Tre buoni motivi per visitare la mostra Wildlife Photographer of The Year a Milano

Tre buoni motivi per visitare la mostra Wildlife Photographer of The Year a Milano

di Roberto Colombo, pubblicata il

“Tre buoni motivi per visitare la mostra Wildlife Photographer of the Year a Milano 📷 1- Vedere le foto stampate è un'altra cosa 2- Le didascalie raccontano ogni scatto 3- I dati di scatto soddisfano la curiosità anche dei più tecnici”

Dal 5 ottobre scorso e fino al 9 dicembre prossimo, come vi raccontavo nella notizia a questo indirizzo, è possibile visitare presso gli spazi della Fondazione Luciana Matalon in Foro Buonaparte 67 in centro a Milano la mostra delle foto Wildlife Photographer of the Year.

Il concorso è uno dei più ambiti del globo: giunto alla sua 53esima edizione è indetto dal Natural History Museum di Londra e premi i fotografi secondo 16 categorie. Tra essi vengono poi scelti i due vincitori finali, che possono fregiarsi del titolo di Wildlife Photographer of the Year e Young Wildlife Photographer of the Year.

Lo scatto che è valso a Brent Stirton il titolo di Wildlife Photographer of the Year

Dopo aver visitato la mostra posso davvero dire che vale la pena di fare un salto a vederla, per diverse ragioni. La prima può sembrare scontata, ma il vedere le foto stampate in grande formato è un'esperienza diversa dall'osservazione delle stesse solo in digitale sullo schermo di un computer. L'allestimento è lineare, ben curato e aiuta ad avere un colpo d'occhio sulle diverse categorie.

In secondo luogo le didascalie aiutano a contestualizzare ogni scatto, raccontandone anche i retroscena, come ad esempio le ore di immersione in acque gelide necessarie per riuscire a portare a casa una certa foto. Oppure raccontano del contesto, dell'ambiente in cui vivono gli animali, di come e quanto la loro sopravvivenza sia messa a repentaglio dalle attività umane.

Per i più tecnici sono tutti da gustare i dati di scatto. Ogni immagine è corredata dai seguenti dati: marca e modello della fotocamera, obiettivo utilizzato, diaframma, ISO e tempi di scatto utilizzati. La triade dei dati di scatto permette di gettare una luce diversa su alcuni degli scatti, rivelando la grande tecnica che vi si nasconde dietro.

Per chi fosse interessato, qui sotto tutti i dettagli:

ORARI
Tutti i giorni e festivi h 10 – 19 / Venerdì h 10 – 22 / Chiuso Lunedì
Chiusura biglietteria 30 minuti prima
1 novembre, 7 e 8 dicembre aperti.
Sabato 17 novembre chiusura anticipata alle ore 18.00

INGRESSO
Intero € 9 / Ridotto € 7 (bambini 6 -12 anni, Over 65) + Tessera associativa € 1
Gratuito bambini 0-5 anni
Promozione family friendly > con 2 genitori (o adulti) paganti, gratuità per 2 bambini (6-12 anni) da loro accompagnati
Gruppi di disabili € 5 (l’accompagnatore paga € 1 di Tessera associativa)

Wildlife Photographer of the Year – Milano 2018


Commenti (4)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Per contattare l'autore del pezzo, così da avere una risposta rapida, si prega di utilizzare l'email personale (vedere in alto sotto il titolo). Non è detto che una domanda diretta inserita nei commenti venga verificata in tempi rapidi. In alternativa contattare la redazione a questo indirizzo email.
Commento # 1 di: tallines pubblicato il 12 Ottobre 2018, 19:35
Interessante .

E' che stampare molte immagini, chissà quanto sarà costato.............
Commento # 2 di: kayakero pubblicato il 12 Ottobre 2018, 23:06
Tre buoni motivi per visitare la mostra Wildlife Photographer of

Non vorrei sbagliarmi ma mi pare che Brent Stirton sia in vincitore dell'edizione di Wildlife Photographer of the Year edizione 2017...
Commento # 3 di: kayakero pubblicato il 12 Ottobre 2018, 23:17
rettifica

...ooooopppppsssss pardon...in effetti non c'è ancora un edizione 2018...verrà aperta solo il 23 ottobre.
Commento # 4 di: the_joe pubblicato il 13 Ottobre 2018, 06:49
Originariamente inviato da: Redazione di Hardware Upgrade
Link alla notizia: https://www.fotografidigitali.it/ne...lano_78510.html

Tre buoni motivi per visitare la mostra Wildlife Photographer of the Year a Milano
📷
1- Vedere le foto stampate è un'altra cosa
2- Le didascalie raccontano ogni scatto
3- I dati di scatto soddisfano la curiosità anche dei più tecnici

Click sul link per visualizzare la notizia.


Secondo me:

1) una fotografia è stampata se non è stampata è un'immagine digitale. Il processo di stampa per quanto è delicato e tecnico deve far parte della fotografia.

2) ottimo

3) dovrebbero essere indicati anche i passaggi di fotoritocco, ad oggi la triade dei dati di scatto è un'informazione molto parziale.
BenQ Monitor