PaintShop Pro 2019, tutto-in-uno per foto e grafica

PaintShop Pro 2019, tutto-in-uno per foto e grafica

di Alberto De Bernardi , pubblicato il

“PaintShop Pro è indirizzato principalmente ai fotografi, principianti e prosumer, ma contiene anche diversi strumenti più creativi. Considerato il costo ridotto, può dunque essere un'ottima soluzione per piccole aziende e per il mercato educational. ”

Novità e miglioramenti principali

Come di consueto, Corel ha lavorato sull'ottimizzazione del codice per migliorare alcuni aspetti prestazionali. In questa edizione, le differenze più tangibili riguardano il Timbro clone, più reattivo in caso di immagini di elevata dimensione, lo strumento di correzione automatica in un click e lo strumento Ritaglia, che ora sfrutta la GPU per restituire un effetto più fluido durante le rotazioni.

Proprio lo strumento Ritaglia è protagonista di un'altra novità della versione 2019, vale a dire la modifica rapida contestuale. In pratica, selezionando lo strumento, sotto l'immagine compare una barra strumenti che consente, oltre che di ritagliare, di effettuare la correzione automatica in un click e di applicare uno dei 6 effetti rapidi disponibili. L'idea di fondo è ovviamente quella di velocizzare al massimo la correzione istantanea, il che è perfettamente coerente con l'impostazione di PaintShop Pro; ciò non di meno, troviamo criticabile un approccio di questo tipo, che porta con sé il rischio di un'eccessiva omologazione delle immagini (peraltro già diffusa grazie a Instagram & Co). 


Del tutto nuovo il supporto per le foto a 360°. Aprendo un'immagine di questo tipo, PaintShop Pro la rileva automaticamente e chiede se utilizzare lo strumento specifico Foto 360° oppure l'editor tradizionale. Nel primo caso si hanno innanzitutto a disposizione gli strumenti per livellare la foto, definirne l'inclinazione e il campo visivo (strumenti Raddrizza). Si può poi utilizzare l'utile strumento di rimozione treppiede, che previa selezione dell'area interessata effettua un riempimento intelligente applicando la texture delle aree circostanti, oppure convertire la foto a 360° in foto panoramica (le distorsioni tipiche dei super-grandangolari rendono però a nostro avviso poco appetibile questa funzione), o ancora effettuare un'interessante composizione "a pianeta" che crea il simpatico effetto visibile qui sotto.

Sono stati poi aggiunti nuovi Pennelli, nuove Palette colore, gradienti e pattern ma, oltre alle novità sopra citate e alla possibilità di modificare le dimensioni del testo descritta precedentemente, le differenze tra PaintShop Pro 2019 e 2018 sono da ricercare prevalentemente nel software a corredo.

>

In questo senso, la novità principale è l'aggiunta al pacchetto di PhotoMirage Express, il cui scopo è "animare" immagini statiche introducendo effetti di movimento come nell'esempio in queste pagine. Il pacchetto è ben realizzato, di utilizzo molto semplice (basta definire i movimenti tramite frecce e le zone da mantenere statiche tramite mascheratura o punti di ancoraggio) e produce risultati di sicuro effetto. Il suo limite, come accede (troppo) spesso in questa suite, è che si tratta della limitata versione Express, che, a differenza della versione completa, non permette di scegliere liberamente il formato di esportazione – per ottenere ad esempio una GIF anziché un filmato MP4 (default), è necessario scegliere di inviare il risultato per e-mail e salvare l'allegato…   


Painter Essential, nella versione 2019 del pacchetto, è giunto alla versione 6 (ver.5 per PaintShop Pro 2018). Si tratta di un pacchetto di disegno con una peculiarità interessante anche per i meno artisticamente dotati: la possibilità di trasformare una foto in un dipinto, secondo un buon numero di tecniche che, nel complesso, assicurano una discreta varietà; la foto trasformata in disegno può fungere da linea-guida per ulteriori ritocchi manuali. In alternativa, i più dotati possono utilizzarlo come strumento di disegno a mano libera puro e semplice, partendo da un foglio bianco. Come sempre per questa suite, non mancano informazioni di supporto e tutorial di ottimo livello, che possono accompagnare il principiante alla scoperta di questo mondo. 


Chiudiamo con l'analogo, ma più orientato al puro fotoritocco artistico, Pic-to-Painting, che effettua sempre la trasformazione di una foto in un dipinto, ma in una finestra dedicata e con 13 preset studiati da Corel per essere una funzione 1-click. In questo caso, non si tratta di un'applicazione separata ma di un plug-in di PaintShop Pro, e il risultato dell'elaborazione viene trasferito a quest'ultimo come livello.   

BenQ Monitor