Epson EcoTank 7700, la carica di inchiostro dura 3 anni

Epson EcoTank 7700, la carica di inchiostro dura 3 anni

di Alberto De Bernardi , pubblicato il

“La linea EcoTank si evolve e giunge a maturazione con la ET-7000, versatile multifunzione Office per chi stampa molto. Non esattamente una fotografica, ma può essere usata anche per la produzione di immagini. ”

Conclusioni

La prima generazione di stampanti Epson EcoTank ha destato molto interesse per aver stravolto il paradigma "stampante venduta a prezzo di costo – margine di guadagno sugli inchiostri", offrendo così un'interessante alternativa alle laser per chi necessita di produrre un'elevata quantità di documenti.
Complice anche la nuova, necessaria formulazione degli inchiostri, la prima generazione di prodotti ha però mostrato più ombre che luci, a causa di una qualità di stampa non eccelsa e un'ingegnerizzazione dei serbatoi di ricarica migliorabile.


La ET-7700, esempio di prodotti EcoTank di nuova generazione, ha pienamente risolto i problemi di gioventù della prima generazione, e appare ora come un prodotto maturo e interessante.

La qualità di stampa, per iniziare, è cresciuta enormemente e nella produzione di testo eguaglia ora quelle delle stampanti documentali tradizionali (che dopo quasi quarant'anni di sviluppo hanno raggiunto vette eccellenti). Anche la velocità di stampa è cresciuta, ma soprattutto i serbatoi di inchiostro sono ora ben integrati nel prodotto e molto più pratici da utilizzare.


Epson ET-7700, prova di stampa in qualità Alta su carta premium Glossy.

A livello di produzione fotografica, la ET-7700 non eguaglia esattamente i prodotti specializzati ma, come qualsiasi inkjet CYMK, è perfettamente in grado di produrre un buon 10x15 su carta fotografica glossy che soddisferà pienamente la maggioranza degli utenti.    

La linea EcoTank rimane comunque un prodotto per pochi, dato che il risparmio sugli inchiostri porta a pareggiare il maggior costo della stampante dopo diverse migliaia di stampe (indicativamente 7000, dato sostanzialmente invariato dall'introduzione della capostipite L300). Chi stampa con regolarità, troverà nella ET-7700 (e nella gemella formato A3, la ET-7750) un'interessante alternativa alle stampanti laser, rispetto alle quali risulta più compatta, in molti casi più evoluta in termini di connettività e gestione remota, e capace di stampare foto a colori con una qualità che, pur inferiore a quelle delle migliori inkjet prettamente fotografiche, supera facilmente quella di qualsiasi laser a colori.


Commenti (11)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Per contattare l'autore del pezzo, così da avere una risposta rapida, si prega di utilizzare l'email personale (vedere in alto sotto il titolo). Non è detto che una domanda diretta inserita nei commenti venga verificata in tempi rapidi. In alternativa contattare la redazione a questo indirizzo email.
Commento # 1 di: jepessen pubblicato il 11 Dicembre 2017, 15:09
Boh.. A me piace, ma la mia sensazione e' che sia bella ma inutile...

Non ha una qualita' abbastanza elevata da definirsi fotografica, quindi per le foto non va bene.
Ha dei costi di gestione accettabili solo per volumi di stampa non trascurabilii, quindi se stampi poco non va bene.
E' scomoda per volumi di stampa non trascurabili per la limitata capacita' dei cassetti per la carta, quindi se stampi tanto non va bene.
Ha uno scanner scomodo per l'ufficio dove un ADF e' praticamente indispensabile, quindi se devi scansionare parecchi documenti con piu' fogli non va bene.

Una buona idea implementata male. Dovrebbero fare una multifunzione piu' professionale con la stessa tecnologia, con piu' capacita' di carta ed uno scanner migliore (non e' che non le sappiano fare, hanno realizzato alcuni gioiellini da questo punto di vista); cosi' non mi sembra ne' carne ne' pesce.
Commento # 2 di: kust0r pubblicato il 11 Dicembre 2017, 15:26
esigenze di posizionamento sul mercato...
Commento # 3 di: Cappej pubblicato il 11 Dicembre 2017, 20:41
Mah..

Potrebbe avere un senso per un fotografo che si stampa e scatta e rivende le foto visto il costo-copia così irrisorio; faccio matrimoni o eventi, quindi scatto-e-stampo(e-vendo) sul luogo. Anziché quei "cessetti" con le cartucce e carta prepagati (chiaramente devo essere ben organizzato).
Ma è anche vero che la chiami "photo" è poi mi dai solo 4 inchiostri? Sono perplesso... Se vengono davvero bene, vuol dire che fino ad adesso ci hanno preso per il cu*o con i vari light-cyan, light-magenta ecc..

C'è anche il tentativo di irrompere nel dominio delle laser negli uffici (mi replico nominando nuovamente la concorrenza HP con i suoi modelli pagewide) e quindi garantire ne copie a prezzi molti bassi.

Sinceramente, in tutti questi casi, la cosa che mi frenerebbe sarebbe l'investimento iniziale, non tanto per la spesa di per sé, magari compensabile nel breve periodo, ma dalla qualità di quel "rottamino" che, di norma, dovrebbe durare 2-3 anni e fare, senza batter ciglio, 6000 copie circa...

Bha... Conoscendola come hanno prodotto fin'ora... Non mi fiderei.

Imho
Commento # 4 di: secerot pubblicato il 12 Dicembre 2017, 09:49
per me si

Chi critica non conosce i problemi delle laser da ufficio! stampe buone solo in bn,il colore appena appena decente lo ottieni solo su specialissime e costose carte dedicate... costo copia minore(toner che si bloccano e rulli che si fondono)ammesso che in un piccolo ufficio possa tornare utile avere delle stampe a colore spesso non si adotta quella soluzione per motivi di costo, le laser colore hanno una cartuccia toner molto piu' costosa, e fra umidità e inutilizzo poi i risultati lasciano a desiderarem per non parlare del banding..quindi per me è positivo che finalmente i produttori si cimentino in soluzioni a liquido che non siano i soliti plotter, oltre che per una garantità maggiore qualità state tranquilli che la manutenzione è più semplice!il prezzo può anche lasciare perplessi ma quello è frutto di dinamiche di mercato, chiaramente rivolta ad enti pubblici e non di media grandezza ,il prodotto idoneo per attaccare il dominio di Canon e HP in questi settori.
Commento # 5 di: djfix13 pubblicato il 12 Dicembre 2017, 10:01
ci sono le stampati Brother che hanno i serbatoi (cartuccie) esterni (fissi) dal quale risucchia l'inchiostro. una A3 con fax e ADF fronte/retro fotografica parte dai 170 euro.
non so come Epson possa piazzare questa a 5 volte tanto.
la Full-A3 costa 250 euro https://www.brother.it/full-a3
Commento # 6 di: domthewizard pubblicato il 12 Dicembre 2017, 10:22
Originariamente inviato da: secerot
Chi critica non conosce i problemi delle laser da ufficio! stampe buone solo in bn,il colore appena appena decente lo ottieni solo su specialissime e costose carte dedicate... costo copia minore(toner che si bloccano e rulli che si fondono)ammesso che in un piccolo ufficio possa tornare utile avere delle stampe a colore spesso non si adotta quella soluzione per motivi di costo, le laser colore hanno una cartuccia toner molto piu' costosa, e fra umidità e inutilizzo poi i risultati lasciano a desiderarem per non parlare del banding..quindi per me è positivo che finalmente i produttori si cimentino in soluzioni a liquido che non siano i soliti plotter, oltre che per una garantità maggiore qualità state tranquilli che la manutenzione è più semplice!il prezzo può anche lasciare perplessi ma quello è frutto di dinamiche di mercato, chiaramente rivolta ad enti pubblici e non di media grandezza ,il prodotto idoneo per attaccare il dominio di Canon e HP in questi settori.

quoto tutto, e oltretutto la manutenzione delle laser da ufficio costa una fucilata a meno di non prenderla a noleggio, e anche lì hai il problema del tempo in cui può intervenire un tecnico. però hanno anche ragione gli altri a trovarla senza senso, le ecotank non valgono assolutamente quello che costano semplicemente perchè sono stampanti economiche ultraprezzate per via del ciss integrato; normalmente quella stampante non supererebbe i 150€ di street price...

anche perchè documentandosi meglio con quasi gli stessi soldi si può prendere la wf-8510 che può montare le taniche ricaricabili, magari ricaricate con l'inchiostro epson originale delle ecotank più economiche che dovrebbe essere lo stesso inchiostro

Originariamente inviato da: djfix13
ci sono le stampati Brother che hanno i serbatoi (cartuccie) esterni (fissi) dal quale risucchia l'inchiostro. una A3 con fax e ADF fronte/retro fotografica parte dai 170 euro.
non so come Epson possa piazzare questa a 5 volte tanto.
la Full-A3 costa 250 euro https://www.brother.it/full-a3

la qualità di brother non è quella di epson fidati, soprattutto delle workforce
Commento # 7 di: Tedturb0 pubblicato il 12 Dicembre 2017, 12:42
la brother ha anche l'ADF a meta del prezzo.. interessante.. Forse epson dovrebbe cambiare qualche product manager..
Commento # 8 di: Uncle Scrooge pubblicato il 14 Dicembre 2017, 15:49
Alcuni anni fa ho avuto una multifunzione Brother casalinga con le famose cartucce fisse esterne e senza chip. Praticamente "un invito ufficiale" a ricaricarsele da soli senza le solite menate di chip da resettare e cartucce da bucare e richiudere che si deteriorano comunque dopo un paio di ricariche.

La stampante lavorava egregiamente ma è durata molto poco. Purtroppo la testina fissa e non sostituibile si è ostruita nel giro di un anno (anche con utilizzo regolare della stampante) nonostante avessi ricaricato con inchiostri specifici e di qualità.

Aspetto qualcuno che mi smentisca, ma per ora resto convinto che le stampanti a getto d'inchiostro possano essere durevoli solo con la testina di stampa incorporata sulle cartucce, ovviamente con i costi che ne conseguono.
Commento # 9 di: Stefano Landau pubblicato il 14 Dicembre 2017, 20:37
Meglio le Laser.

Da quando sono passato alle laser a colori ho dimenticato i problemi delle getto d'inchiostro.
Per un utilizzo saltuario casalingo le getto sono da evitare. Si secca l'inchiostro nella testina e butti via la stampante.
Con le laser questi problemi non ci sono.....

E' vero poi che le stampe a colori fotografiche non sono il massimo..... ma io le foto le stampo in laboratorio e non a casa. In laboratorio costa meno e vengono molto meglio che a casa.....
Commento # 10 di: amd-novello pubblicato il 15 Dicembre 2017, 23:42
sono alla seconda laser dopo un milione di soldi buttati nelle patetiche getto d'inchiostro che se lasciate spente per un po' si intasano e si seccano. la laser la accendi tre volte all'anno ed è sempre pronta e con una qualità del testo molto alta anche su carta discutibile.
ho auvto una laser per una decina d'anni e col trasloco si è rotta. ora una hp con scanner incorporato.
mai cambiati toner. stampo poco ma mi serve farlo quando ne ho bisogno. mai più getto.
« Pagina Precedente     Pagina Successiva »
BenQ Monitor