Capture One 12: nuova interfaccia e funzionalità

Capture One 12: nuova interfaccia e funzionalità

di Mattia Speroni, pubblicata il

“Capture One 12 di Phase One è la nuova versione di uno dei software più conosciuti da parte dei professionisti che devono modificare file RAW. Le novità sono molte e comprendono plug-in, nuovi stili e ampio supporto alle fotocamere.”

Capture One 12 è stato annunciato in queste ore da Phase One portando una nuova interfaccia utente che è più moderna, semplice da utilizzare ma comunque flessibile e potente come in passato. Un'altra novità è anche l'arrivo di plug-in di sviluppatori di terze parti che permetteranno di integrare applicazioni e servizi.

Al centro dell'attenzione c'è la modifica di file RAW che è da sempre il segno distintivo di Capture One 12 con la massimizzazione della gestione del colore e dell'editing supportando più di 500 modelli di fotocamere. Tra queste troviamo anche le nuove Nikon Z7, Nikon Z6, Fujifilm GFX 50R, Canon EOS R e Canon EOS M50.

Se la versione precedente, la 11.3, ha portato al supporto per le fotocamere di Fujifilm, con la nuova versione 12, la società si è focalizzata sul supporto di Film Simulation del produttore nipponico. Introdotto con le Serie X e GFX si può simulare la pellicola con regolazioni tonali incorporate per riprodurre il colore in maniera fedele. All'utente viene data la possibilità di scegliere tra sedici tipologie di pellicole.

Come scritto in apertura, con Capture One 12 troviamo una nuova interfaccia che è stata ridisegnata per essere più facilmente utilizzabile anche durante lunghe sessioni di editing consentendo di far esprimere al meglio il fotografo o il creativo.

Le icone sono state semplificate, il cursore ha un nuovo design e le scritte sono più facili da leggere. Il menù è ora suddiviso in categorie e organizzato per essere più "logico" nell'utilizzo permettendo di trovare i controlli e gli strumenti in maniera intuitiva.

Con Capture One 12 troviamo tre nuovi strumenti tra cui Luma Range per realizzare maschere basate sulla luminosità dei pixel in un'immagine. Il suo utilizzo è pensato per i paesaggi e nei ritratti consentendo di non dover creare maschere complesse manualmente. Le maschere create con Luma Range sono dinamiche e possono essere modificate in ogni momento con la regolazione della gamma che varierà in base all'immagine sulla quale verrà applicata.

Le maschere di gradiente permettono sfumature modificabili, flessibili e asimmetriche: con il Parametric Masking Engine si possono cambiare dimensioni, la forma e la simmetria delle maschere attraverso mouse e tastiera.

La maschera a gradiente radiale è applicabile velocemente ed è utilizzabile per la vignettatura o altre regolazioni e si può ruotarla e spostarla dopo la creazione per un controllo diretto.

Capture One 12 rimane fedele alla possibilità di creare scorciatoie da tastiera per oltre 500 comandi: per essere uniforme nell'utilizzo su sistemi operativi diversi, sia per Mac OS che per Windows la struttura è la medesima così come il posizionamento. Per gli utenti del sistema operativo di Apple si può sfruttare il supporto ad AppleScript per l'automazione e la semplificazione del flusso di lavoro.

Come scritto in apertura, in Capture One 12 arrivano i plug-in di terze parti grazie a un SDK sfruttabile da aziende e fornitori di servizi. Si potrà quindi pensare alla condivisione, la modifica e altre funzioni che potranno essere aggiunte successivamente.

Per quanto riguarda invece i prezzi e le versioni disponibili, Capture One 12 offre ampia scelta. La versione più completa con licenza e sei pacchetti stile costa 803 euro (in sconto a 507 euro), si scende poi a quella con tre pacchetti stile a 586 euro (in sconto a 428 euro), la versione base invece ha un prezzo di 349 euro e infine la versione con iscrizione annuale rinnovabile costa 220 euro. È anche disponibile una versione di prova per 30 giorni così da saggiare il software prima dell'acquisto.


Commenti (1)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Per contattare l'autore del pezzo, così da avere una risposta rapida, si prega di utilizzare l'email personale (vedere in alto sotto il titolo). Non è detto che una domanda diretta inserita nei commenti venga verificata in tempi rapidi. In alternativa contattare la redazione a questo indirizzo email.
Commento # 1 di: K-36 pubblicato il 30 Novembre 2018, 10:15
Un must per chi fotografa esclusivamente in RAW.
Da quando lo uso, ho cestinato definitivamente Capture NX-D della Nikon.
BenQ Monitor