Riprendere il docking tra SpaceX Crew-1 e ISS dal giardino di casa

Riprendere il docking tra SpaceX Crew-1 e ISS dal giardino di casa

di Mattia Speroni, pubblicata il

“Riprendere il docking tra la capsula della missione SpaceX Crew-1 e la ISS dal proprio giardino di casa? Non solo possibile ma anche con un livello di dettaglio incredibile se si pensa che frutto di una passione e non di strumenti di agenzie.”

Con la missione SpaceX Crew-1 che ha raggiunto la Stazione Spaziale Internazionale negli scorsi giorni, abbiamo visto moltissime immagini stupende riprese da diverse angolazioni. Sia dallo Spazio che da terra facendo appassionare moltissime persone in tutto il Mondo. Ma alcune immagini sono anche pi spettacolari, come quelle riprese da Philip Smith.

SpaceX Crew-1 e ISS riprese dal giardino di casa

Philip Smith vive a Manorville (New York) ed appassionato di astronomia. La sua ultima impresa, che ha avuto ampia diffusione anche sui social, stata quella di riprendere il docking tra SpaceX Crew-1 e la Stazione Spaziale Internazionale dalla Terra. Il tutto con un ottimo dettaglio considerando che non si tratta comunque di un ente o un'agenzia statale.

spacex crew-1

Secondo quanto riportato stato impiegato un telescopio Celestron EdgeHD 14" con una fotocamera ZWO ASI174MM, oculare TeleVue 2X e un filtro rosso Astrodon e montatura equatoriale personalizzata per quanto riguarda sia hardware che software. Come si pu vedere la capsula di SpaceX Crew-1 si trova all'estrema destra mentre la ISS, ben pi grande, occupa il resto dell'immagine. Bisogna considerare che la capsula ha dimensioni tutto sommato ridotte, pari a 8,1 x 4 metri che ne rendono complessa la cattura fotografica.

spacex

Ancora pi interessante per un'altra immagine catturata sempre da Philip Smith con lo stesso sistema (tranne l'oculare che era una TeleVue 1.8X). Si tratta del docking tra la missione SpaceX Demo-2 e la ISS avvenuto qualche mese fa. In questo caso il dettaglio ancora pi elevato permettendo di distinguere in maniera chiara i vari elementi (sempre pensando che si tratta di strumenti amatoriale utilizzati da terra). La capsula nell'immagine qui sopra si trova a sinistra (si nota il colore bianco chiaro) mentre il resto della struttura quello della ISS.


Commenti (9)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Per contattare l'autore del pezzo, cos da avere una risposta rapida, si prega di utilizzare l'email personale (vedere in alto sotto il titolo). Non detto che una domanda diretta inserita nei commenti venga verificata in tempi rapidi. In alternativa contattare la redazione a questo indirizzo email.
Commento # 1 di: Fede pubblicato il 22 Novembre 2020, 18:14
pazzesco. massima stima per lui
Commento # 2 di: Perseverance pubblicato il 22 Novembre 2020, 18:43
Ma sbaglio o le scritte in quella foto usano la font di Thief 3 Deadly Shadows?

Cioè...
https://pcgamingwiki.ams3.digitaloc...io_settings.png

https://i.ytimg.com/vi/TWroTQIcbFs/maxresdefault.jpg


Si vede che chi l'ha fatto è appassionato come me

Vista distrattamente così mi è sembrato l'inizio di una missione con la mappa e le frecce disegnate con le scritte
Commento # 3 di: joe4th pubblicato il 23 Novembre 2020, 10:40
Pur essendo amatoriale, si distinguono abbastanza bene i dettagli. Ci sono in giro foto non amatoriali (prese da terra) della ISS di qualita' migliore?
Mi chiedo come abbia fatto a tenere il tracking sulla ISS, ok e' a soli "400km" da terra, ma l'orbita non e' proprio geostazionaria...
Commento # 4 di: joe4th pubblicato il 23 Novembre 2020, 10:45
Sarebbe comunque ora di iniziare a fare le stazioni spaziali rotanti in modo da avere la gravita' artificiale "virtuale" generata come forza centrifuga...basta fluttuare per 6 mesi...
Commento # 5 di: sidewinder pubblicato il 23 Novembre 2020, 11:05
Prima finiamo i vettori "pesanti" come SpaceX Starship, Blue Origin New Glenn, o NASA SLS per portare su i moduli nuovi.
Commento # 6 di: joe4th pubblicato il 23 Novembre 2020, 11:17
O lo Space Elevator... ;-)
Commento # 7 di: 386DX40 pubblicato il 23 Novembre 2020, 11:19
Originariamente inviato da: Perseverance
Ma sbaglio o le scritte in quella foto usano la font di Thief 3 Deadly Shadows?

Cioè...
https://pcgamingwiki.ams3.digitaloc...io_settings.png

https://i.ytimg.com/vi/TWroTQIcbFs/maxresdefault.jpg


Si vede che chi l'ha fatto è appassionato come me

Vista distrattamente così mi è sembrato l'inizio di una missione con la mappa e le frecce disegnate con le scritte


Meglio "Thief 2 The Metal Age"...
Finito di recente, unico gioco ad aver completato su PC da decenni, quando nemmeno a suo tempo ne ebbi la pazienza.
Il terzo capitolo ce l'ho tutti originali ma pur con le mod si sente la pesantezza di quel motore e i cambiamenti troppo radicali.

Off topic a parte, circa la fotografia certo interessante ma credo alla portata di chi ha un po' di attrezzatura relativamente costosa e la passione, se si pensa a che distanza e'. Poi certo l' hobby in questione e' certamente tanto costoso quanto complesso, motivo per cui a suo tempo mi appassionai a riguardo ma lasciai presto perdere.
Commento # 8 di: Mon3 pubblicato il 23 Novembre 2020, 18:56
Originariamente inviato da: joe4th
Sarebbe comunque ora di iniziare a fare le stazioni spaziali rotanti in modo da avere la gravita' artificiale "virtuale" generata come forza centrifuga...basta fluttuare per 6 mesi...


Peccato sia una cazzata da film fantascientifici e nella realtà non funzionerebbe...a meno di girare a velocità assurde o costruire stazioni gigantesche...
Commento # 9 di: Jack.Mauro pubblicato il 23 Novembre 2020, 20:44
Originariamente inviato da: joe4th
Sarebbe comunque ora di iniziare a fare le stazioni spaziali rotanti in modo da avere la gravita' artificiale "virtuale" generata come forza centrifuga...basta fluttuare per 6 mesi...


Oltre alla complessità tecnica, una stazione spaziale con gravità artificiale sarebbe poco utile: si fanno esperimenti scientifici nello spazio proprio per studiare gli effetti dell'assenza di peso, se avesse una gravità dovuta alla rotazione, tanto varrebbe fare gli esperimenti al suolo....