casa più compatta tra quelle dotate di mirino, il che la qualifica immediatamente come prodotto ideale per quanti desiderano un sistema portatile ma di alta qualità.

Al pari di altri modelli basati sullo stesso sensore, l'adozione dell'X-Trans CMOS III da 24 Mpixel consente alla X-E3 di ottenere risultati qualitativamente al top tra le APS-C, lasciando ai modelli di fascia superiore vantaggi esclusivamente funzionali, come il mirino ibrido (X-Pro2) o corpo simil-reflex tropicalizzato (X-T2). L'eccellente resa fotografica si accompagna a una rinnovata funzionalità che (sempre al pari dei prodotti basati su identico sensore) supera abbondantemente quella dei precedenti modelli della stessa famiglia.


Stupiscono le prestazioni che, grazie all'uso dell'otturatore elettronico, arrivano a superare quelle della X-T2 in termini di cadenza di scatto, mentre abbiamo trovato il mirino leggermente sottotono, soprattutto a causa delle ridotte dimensioni e dell'altrettanto ridotto eye-point – in sintesi, la X-E3 non è il modello migliore per chi è solito lavorare prevalentemente con il mirino.    

Come spesso accade, sono i modelli di fascia media a offrire il miglior rapporto qualità/prezzo, e la X-E3 non fa eccezione. Certamente alcuni utenti troveranno più appetibili le serie X-Pro e X-T ma le similitudini, sempre più marcate in casa Fuji, tra fascia media e top, fanno di questa fotocamera un prodotto da considerare attentamente. 

Articoli correlati

Fujifilm X-H1: anche Fuji alza il tiro e presenta la mirrorless con sensore stabilizzato

Fujifilm X-H1: anche Fuji alza il tiro e presenta la mirrorless con sensore stabilizzato

La capostipite di questa nuova serie è la nuova Fujifilm X-H1, fotocamera che punta a dare filo da torcere alla concorrenza delle mirrorless sportive come Sony A6500, in parte Sony A9 e Panasonic Lumix G9
YI-M1, In prova la mirrorless cinese MQT super-economica

YI-M1, In prova la mirrorless cinese MQT super-economica

Una mirrorless MQT con 2 obiettivi a meno di 500 Euro? Possibile, se la mirrorless è la (Xiaoyi) YI-M1. Il prezzo non è, comunque l'unico argomento a suo favore. Ecco la nostra recensione completa


Commenti (6)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Per contattare l'autore del pezzo, così da avere una risposta rapida, si prega di utilizzare l'email personale (vedere in alto sotto il titolo). Non è detto che una domanda diretta inserita nei commenti venga verificata in tempi rapidi. In alternativa contattare la redazione a questo indirizzo email.
Commento # 1 di: Eress pubblicato il 20 Febbraio 2018, 17:53
Probabilmente l'iso 12.800 sarà solo teorica e improponibile nella realtà come risultato decente. Poi non capisco perché non abbia i 100 iso, ma 200 di base.
Per il resto buon sensore, ma poi come sempre dipende tutto dalla qualità delle lenti dell'obbiettivo.
Commento # 2 di: oatmeal pubblicato il 20 Febbraio 2018, 18:59
Originariamente inviato da: Eress
Probabilmente l'iso 12.800 sarà solo teorica e improponibile nella realtà come risultato decente. Poi non capisco perché non abbia i 100 iso, ma 200 di base.
Per il resto buon sensore, ma poi come sempre dipende tutto dalla qualità delle lenti dell'obbiettivo.


beh sulla qualità delle lenti Fujinon non si discute e quelle usate in in prova sono tutte ottime, compreso il 18-55 che non è assolutamente una lente da kit come qualcuno può immaginare.
Il discorso ISO della Fuji è parecchio complicato ma per semplificare considera i 200 come i i 100 effettivi, quindi di conseguenza i 12.800 come 6400
Commento # 3 di: Lionking-Cyan pubblicato il 20 Febbraio 2018, 19:34
A stabilizzazione come è?
Commento # 4 di: oatmeal pubblicato il 20 Febbraio 2018, 19:57
Originariamente inviato da: Lionking-Cyan
A stabilizzazione come è?


non è stabilizzata
Commento # 5 di: pingalep pubblicato il 23 Febbraio 2018, 01:32
fuji pulisce i raw in camera dal rumore. che quindi non sono veri e propri raw ma raw cucinati. però pare gli utenti non si lamentino. però è corretto da ricordare, che fuji non fa miracoli, semplciemente non ti permette di fare uno step sul pc, quello del denoise, lo fai lei come credo meglio ee basta. e considerando la peculiarità del sensore x-trans, credo salvi gli utenti da un sacco di beghe
Commento # 6 di: genesi86 pubblicato il 26 Febbraio 2018, 14:58
Originariamente inviato da: pingalep
fuji pulisce i raw in camera dal rumore. che quindi non sono veri e propri raw ma raw cucinati. però pare gli utenti non si lamentino. però è corretto da ricordare, che fuji non fa miracoli, semplciemente non ti permette di fare uno step sul pc, quello del denoise, lo fai lei come credo meglio ee basta. e considerando la peculiarità del sensore x-trans, credo salvi gli utenti da un sacco di beghe


ma dove leggete questa roba? TUTTI i raw sono file in cui è già presente la "firma" del produttore, quindi non esiste un raw "puro" o un raw "cucinato", perchè tutti i raw sono una conversione finale del segnale catturato inizialmente dal sensore. L'argoritmo di questa conversione, viene data dal produttore, sempre, che ne detta le caratteristiche.
Ora non conosco il workflow dietro a questi scatti di prova, quindi non posso esprimermi, ma l'unica cosa certa è la qualità, ripeto, qualità e NON quantità, del rumore fujifilm, dovuto alla mancanza del filtro AA e dalla natura dell'x-trans, il quale permette di avere una grana poco "spalmata" e molto simile alla pellicola, questo permette un doppio vantaggio:
1. grana visivamente piacevole e poco disturbaten
2. facilità di rimozione della grana, perchè essendo ben puntiforme, semplifica il lavoro degli algoritmi di denoise che quindi possono lavorare meglio e con risultati migliori.
BenQ Monitor