Panasonic Lumix G9, 20 fps e funzioni avanzate per aggredire le reflex APS di fascia alta

Panasonic Lumix G9, 20 fps e funzioni avanzate per aggredire le reflex APS di fascia alta

di Alberto De Bernardi , pubblicato il

“Più foto che video. Grande velocità, buon mirino, e tanta elettronica per garantire lo scatto perfetto. Perlopiù eccellente, ma con un firmware da affinare. ”

Scatto remoto

La Lumix G9, come del resto altri modelli Panasonic, si distingue per funzioni di controllo e gestione remota particolarmente sofisticate e ben implementate. Ne diamo di seguito una panoramica, presentando le schermate più significative di Panasonic Image App.


Diverse le possibilità di connessione, con la modalità Wi-Fi che prevede il collegamento sia diretto sia tramite rete strutturata. In ogni caso, la connessione avviene sempre a colpo sicuro. Molto pratico l'elenco (automatico) delle connessioni recenti, che rende tutte le comunicazioni successive alla prima ancora più rapide. 


In fase di scatto, si ha il completo controllo della fotocamera. Si noti come sia possibile personalizzare la vista con più o meno informazioni di scatto, quasi come si stesse lavorando con il display posteriore, e la completa implementazione della messa a fuoco manuale.


L'inquadratura orizzontale, a tutto schermo, è particolarmente ordinata ed efficace.


Oltre che lo scatto remoto, l'App consente, come di consueto, di accedere alle immagini già registrate.


Le possibilità di impostazione in fase di scatto sono pressoché equivalenti a quelle disponibili direttamente in-camera.  


Non mancano simpatiche funzioni accessorie, come la possibilità di creare un collage.


I menu di impostazione danno ampio margine di manovra. Nella terza schermata si può vedere l'elenco dei servizi web disponibili, mentre la quarta mostra una curiosa funzione presente in altri modelli Panasonic (lo scatto automatico al salto del soggetto), resa qui disponibile tramite App.    

BenQ Monitor