Sony A7R III, 42 Mpixel senza pagarne il prezzo

Sony A7R III, 42 Mpixel senza pagarne il prezzo

di Alberto De Bernardi , pubblicato il

“La Sony A7R III coniuga caratteristiche apparentemente inconciliabili: elevata risoluzione, altrettanto elevata cadenza di scatto, ampia gamma dinamica e capacità di lavorare (bene) ad alti ISO. Impossibile? Non più…”

Conclusioni

La famiglia Sony A7R non smette di stupire. La prima generazione ci ha regalato una mirrorless 35mm di elevatissima risoluzione capace di lavorare bene anche ad alti ISO; la seconda ha introdotto il sensore ibrido, migliorando sostanzialmente le prestazioni del primo modello; ora questa A7R III mantiene tutto quanto di positivo era già stato osservato sui modelli precedenti, raggiungendo una cadenza di scatto perfettamente adeguata anche alla fotografia sportiva. Interessante ricordare come, con la capostipite (rilasciata solo 4 anni prima), attivando AF e scatto continuo non fosse possibile superare 1,7 fps!


Di fatto, questo modello eccezionalmente versatile, unisce in sé molte delle caratteristiche delle A7R precedenti e della recente A9, condividendo con quest'ultima la maggioranza dei controlli e l'impostazione/usabilità del corpo macchina, indubbiamente al top tra le mirrorless Sony.
Il suo ambito di elezione è indubbiamente il paesaggio, laddove l'elevato livello di dettaglio si apprezza maggiormente, ma in effetti le buone prestazioni e l'ergonomia superiore a quella di altre A7 potrebbero tentare molti altri fotografi per i quali la dimensione del file è importante – ad esempio, chi si occupa di advertising, ma anche la cerimonia è un ambito in cui la A7R III saprebbe distinguersi.

Per l'appassionato in cerca di una fotocamera a tutto tondo, la A7R III continua a essere consigliabile, ma quanti fossero interessati considerino che, per quanto i lati negativi dei 42 Mpixel siano stati sorprendentemente ridotti, questi non sono del tutto assenti. Il comportamento ad alti ISO ad esempio, per quanto buono, non può essere pari a quello di una 20 Mpixel di uguale generazione, e la dimensione dei file ha un certo impatto sul sistema circostante – la semplice importazione di poche centinaia di RAW può richiedere ore.   

La A7R III rimane dunque, in primis, una "big megapixel", e in quanto tale attrarrà soprattutto una precisa tipologia di fotografi. La buona notizia è che quanti finora sono stati tentati dall'alta risoluzione, ma hanno rinunciato a causa delle prestazioni insufficienti, ora non hanno più motivo per farlo. Non possiamo che concludere con un plauso ai tecnici Sony, che ancora una volta hanno prodotto una fotocamera tecnicamente all'avanguardia.


Commenti (6)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Per contattare l'autore del pezzo, così da avere una risposta rapida, si prega di utilizzare l'email personale (vedere in alto sotto il titolo). Non è detto che una domanda diretta inserita nei commenti venga verificata in tempi rapidi. In alternativa contattare la redazione a questo indirizzo email.
Commento # 1 di: GiulianoPhoto pubblicato il 31 Gennaio 2018, 16:40
Davvero bellissima e prestante, tuttavia le ottiche saranno sempre grandi quanto quelle della reflex, di conseguenza la differenza nelle dimensioni del corredo si riduce al solo corpo macchina.
Commento # 2 di: Marko#88 pubblicato il 31 Gennaio 2018, 19:00
Originariamente inviato da: GiulianoPhoto
Davvero bellissima e prestante, tuttavia le ottiche saranno sempre grandi quanto quelle della reflex, di conseguenza la differenza nelle dimensioni del corredo si riduce al solo corpo macchina.


Ormai non si prende più una mirrorless per le dimensioni contenute, specie in questa fascia di prezzo. Si prende per accedere ad altre funzioni: raffiche con af continuo mostruose e ancora possibili di miglioramento mentre lo specchio ha dei limiti meccanici che a un certo punto non potranno essere superati, mirino elettronico (lo metto tra i vantaggi perchè permette la visione anche con poca luce, il focus peaking e lo zoom selettivo direttamente nel mirino, tutto con prestazioni ottiche che ormai non fanno rimpiangere i pentaprismi delle migliori reflex), la possibilità di montare senza problemi ottiche di altri marchi e/o vecchie glorie (coi vantaggi del mirino si minimizza il problema della MF) e infine c'è comunque un ingombro -seppur non di molto- minore.
Detto da un possessore di reflex.
Commento # 3 di: roccia1234 pubblicato il 31 Gennaio 2018, 20:34
Originariamente inviato da: Marko#88
Ormai non si prende più una mirrorless per le dimensioni contenute, specie in questa fascia di prezzo. Si prende per accedere ad altre funzioni: raffiche con af continuo mostruose e ancora possibili di miglioramento mentre lo specchio ha dei limiti meccanici che a un certo punto non potranno essere superati, mirino elettronico (lo metto tra i vantaggi perchè permette la visione anche con poca luce, il focus peaking e lo zoom selettivo direttamente nel mirino, tutto con prestazioni ottiche che ormai non fanno rimpiangere i pentaprismi delle migliori reflex), la possibilità di montare senza problemi ottiche di altri marchi e/o vecchie glorie (coi vantaggi del mirino si minimizza il problema della MF) e infine c'è comunque un ingombro -seppur non di molto- minore.
Detto da un possessore di reflex.


Allora spero che si sveglino e la smettano di fare 'sti corpi macchina minuscoli con ergonomia inesistente.
Commento # 4 di: AceGranger pubblicato il 31 Gennaio 2018, 20:56
Originariamente inviato da: roccia1234
Allora spero che si sveglino e la smettano di fare 'sti corpi macchina minuscoli con ergonomia inesistente.


l'ergonomia è soggettiva, e non stanno vendendo male anzi, stanno rubando market share a Nikon, son scelte personali.


Originariamente inviato da: GiulianoPhoto
Davvero bellissima e prestante, tuttavia le ottiche saranno sempre grandi quanto quelle della reflex, di conseguenza la differenza nelle dimensioni del corredo si riduce al solo corpo macchina.


incuriosito dall'affermazione ho preso DxOMark e confrontato i 5 obiettivi zoom principali top gamma di ognuno ( in 2 casi le focali non sono proprio identiche ma variano di pochissimo ); gia che c'ero ho confrontato anche le prestazioni, il voto e il prezzo ( quest'ultimo da prendere con le pinze perchè poi nella realta dipende molto uno dove li compra e le offerte che trova )

16-35 F2.8
24-70 F2.8
70-200 F2.8
70-200 F4
100-400 F4.5-5.6



Link ad immagine (click per visualizzarla)


Il peso hai ragione, si risparmiano 2/3 etti su piu di 5 Kg, e anche come dimensione siamo li; questo per quanto riguarda gli Zoom TOP; su altre ottiche fisse mi pare si guadagni un po di piu, ma il confronto era troppo lungo da fare.
Attualmente il vantaggio di Sony sta nella qualita delle lenti, non molte ma molto molto buone.
Commento # 5 di: Marko#88 pubblicato il 01 Febbraio 2018, 07:45
Originariamente inviato da: roccia1234
Allora spero che si sveglino e la smettano di fare 'sti corpi macchina minuscoli con ergonomia inesistente.


Beh, l'A7 dalla II in poi non è male come ergonomia. Certo, forse non è il corpo indicato per gli enormi 500 o 600 f/4 ma in quel caso anche con una 1D si usa il treppiedi di solito. Con ottiche "normali" io l'A7 l'ho provata, mi manca un po' la "presenza in mano" della mia K-3 II con BG ma a livello ergonomico mi ha soddisfatto abbastanza.
Commento # 6 di: Davis5 pubblicato il 01 Febbraio 2018, 10:58
viste dal vivo saranno anche mirrorless... ma messe accanto ad una "chiatta D800" non sono poi cosi' "tanto" piccole...

BenQ Monitor