Fujifilm X-A7, la prima in casa Fuji con display a doppio snodo vari-angle

Fujifilm X-A7, la prima in casa Fuji con display a doppio snodo vari-angle

di Roberto Colombo, pubblicata il

“La nuova fotocamera è pensata per quel pubblico che si avvicina alla fotografia a ottiche intercambiabili arrivando dallo smartphone e vuole riproporre la stessa facilità di scatto, anche facendo leva sull'ampio display touchscreen da 3,5" e 2760k pixel. Propio lo schermo rappresenta una novità in casa Fujifilm, adottando il doppio snodo vari-angle, che permette di aprire il display di lato e ruotarlo completamente in avanti, ma anche di usarlo facilmente per riprese da angoli inusuali”

Il segmento delle mirrorless 'piccole' da viaggio riscuote sempre successo e anche Fujifilm presenta oggi la sua novità. Si tratta della nuova Fujifilm X-A7, rinnovata nel design, con un aspetto molto piacevole, che nell'impugnatura richiama i tratti di una mirrorless decisamente più grande, la bellissima Hasselblad X1D.

La nuova fotocamera è pensata per quel pubblico che si avvicina alla fotografia a ottiche intercambiabili arrivando dallo smartphone e vuole riproporre la stessa facilità di scatto, anche facendo leva sull'ampio display touchscreen da 3,5" e 2760k pixel. Proprio lo schermo rappresenta una novità in casa Fujifilm, adottando il doppio snodo vari-angle, che permette di aprire il display di lato e ruotarlo completamente in avanti, ma anche di usarlo facilmente per riprese da angoli inusuali.

Una fotocamera da taschino, con un peso di soli 320 grammi senza ottica e 455 grammi con l'obiettivo XC15-45mmF3.5-5.6 OIS del kit montato.

Fujifilm X-A7 adotta un sensore APS-C CMOS di tipo tradizionale con filtro a colori primari a matrice Bayer da 24,2 megapixel di nuovo design, probabilmente di produzione Sony su specifiche Fujifilm. Il sensore offre un numero 8,5 volte maggiore di punti a rilevazione di fase rispetto all'attuale Fujifilm X-A5 (91 zone phase detection) e dovrebbe quindi garantire una messa a fuoco più veloce, precisa e su un'area più grande dell'inquadratura, oltre a offrire la funzione Eye-AF. La fotocamera permette la registrazione di filmati 4K a 30p/25p/24p/23,98p e Full HD fino a 60p. È stata aggiunta la modalità "Countdown Video", che è utile quando si caricano video sui social media. I video vengono girati per una durata preselezionata: 15, 30 o 60 secondi, con il tempo rimanente per la clip che appare sullo schermo.

Fujifilm ha anche aggiornato l'interfaccia, con un nuovo Smart Menu che dovrebbe aiutare chi è meno avvezzo all'utilizzo di grandezze come tempi, diaframmi e sensibilità ISO. A proposito si sensibilità, la macchina fotografica ha una gamma nativa di 200-12.800 ISO, estendibile di un passo verso il basso e di due verso l'alto. L'otturatore meccanico lavora fino a 1/4000s, mentre con quello elettronico è possibile arrivare a tempi di otturazione di 1/32.000s. La fotocamera mette a disposizione un piccolo flash pop-up NG 4.

Seguendo quanto avviene nel mondo smartphone, Fujifilm ha integrato una nuova modalità di scatto denominata “Scie luminose”, aggiunta alla selezione “Scene Position”, che può essere utilizzata per catturare scie luminose di fari di automobili, ad esempio, controllando l'effetto sul display LCD in tempo reale.

La fotocamera è compatibile con le connessioni wireless Wi-Fi e Bluetooth e utilizza per la connessione al PC e la ricarica un connettore USB-C. Monta la classica batteria al litio NP-W126S delle sorelle X Series e offre una modalità Economy che dovrebbe portare l'autonomia fino a 440 scatti (270 in modalità standard). Adatta anche a YouTuber e VLogger, la fotocamera utilizza, come purtroppo spesso accade in casa Fujifilm, un connettore da 2,5mm per l'ingresso microfonico. In confezione, però, gli utenti troveranno l'adattatore per utilizzare i classici cavi con jack da 3,5mm.

FUJIFILM X-A7 in kit con l’obiettivo XC15-45mmF3.5-5.6 OIS, nelle versioni Silver e Dark Silver, sarà in vendita da ottobre 2019 al prezzo indicativo suggerito al pubblico di 769,99 euro IVA inclusa.


Commenti (1)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Per contattare l'autore del pezzo, così da avere una risposta rapida, si prega di utilizzare l'email personale (vedere in alto sotto il titolo). Non è detto che una domanda diretta inserita nei commenti venga verificata in tempi rapidi. In alternativa contattare la redazione a questo indirizzo email.
Commento # 1 di: Qarboz pubblicato il 18 Settembre 2019, 22:25
Per me il display orientabile è "fondamentale"; quando posso utilizzo il mirino ottico (ho una reflex), ma per certe inquadrature il display orientabile è comodissimo, p.es. quando riprendo piccoli animali domestici non devo distendermi a terra
Felice di leggere che aumentano i modelli disponibili che ampliano la scelta per gli acquirenti
BenQ Monitor