PaintShop Pro 2018, Corel aggiorna la sua alternativa a Photoshop

PaintShop Pro 2018, Corel aggiorna la sua alternativa a Photoshop

di Alberto De Bernardi , pubblicato il

“Interfaccia semplificata, maggiore velocità e più strumenti per PaintShop Pro, l'anti-Photoshop di Corel. Che punta tutto su prezzo concorrenziale e licenza perpetua. ”

Conclusioni

PaintShop Pro è un software di fotoritocco maturo e completo, che pur offrendo molti strumenti avanzati sceglie di indirizzarsi soprattutto a un pubblico non esperto. Molto efficace la strategia delle guide e degli strumenti assistiti (o del tutto automatici), che consentono a chiunque di ottenere buoni risultati fin dai primi istanti, risultando allo stesso tempo validi strumenti didattici.

A volte si tratta di dettagli, magari semplici note di testo che suggeriscono come usare la funzione selezionata. Ma tanto basta per dare all'utente la costante, piacevole sensazione di essere sempre assistito, laddove di fronte ad altri programmi considerati più professionali la prima impressione sarebbe probabilmente di smarrimento.

L'inevitabile confronto con i prodotti Adobe vede PaintShop Pro ben posizionato: più potente e sofisticato di Photoshop Elements, pur essendo più economico, paga qualcosa in termini di efficacia (soprattutto in ambito selezione/mascheratura) rispetto a Photoshop, che però risulta più ostico per i principianti ed è disponibile solo in abbonamento.

Il punto debole di questo pacchetto rimane il RAW converter. Quello integrato (Camera RAW Lab) è davvero elementare, e purtroppo nemmeno con il pacchetto Paint Shop Pro Ultimate si ottiene il "vero" RAW converter di Corel, che è AfterShot Pro (viene invece fornito AfterShot, che andrà poi upgradato alla versione Pro per poco meno di 23 Euro).

Abbiamo inoltre trovata fastidiosa la politica di gadget e acquisti in-app, proposti davvero troppo frequentemente. Rinunciando a qualche pacchetto accessorio, e investendo maggiormente su AfterShot (localizzazione italiana e versione Pro "di serie"), Corel avrebbe ottenuto a nostro avviso un prodotto davvero eccellente. In ogni caso, chi è disposto a soprassedere e ad accettare qualche piccolo compromesso, troverà in PaintShop Pro 2018 un pacchetto di fotoritocco dal rapporto qualità/prezzo davvero allettante.

Articoli correlati

GUIDA LIGHTROOM CC PARTE 3b - Gli strumenti di sviluppo essenziali

GUIDA LIGHTROOM CC PARTE 3b - Gli strumenti di sviluppo essenziali

Guida pratica al più noto e diffuso software di sviluppo e gestione dei file RAW: Adobe Lightroom. Conclusione della terza lezione, dedicata al cuore del programma: in questa puntata il modulo Sviluppo e la seconda metà degli strumenti "indispensabili" dei pannelli Base e Dettagli.
GUIDA LIGHTROOM CC PARTE 3a - Gli strumenti di sviluppo essenziali

GUIDA LIGHTROOM CC PARTE 3a - Gli strumenti di sviluppo essenziali

Guida pratica al più noto e diffuso software di sviluppo e gestione dei file RAW: Adobe Lightroom. Terza lezione, dedicata al cuore del programma: in questa puntata il modulo Sviluppo e la prima metà degli strumenti "indispensabili" dei pannelli Base e Dettagli.
GUIDA LIGHTROOM CC PARTE 2 - Organizzazione file e sviluppo rapido

GUIDA LIGHTROOM CC PARTE 2 - Organizzazione file e sviluppo rapido

Guida pratica al più noto e diffuso software di sviluppo e gestione dei file RAW: Adobe Lightroom. Seconda lezione, dedicata al modulo Libreria e alle sue funzioni di organizzazione delle immagini, sviluppo rapido ed esportazione.
GUIDA LIGHTROOM CC PARTE 1 - Interfaccia e importazione dei file

GUIDA LIGHTROOM CC PARTE 1 - Interfaccia e importazione dei file

Guida pratica al più noto e diffuso software di sviluppo e gestione dei file RAW: Adobe Lightroom. Prima lezione, dedicata all'interfaccia e alle diverse opzioni di importazione delle immagini.


Commenti (9)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Per contattare l'autore del pezzo, così da avere una risposta rapida, si prega di utilizzare l'email personale (vedere in alto sotto il titolo). Non è detto che una domanda diretta inserita nei commenti venga verificata in tempi rapidi. In alternativa contattare la redazione a questo indirizzo email.
Commento # 1 di: pipperon pubblicato il 14 Dicembre 2017, 18:53
ottimo

Lo uso dal 1997, quando l'imitazione chiamata phoshop tutti gli anni aveva, sui giornali, straordinarie possibilita' presenti nel pacchetto di jasc.

Passai alla versione del 2000 e passai 6 anni a sentire , sui giornali, le straordinarie possibilita' che phoshoppo aveva, presenti nel pacchetto di jasc anni prima. Il marketing e' potente in adobe.

Oggi, finalmente, photoshoppo ha superato il maestro ma e' ormai un programma lento e costoso. E siceramente, per quel prezzo, arretrato.
E' raro trovare qualcosa che veramente valga l'enorme differenza di prezzo.

Quando ti ti dicono che PS e' meglio basta che gli citi qualche funzione avanzanzata e capisci che non sanno usarla: non sanno usare il photoshop che amano e considerano migliore.

Oggi uso rawtherapee + PSP + GIMP e sto pensando di aggiungere krita per alcune lavorazioni.

Certo e' un un insieme di programmi anziche uno totipotente ma in molti ambiti piu' efficace. Bonuspack: risparmio 250E annui.
Commento # 2 di: variabilepippo pubblicato il 15 Dicembre 2017, 08:30
Non uso Paint Shop Pro da una vita (era ancora distribuito da JASC...), ma di recente ho acquistato Affinity Photo ed il relativo workbook: un pacchetto molto potente, usabile, veloce e soprattutto economico. Io lo comprai in offerta a 39.99€...
Commento # 3 di: cignox1 pubblicato il 15 Dicembre 2017, 10:16
Quando ebbi il mio primo computer, una delle cose che mi affascinarono fin da subito fu il fotoritocco. Tutti all'epoca parlavano di Photoshop, sulle riviste proponevano il painthop pro (molto meno potente, ma anche molto piú economico e con una marea di filtri).

Nessuno parlava peró di quello che era a mio avviso il migliore concorrente di Photoshop, quel Corel Photo Paint che sembra non averci mai davvero creduto, visto che ora ha acquisito e vende Paintshop Pro. Aveva davvero tutto: livelli (quasi: all'inizio adottava il concetto di "oggetti", strumenti per la pittura, tanti filtri pronti all'uso, supporto a molti file (ricordo con commozione la possibilitá di aprire alcuni video, mi pare quicktime ma non ne sono certo).

L'ho usato per anni e, anche quando a scuola ebbi modo di provare photoshop, ho abbandonato photopaint solo per passare a Gimp e abbracciare l'opensource (chiaramente non ho bisogno di questi software per uso professionale).

Ancora non capisco perché Corel non abbbia puntato su quel meraviglioso strumento che, tra l'altro, era anche disponibile per Linux...
Commento # 4 di: jepessen pubblicato il 15 Dicembre 2017, 13:09
E' un buon programma di fotoritocco, ma da qui a paragonarlo a Photoshop ce ne vuole... Funzioni e filtri potenti mancano.. Diciamo che e' un'alternativa per l'appasionato, non per il professionista che utilizza 'veramente' photoshop (e non si limita alle operazioni base)...

Lo vedo piu' come un concorrente di Affinity Photo (ed e' un complimento, e' molto valido), sta su quella categoria di funzionalita'...
Commento # 5 di: emac700 pubblicato il 16 Dicembre 2017, 14:22
Originariamente inviato da: cignox1
Quando ebbi il mio primo computer, una delle cose che mi affascinarono fin da subito fu il fotoritocco. Tutti all'epoca parlavano di Photoshop, sulle riviste proponevano il painthop pro (molto meno potente, ma anche molto piú economico e con una marea di filtri).

Nessuno parlava peró di quello che era a mio avviso il migliore concorrente di Photoshop, quel Corel Photo Paint che sembra non averci mai davvero creduto, visto che ora ha acquisito e vende Paintshop Pro. Aveva davvero tutto: livelli (quasi: all'inizio adottava il concetto di "oggetti", strumenti per la pittura, tanti filtri pronti all'uso, supporto a molti file (ricordo con commozione la possibilitá di aprire alcuni video, mi pare quicktime ma non ne sono certo).

L'ho usato per anni e, anche quando a scuola ebbi modo di provare photoshop, ho abbandonato photopaint solo per passare a Gimp e abbracciare l'opensource (chiaramente non ho bisogno di questi software per uso professionale).

Ancora non capisco perché Corel non abbbia puntato su quel meraviglioso strumento che, tra l'altro, era anche disponibile per Linux...

Perchè a fine anni 90 primi anni del millennio tutto quello che riguardava la stampa professionale girava su mac e la suitte corel pagava la gestione colore deficitaria dei vari windows 95/98/2000/xp.
Ogni tanto provavano a proporsi come alternativa professionale (svilupparono versioni mac dell'applicativo implementarono i profili icc etc) ma lo fecero con troppi anni di ritardo.
Commento # 6 di: schwalbe pubblicato il 16 Dicembre 2017, 15:28
Beh, Corel Photo-Paint ha il problema... che è rimasto a 15-20 anni fa!
Era in bundle a CorelDraw! e se si va a vedere le recensioni negli aspetti negativi c'era sempre, puntuale come le tasse, "CPP - Nessuna novità di rilievo".

Comunque hai prezzi menzionati, bisogna dire che conviene aspettare perché Corel, come tutte le ditte ormai, fa frequenti promozioni al 10, 20, 25% che a volte si aggiungono un 10% extra per giornate della Terra, Green, ecc.
Poi chi aveva installato Paint Shop Pro (ma anche VideoStudio), un mese fa è comparso banner per l'acquisto dell'aggiornamento Ultimate al 75% di sconto, in pratica 21,99 Euro.
Commento # 7 di: hexaae pubblicato il 17 Dicembre 2017, 18:40
Paint Shop Pro nelle ultime version X9+ è diventato davvero molto potente con filtri e effetti avanzati, alcuni non presenti in Photoshop e/o di qualità addirittura superiore.
Ormai il divario con Photoshop (che ha cmq alcune opzioni avanzate in più è molto molto breve. Purtroppo nell'immaginario collettivo resta il fratello povero, ma non è più così da alcuni anni, e PS costa davvero troppo ora che Adobe prevede solo l'abbonamento mensile (per l'Italia molto più caro che in USA).

Può essere una soluzione professionale con tanto di template e oggetti avanzati? Sì.
Paint Shop Pro e Affinity Photo sono ottimi programmi anche per un uso professionale con alcune chicche speciali in più pur rispetto al famoso PS.
Commento # 8 di: karplus pubblicato il 20 Dicembre 2017, 12:07
Io per fare un crop al volo o operazioni molto semplici uso ancora paint shop pro 7.04 rilasciato nel 2000. È incredibile la velocità con cui si apre il caro vecchio psp... Ovviamente per le cose più avanzate uso gimp, che in apertura è sempre stato un po' lentino ma sopporto, anche se è fermo alla versione 2.8 da tempo ormai.
Commento # 9 di: Wikkle pubblicato il 05 Gennaio 2018, 09:18
E' da anni che vorrei mollare definitivamente quei .... di Adobe (non so come definire l'azienda senza essere offensivo).

Perchè è stata veramente una mossa schifosa obbligare a pagare la tassa mensile, togliendo la possibilità di comperare la suite e tenersela per quanto si voglia.

Purtroppo non trovo l'alternativa a Indesign e devo restare legato alla CS
BenQ Monitor