La mostra Razza Umana di Oliviero Toscani arriva a Senigallia

La mostra Razza Umana di Oliviero Toscani arriva a Senigallia

di Mattia Speroni, pubblicata il

“Oliviero Toscani e la sua mostra fotografica Razza Umana faranno tappa a Senigallia fino a Febbraio 2020. Un'occasione unica per vedere i ritratti catturati dal noto fotografo in giro per il Mondo. Esaltando le differenze dell'essere umano.”

La mostra fotografica Razza Umana di Oliviero Toscani sarà presente a Senigallia dal 25 Ottobre 2019 al 2 Febbraio 2020 nelle sale di Palazzo Ducale e di Palazzetto Baviera. Ci sarà modo per i visitatori di vedere 70 fotografie che hanno come tematica i cittadini del Mondo. Lo scopo del progetto (lanciato nel 2007) è quello di riflettere sull'eguaglianza dei popoli e conoscendone e accettandone anche le differenze.

oliviero toscani

Oliviero Toscani non ha bisogno di molte presentazioni. Si tratta infatti di uno dei fotografi italiani più conosciuti anche a livello internazionale avendo collaborato con brand importanti per campagne pubblicitarie che hanno fatto discutere.

Razza Umana rientra in una delle tematiche che spesso Oliviero Toscani ha toccato e che lui stesso ha definito "uno studio socio-politico, culturale e antropologico che ritrae la morfologia della razza umana al fine di osservarne le peculiarità e le caratteristiche, per capire le differenze".

Per portare a termine il progetto, Toscani ha viaggiato per tutto il Mondo così da poter fotografare una varietà di volti e persone che potessero farne emergere lo scopo. Si è passati così dal Giappone al Guatemala, dal Belgio alla Thailandia alla Namibia e ovviamente in Italia.

razza umana foto

Grazie al team che ha aiutato Oliviero Toscani nella realizzazione dell'opera, era possibile catturare i volti delle persone e poi metterli subito a confronto con quelli ripresi in altre parti del Mondo facendone emergere le differenze.

Come scritto in apertura ricordiamo che la mostra sarà visibile dal 25 Ottobre 2019 al 2 Febbraio 2020 a Palazzo del Duca e Palazzetto Baviera a Senigallia (AN). Per chi volesse ascoltare direttamente dalla voce del fotografo questa esperienza e le sue riflessioni, il 31 Ottobre alle ore 18:30 si terrà la presentazione con la presenza di Oliviero Toscani.


Commenti (52)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Per contattare l'autore del pezzo, così da avere una risposta rapida, si prega di utilizzare l'email personale (vedere in alto sotto il titolo). Non è detto che una domanda diretta inserita nei commenti venga verificata in tempi rapidi. In alternativa contattare la redazione a questo indirizzo email.
Commento # 1 di: puppatroccolo pubblicato il 20 Ottobre 2019, 16:32
La prossima mostra potrebbero essere le foto di tutti i clandestini che ospita a casa sua... A no, non ci sarebbe nemmeno una foto.
Commento # 2 di: AlPaBo pubblicato il 20 Ottobre 2019, 16:40
Originariamente inviato da: puppatroccolo
La prossima mostra potrebbero essere le foto di tutti i clandestini che ospita a casa sua... A no, non ci sarebbe nemmeno una foto.


I razzisti diventano sempre più carenti di umanità. Forse sono loro a non far parte della razza umana, visto che non possiedono empatia, che è una delle principali caratteristiche della nostra specie.
Commento # 3 di: MiKeLezZ pubblicato il 21 Ottobre 2019, 00:38
Originariamente inviato da: AlPaBo
I razzisti diventano sempre più carenti di umanità. Forse sono loro a non far parte della razza umana, visto che non possiedono empatia, che è una delle principali caratteristiche della nostra specie.
Mi sfugge il collegamento razzismo e clandestini

Clandestino
Che si trova od opera oppure si svolge in una situazione irregolare, senza l'approvazione dell'autorità o contro il divieto delle leggi vigenti


Razzismo
Ogni tendenza, psicologica o politica, che, fondandosi sulla presunta superiorità di una razza sulle altre o su di un'altra, favorisca o determini discriminazioni sociali


Per estensione, chi vorrebbe maggiore legalità e spalleggia il carcere per i grandi evasori dovremmo etichettarlo allo stesso modo? "Razzista" verso i grandi evasori? Parlare di "razzisti" verso coloro che sono contro i consumatori di droghe? "Razzisti" coloro che si indignano per chi sale sull'autobus senza pagare?
Commento # 4 di: amd-novello pubblicato il 21 Ottobre 2019, 07:27
e altri voti a salvini...
Commento # 5 di: fra55 pubblicato il 21 Ottobre 2019, 08:23
Originariamente inviato da: AlPaBo
I razzisti diventano sempre più carenti di umanità. Forse sono loro a non far parte della razza umana, visto che non possiedono empatia, che è una delle principali caratteristiche della nostra specie.


Dove sarebbe il razzismo nel commento dell'utente?
O forse il razzismo è ormai come il prezzemolo, basta buttarlo un po' qua e un po' là e poi si fa un bel minestrone.
Ma robe da matti.
Commento # 6 di: W4rfoX pubblicato il 21 Ottobre 2019, 09:26
Cosi' come i clandestini.. che in questo articolo non c'entrano proprio un c@zzo ma visto che ci sono facce colorate allora bisogna fare l'associazione non bianco=clandestino.
Quindi si.. il commento di puppatroccolo e' di un povero c0glion3.
Commento # 7 di: pabloski pubblicato il 21 Ottobre 2019, 10:00
Originariamente inviato da: AlPaBo
I razzisti diventano sempre più carenti di umanità. Forse sono loro a non far parte della razza umana, visto che non possiedono empatia, che è una delle principali caratteristiche della nostra specie.


Ma lo sai che Toscani è stato denunciato dalla figlia? https://leggo.it/gossip/news/olivie...18-3514369.html

Questo è un altro che ciancia bene e razzola male.

E me ne accorsi quando mi resi conto che non ha mai detto nulla sul trattamento che i suoi amici Benetton stanno riservando agli indios mapuche della Patagonia.

Questa gente è falsa fino al midollo. Non gliene frega un tubo della sorte dei più deboli. Fanno politica e basta. E infatti, lasciatemi prendere il titolo di quest'articolo https://fotografiaartistica.it/oliv...-di-pubblicita/

Capisci? O preferisci continuare a berti le scemenze dell'elite finanziaria, multimiliardaria, che evade tasse per decine di euro l'anno?
Commento # 8 di: pabloski pubblicato il 21 Ottobre 2019, 10:08
Originariamente inviato da: amd-novello
e altri voti a salvini...


Darwin. Se questa gente accusa una piazza con 200.000 persone circa di essere TUTTA razzista e fascista.

E' giusto che si estinguano. Poi si vedrà Salvini cosa saprà fare e se si estinguerà anche lui. Certo già l'uscita che "l'euro è irreversibile". Ma curiosamente tutti i Paesi UE in crescita sono senza euro.

Proprio ieri mi è capitato di dover cercare shop online che vendano computer single board tipo Raspberry. Ma a me servono quelli più carrozzati e usati nell'industria, tipo OrangePi, NanoPi, ecc...

Ovviamente non volevo comprare direttamente dalla Cina, visto che comunque è roba che deve fare il giro del mondo, passare diecimila dogane, ecc...

Cerca cerca e sono capitato...in Italia? Macchè siocchini. In Polonia!! Ebbene si, in Polonia c'è una comunità maker attivissima, con 4-5 negozi online grossi che vendono schedine elettroniche a tamburo battente.

Ma in Italia c'abbiamo i musei e i ruderi...si si, continuiamo così, verso l'estinzione irreversibile.

E non ci sarà nessun Salvini o Zingaretti o Renzi che cambierà questo stato di cose. Per cui il problema italiano non sono i politici, è il demos!
Commento # 9 di: macs311 pubblicato il 21 Ottobre 2019, 11:38
Originariamente inviato da: pabloski
Darwin. Se questa gente accusa una piazza con 200.000 persone circa di essere TUTTA razzista e fascista.

E' giusto che si estinguano. Poi si vedrà Salvini cosa saprà fare e se si estinguerà anche lui. Certo già l'uscita che "l'euro è irreversibile". Ma curiosamente tutti i Paesi UE in crescita sono senza euro.

Proprio ieri mi è capitato di dover cercare shop online che vendano computer single board tipo Raspberry. Ma a me servono quelli più carrozzati e usati nell'industria, tipo OrangePi, NanoPi, ecc...

Ovviamente non volevo comprare direttamente dalla Cina, visto che comunque è roba che deve fare il giro del mondo, passare diecimila dogane, ecc...

Cerca cerca e sono capitato...in Italia? Macchè siocchini. In Polonia!! Ebbene si, in Polonia c'è una comunità maker attivissima, con 4-5 negozi online grossi che vendono schedine elettroniche a tamburo battente.

Ma in Italia c'abbiamo i musei e i ruderi...si si, continuiamo così, verso l'estinzione irreversibile.

E non ci sarà nessun Salvini o Zingaretti o Renzi che cambierà questo stato di cose. Per cui il problema italiano non sono i politici, è il demos!


è una visione piuttosto miope. anche l'india cresce, al ritmo del 7% l'anno, c'entra l'euro?
i paesi in crescita sono quelli che ancora non hanno ancora raggiunto situazioni di benessere, welfare, assistenzialismo simili a quelli occidentali. non c'entra l'euro. quando lo raggiungeranno, se estenderanno i diritti alla maggior parte della popolazione, vedrai che non cresceranno più.
se invece accettiamo la contrazione dei diritti (un esempio su tutti: l'articolo 18, la cui modifica è stata in italia motivo di discussioni decennali, figurati il resto) vedrai che pure l'italia ricomincerà a crescere.

sanità privata, pensione totalmente contributiva tagliata con l'accetta (altro che quota 100, la Fornero doveva essere una pietra angolare per evitare il collasso delle future generazioni), istruzione privata, e così via.
quando si parla di abbattimento della spesa pubblica ci si dimentica che le principali voci sono: sanità, istruzione, pensioni. e non "stipendi dei politici", demagogia totale visto che nel bilancio dello stato contano come un peto nel vento.

se sei pronto ad accettare tali drastici tagli, allora puoi cominciare a fare confronti coi paesi dell'est. altrimenti è meglio tacere...
Commento # 10 di: pabloski pubblicato il 21 Ottobre 2019, 12:47
Originariamente inviato da: macs311
è una visione piuttosto miope. anche l'india cresce, al ritmo del 7% l'anno, c'entra l'euro?


C'entra la mancanza dell'euro, ovvero delle politiche folli di austerità dell'UE, veicolate tramite l'euro. Il tuo esempio è ulteriore conferma di quello che scrivevo.

Ma del resto dovrebbe essere chiaro a chiunque abbia nozioni di macroeconomia di base. La valuta è uno degli strumenti della politica fiscale. Se lo elimini, hai uno strumento in meno.

Siccome la politica valutaria dell'UE viene fatta sul modello di alcuni Paesi ( non faccio i nomi, sennò mi date del salvinista, legaiolo e tutte le stronzate radical chic assortite ), è chiaramente inadeguate per gli altri.

Originariamente inviato da: macs311
i paesi in crescita sono quelli che ancora non hanno ancora raggiunto situazioni di benessere, welfare, assistenzialismo simili a quelli occidentali. non c'entra l'euro. quando lo raggiungeranno, se estenderanno i diritti alla maggior parte della popolazione, vedrai che non cresceranno più.


Non c'è nesso alcuno tra i diritti della gente e la crescita economica. Gli USA crescevano a ritmo serrato nel pieno del boom dei diritti ( gli anni '70-'80-'90 ).

La crescita è legata alla capacità di produrre ed innovare. E sono due attività che necessitano di espansionismo monetario, altrimenti come ti finanzi?

Si dimentica troppo spesso che le attività economiche necessitano di mezzi finanziari per partire. Cioè, all'inizio, fai debiti mettendo in campo risorse che non hai. Ovviamente quelle risorse te le dà qualcuno. O l'angel investor, o il Paese straniero ( tramite il debito estero ), o le banche, o ci metti soldi tuoi ( nel qual caso stai contraendo un debito con te stesso ).

Ma tutto inizia con un segno meno. L'austerità questo non lo ammette. Ed ecco perchè ha portato al collasso di intere economie.

La Polonia che citavo, ha un bilancio con l'UE in attivo. Cioè incassa 8 miliardi di euro l'anno netti. E li usa per espandere la propria economia, fornendo credito alle imprese.

L'Italia invece ne versa 8. Cioè la differenza tra quello che l'UE versa all'Italia e quello che l'Italia versa all'UE, è di 8 miliardi in uscita dall'Italia.

Originariamente inviato da: macs311
se invece accettiamo la contrazione dei diritti (un esempio su tutti: l'articolo 18, la cui modifica è stata in italia motivo di discussioni decennali, figurati il resto) vedrai che pure l'italia ricomincerà a crescere.


Non vedo come lo sfruttamento dei lavoratori possa produrre il boom. Visto che già c'è nei fatti, dato che abbiamo milioni di immigrati che lavorano in nero e un'altra milionata di autoctoni ( soprattutto al sud ) che pure lavorano in nero. Tutti questi non rientrano nell'articolo 18. Ma l'economia non è mica ripartita.

Originariamente inviato da: macs311
sanità privata, pensione totalmente contributiva tagliata con l'accetta (altro che quota 100, la Fornero doveva essere una pietra angolare per evitare il collasso delle future generazioni), istruzione privata, e così via.


Questa è la ricetta dell'austerità. Quella che si è rivelata fallimentare dalla Tatcher ad oggi.


Originariamente inviato da: macs311
se sei pronto ad accettare tali drastici tagli, allora puoi cominciare a fare confronti coi paesi dell'est. altrimenti è meglio tacere...


E' meglio studiare come sono fatti quei Paesi. Soprattutto le agevolazioni che esistono. Un esempio? Polonia ed Ungheria, per i mezzi pubblici, studenti e lavoratori pagano abbonamenti ridicoli. Una cosa che esisteva pure in Italia fino agli anni '80. Periodo di ricchezza per l'Italia.

La favoletta della spesa pubblica che sarebbe l'origine di tutti i mali è assurda. Visto che poi il PIL è composto proprio dal passaggio di mano del denaro. Quindi più spesa, più PIL.
« Pagina Precedente     Pagina Successiva »
BenQ Monitor