Sony presenta SEL18135, obiettivo 18-135mm F3.5-5.6 OSS per il formato APS-C

Sony presenta SEL18135, obiettivo 18-135mm F3.5-5.6 OSS per il formato APS-C

di Alessandro Bordin, pubblicata il

“Nuovo obiettivo per il formato APS-C in casa Sony, con la presentazione del nuovo SEL18135 18-135mm F3.5-5.6 OSS in arrivo per febbraio. Stabilizzatore ottico e costruzione accurata sono alcune delle caratteristiche che lo contraddistinguono.”


Commenti (38)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Per contattare l'autore del pezzo, così da avere una risposta rapida, si prega di utilizzare l'email personale (vedere in alto sotto il titolo). Non è detto che una domanda diretta inserita nei commenti venga verificata in tempi rapidi. In alternativa contattare la redazione a questo indirizzo email.
Commento # 11 di: the_joe pubblicato il 06 Gennaio 2018, 10:19
Originariamente inviato da: massimilianonball
..mmmm.. si e no..

Come si fa a prendere un obiettivo con focale minima 6.3 e parlare di qualità delle immagini? Non parlo di crop del 200% parlo di qualità minima..

La scorsa settimana ho fatto foto e video al saggio di danza di mia figlia, certo un 18-135 avrebbe fatto comodo come focale, ma scattare in un teatro buio a ballerine che non stanno mai ferme (quindi si deve scattare ad almeno 1/250), a 6.3 ..di quanta ISO parliamo??

Con un obiettivo del genere puoi scattare solo in piena luce di giorno, per il resto per conto mio è inutilizzabile..


A parte che l'apertura (non la focale) massima è f5.6 a 135mm.

Comunque se avessi dato un'occhiata all'esposimetro mentre scattavi le foto a tua figlia avresti notato che la luce in teatro non è poi così poca, ci sono le luci spot sui protagonisti e lo sfondo resta scuro e per questo è facile fare foto sovraesposte se non si sa gestire la cosa, comunque con macchine che riescono a scattare a 1600 ISO senza troppi problemi la cosa è perfettamente gestibile, certo con un f2.8 è un'altra storia, ma sono anche altri costi e altre estensioni focali.
Ad esempio faccio molti video in teatro con una canon750 e il 18-135STM che è appunto 3,5-5,6 e pur avendo altre lenti, questa per i video è e resta insostituibile anche perchè se vuoi avere un minimo di profondità di campo devi sempre chiudere un po' il diaframma.....

Ogni strumento ha i suoi utilizzi e bollare qualcosa come "inutile" solo perchè non lo si sa usare o non è adatto a propri scopi personali è sempre una cosa fine a se stessa e inutile.
Commento # 12 di: massimilianonball pubblicato il 06 Gennaio 2018, 10:54
Originariamente inviato da: aald213
Assolutamente vero. L'altro giorno per esempio dovevo scattare una foto a una pulce, da 10 metri di distanza, in una camera oscura, e quella maledetta lente mi ha fatto perdere lo scatto. Sono sicuro che se avessi avuto la mia carriola con il 24-700 F0.95, avrei fatto una foto da premio nobel per la fotografia.


Commento # 13 di: massimilianonball pubblicato il 06 Gennaio 2018, 10:56
Originariamente inviato da: Marko#88
Si va bene, hai ragione.


Si discute di fotografia senza che nessuno debba per forza farne una questione personale..

Non si tratta di avere ragione o meno, è un forum si esprimono opinioni: ho detto la mia pur rispettando (ma non condividendo) ciò che avevi scritto..
Commento # 14 di: massimilianonball pubblicato il 06 Gennaio 2018, 10:56
Originariamente inviato da: Marko#88
Si va bene, hai ragione.


Si discute di fotografia senza che nessuno debba per forza farne una questione personale..

Non si tratta di avere ragione o meno, è un forum si esprimono opinioni: ho detto la mia pur rispettando (ma non condividendo) ciò che avevi scritto..
Commento # 15 di: massimilianonball pubblicato il 06 Gennaio 2018, 10:57
Originariamente inviato da: Marko#88
Si va bene, hai ragione.


Si discute di fotografia senza che nessuno debba per forza farne una questione personale..

Non si tratta di avere ragione o meno, è un forum si esprimono opinioni: ho detto la mia pur rispettando (ma non condividendo) ciò che avevi scritto..
Commento # 16 di: massimilianonball pubblicato il 06 Gennaio 2018, 11:14
Originariamente inviato da: the_joe
A parte che l'apertura (non la focale) massima è f5.6 a 135mm.

Comunque se avessi dato un'occhiata all'esposimetro mentre scattavi le foto a tua figlia avresti notato che la luce in teatro non è poi così poca, ci sono le luci spot sui protagonisti e lo sfondo resta scuro e per questo è facile fare foto sovraesposte se non si sa gestire la cosa, comunque con macchine che riescono a scattare a 1600 ISO senza troppi problemi la cosa è perfettamente gestibile, certo con un f2.8 è un'altra storia, ma sono anche altri costi e altre estensioni focali.
Ad esempio faccio molti video in teatro con una canon750 e il 18-135STM che è appunto 3,5-5,6 e pur avendo altre lenti, questa per i video è e resta insostituibile anche perchè se vuoi avere un minimo di profondità di campo devi sempre chiudere un po' il diaframma.....

Ogni strumento ha i suoi utilizzi e bollare qualcosa come "inutile" solo perchè non lo si sa usare o non è adatto a propri scopi personali è sempre una cosa fine a se stessa e inutile.


Grazie per avermi spiegato la differenza tra apertura e focale, dopo più di 20 anni di fotografia non l'avevo ancora capita bene, fino a questo commento..

Per il resto ti sei espresso su un contesto che non hai mai visto e questo la dice lunga su quanto sia attendibile il tuo commento..

Ad ogni modo.. una cosa è fare foto e una video: se ad esempio giri a 24fps, potresti usare velocità dell'otturatore a partire da 1/50, quindi la faccenda è ben diversa rispetto alle foto nelle quali sei costretto a 1/250 o (meglio) 1/320.. su aps-c con diaframma a 5,6 e ISO 1600 le ballerine nemmeno le vedi..
Quindi ci sta che te girando video possa usare quell'obiettivo, poi ovvio che come tu stesso affermi un 2.8 sarebbe ancora meglio..

Circa il rapporto tra chiusura del diaframma e profondità di campo, per motivi di sicurezza nel teatro in questione, fanno montare cavalletti solamente in fondo al teatro, per me quindi il problema non si presenta perché la distanza dal soggetto messo a fuoco è tale per cui anche a tutta apertura, ottengo una profondità di campo accettabile.
Commento # 17 di: roccia1234 pubblicato il 06 Gennaio 2018, 11:26
Originariamente inviato da: massimilianonball
Grazie per avermi spiegato la differenza tra apertura e focale, dopo più di 20 anni di fotografia non l'avevo ancora capita bene, fino a questo commento..


Se uno scrive "focale minima 6.3", qualche dubbio viene, eh.
Un po' come quelli che scrivono "fuoco 6.3".

Eh, quante vittime ha fatto quella f/
Commento # 18 di: massimilianonball pubblicato il 06 Gennaio 2018, 11:32
Scusate.. Ho risposto dal telefono mentre guardavamo vichinghi sul divano..

Scusate anche x i post a raffica..
Commento # 19 di: the_joe pubblicato il 06 Gennaio 2018, 17:11
Originariamente inviato da: massimilianonball
Grazie per avermi spiegato la differenza tra apertura e focale, dopo più di 20 anni di fotografia non l'avevo ancora capita bene, fino a questo commento..


Sei tu che hai sbagliato 2 cose su 2 e io ho risposto a quelle.
Per il resto ti sei espresso su un contesto che non hai mai visto e questo la dice lunga su quanto sia attendibile il tuo commento..

Posta i dati di scatto e vediamo quanta luce c'era sul palco.
Ad ogni modo.. una cosa è fare foto e una video: se ad esempio giri a 24fps, potresti usare velocità dell'otturatore a partire da 1/50, quindi la faccenda è ben diversa rispetto alle foto nelle quali sei costretto a 1/250 o (meglio) 1/320.. su aps-c con diaframma a 5,6 e ISO 1600 le ballerine nemmeno le vedi..
Quindi ci sta che te girando video possa usare quell'obiettivo, poi ovvio che come tu stesso affermi un 2.8 sarebbe ancora meglio..

Se è per fermare il movimento delle ballerine serve lo stesso tempo sia su aps-c che su full frame.
Circa il rapporto tra chiusura del diaframma e profondità di campo, per motivi di sicurezza nel teatro in questione, fanno montare cavalletti solamente in fondo al teatro, per me quindi il problema non si presenta perché la distanza dal soggetto messo a fuoco è tale per cui anche a tutta apertura, ottengo una profondità di campo accettabile.

Bene, un problema in meno.
Comunque non hai detto con quale ottica scatti, un 70-700 f.2.8 presumo.
Commento # 20 di: massimilianonball pubblicato il 06 Gennaio 2018, 18:51
Originariamente inviato da: the_joe
Sei tu che hai sbagliato 2 cose su 2 e io ho risposto a quelle.

Posta i dati di scatto e vediamo quanta luce c'era sul palco.

Se è per fermare il movimento delle ballerine serve lo stesso tempo sia su aps-c che su full frame.

Bene, un problema in meno.
Comunque non hai detto con quale ottica scatti, un 70-700 f.2.8 presumo.


Mi sono già scusato per gli errori di scrittura..

Non posto i dati di scatto perché stiamo andando off-topic, per non allungare troppo il brodo ti dico solo che l'esposizione corretta sotto il cono di luce la ottieni sottoesponendo di 1 - 1,3 stop.

Scattando con gli stessi tempi, su full-frame entra più luce per via del sensore più grande, quindi puoi permetterti di scattare ad ISO inferiori..

Io scatto con una sony a6000 con un 50mm f1.8 o con un 70-200 f4.
« Pagina Precedente     Pagina Successiva »