K-1, la Pentax Full Frame che tutti aspettavano

K-1, la Pentax Full Frame che tutti aspettavano

di Alberto De Bernardi , pubblicato il

“Finalmente Pentax regala ai suoi affezionati clienti una reflex digitale 35mm. Per fortuna, la K-1 vale l'attesa: solida, efficace, qualitativamente eccellente, si distingue, come da tradizione del marchio, per molte caratteristiche "smart" e innovative. ”

Articoli correlati

Nikon D5, recensione completa della nuova ammiraglia reflex dalle specifiche stellari

Nikon D5, recensione completa della nuova ammiraglia reflex dalle specifiche stellari

Specifiche da capogiro, ma anche molta concretezza e solide performance per la nuova Nikon D5, che migliora la precedente top di gamma sotto ogni singolo aspetto: risoluzione, velocità, autofocus, prestazioni video e LiveView. Ecco la nostra recensione completa, con scatti i laboratorio, nelle principali situazioni d'uso reale e con in più anche il parere di una fotografa professionista
Hasselblad X1D, i primi scatti con la mirrorless medio formato

Hasselblad X1D, i primi scatti con la mirrorless medio formato

In occasione dell'evento di presentazione, abbiamo avuto modo di scattare qualche foto con un esemplare (ancora non definitivo) della prima mirrorless medio formato al mondo: la Hasselblad X1D.
Nikon D750, il miglior compromesso formato FX

Nikon D750, il miglior compromesso formato FX

Qualitativamente ineccepibile e piuttosto performante, pur non essendo un'ammiraglia; sofisticata ma compatta, e reperibile oggi a un prezzo interessante, è probabilmente (oggi) la miglior sintesi della tecnologia Nikon.
Hasselblad H6D-50c: primo contatto al cospetto della medio formato da 50 megapixel

Hasselblad H6D-50c: primo contatto al cospetto della medio formato da 50 megapixel

Incute timore reverenziale: è questa la prima cosa che si nota al solo avvicinarsi a una fotocamera medio formato. Saranno le dimensioni del corpo, sarà la corposa ottica che vi si trova sempre attaccata, sarà il sapere che dentro c'e un sensore bello grosso, sarà il rapido conto che vi rende consapevoli di avere concentrato in un volume di poco più di un litro il costo di una berlina tedesca. Il tutto in 2.115 grammi. Ecco il nostro primo contatto con la sorellina tra le due Hasselblad H6D


Commenti (24)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Per contattare l'autore del pezzo, così da avere una risposta rapida, si prega di utilizzare l'email personale (vedere in alto sotto il titolo). Non è detto che una domanda diretta inserita nei commenti venga verificata in tempi rapidi. In alternativa contattare la redazione a questo indirizzo email.
Commento # 11 di: Chelidon pubblicato il 15 Agosto 2016, 10:44
Io sono uno di quelli che non l'aspettava, anzi, proprio mi può interessare meno pure della 645Z!
Mi fa piacere continuino a migliorare le capacità della stabilizzazione del sensore (alla faccia di chi ha sempre sostenuto che sono irraggiungibili e meglio quelli nell'obiettivo che ti obbligano a ricomprarlo ogni volta :asd, cosa che mi sembra l'unica novità grossa di questa K-1 a parte l'ovvio sensore più grosso.

Quello che fatico un po' a capire è tutta questa meraviglia per le caratteristiche particolari ed uniche che... be'... sono la norma in pentax degli ultimi due anni non certo la novità di questa K-1!

Pixel shifting adesso l'hanno messo perfino su una APS di fascia media come la K-70 (equivalente ad una nikon D7xxx per intenderci), l'Astrotracer c'è da anni su tutta la gamma fin dalle entry (basta montare il GPS) e ogni volta che lo si provava ad accennare a chi non conosce il marchio fra le straordinarie possibilità che può aprire la stabilizzazione sul sensore tutti lo snobbavano (o ponevano dubbi sulla sua utilità, l'avesse fatto Canon...), l'anti-aliasing con la vibrazione pure l'ha introdotta anni fa quando han tolto il filtro-AA sulle top gamma, la correzione automatica dell'orizzonte e la regolazione dell'inquadratura che su cavalletto per panorami e macro è utilissima pure c'è su tutta la gamma da anni!

Be' che dire.. meno male che qualcuno se n'è accorto!
Anche se è un po' triste che ci volesse una FF per farne parlare al riguardo...

Originariamente inviato da: ilkarro
Complimenti per la recensione, pensi in futuro di pubblicare un approfondimento sulla funzione AstroTracer?

Cosa vuoi sapere?
Io lo uso da qualche anno e in pratica usa la posizione GPS, i giroscopi e un magnetometro per consentire al sensore di ruotare seguendo la volta celeste.
Prima dell'utilizzo, soprattutto se cambia la tua posizione, va fatta una calibrazione che consiste nel compiere precisi movimenti nei tre assi, è un'operazione molto importante che io in genere verifico subito con uno scatto di prova (perché se non l'hai fatta bene il sistema può non essere tarato a riconoscere la direzione giusta e rischi un minimo di strisciate). Se l'hai fatta correttamente invece sei già pronto per scattare con le lunghe esposizioni che in modalità Astrotracer puoi regolare come tempo (anche se sei in posa bulb), ovviamente devi avere un treppiedi stabile e ti conviene usare lo scatto telecomandato (l'alzo preventivo ovviamente è già automatizzato così come la chiusura allo scadere del tempo, come detto). Il sistema ti consente un tempo massimo d'inseguimento fino 5 minuti che a seconda delle prestazioni dell'SR (cioè se hai una fotocamera di fascia più alta o più recente) della distanza del soggetto da uno dei due poli celesti e soprattutto alla focale utilizzata dovrai regolare facendo delle prove per capire fino a dove puoi spingerti. Ovviamente col campo più grandangolare (visioni rettolineari molto spinte possono creare un po' di disuniformità ai bordi) puoi tenere diversi minuti mentre a teleobiettivo avrai meno tempo. In ogni caso il sistema funziona e ti fa guadagnare parecchia esposizione e ottenere risultati che con lo scatto singolo non potresti mai raggiungere come questi di seguito che sono i primi due che avevo a disposizione caricati. Come vedi le stelle sono fisse e non strisciate, anzi in Astrotracer in genere viene il paesaggio strisciato (cosa che nel caso sia sfocato e non illuminato non disturba come accade nella prima immagine, altrimenti basta prendere un secondo scatto senza Astrotracer e fonderlo con quello del cielo come ho fatto nella seconda immagine).
Foto più belle delle mie le puoi trovare qua e qua o soprattutto spulciando questa sezione.
Link ad immagine (click per visualizzarla)
Link ad immagine (click per visualizzarla)
Commento # 12 di: ronin789 pubblicato il 15 Agosto 2016, 13:22
Originariamente inviato da: ilkarro
@Alberto De Bernardi
Complimenti per la recensione, pensi in futuro di pubblicare un approfondimento sulla funzione AstroTracer?


...
dal sito pentax

http://www.ricoh-imaging.it/it/refl...PENTAX-K-1.html

ASTROTRACER

Inseguite e fotografate senza fatica i corpi celesti senza una montatura equatoriale

Sfruttando in pieno il suo modulo GPS, la bussola elettronica e il meccanismo SR, la K-1 semplifica la fotografia astronomica dei corpi celesti, senza l’ausilio di una montatura equatoriale. In base ai dati di latitudine ricevuti dai satellite GPS e ad altri fattori significativi (la direzione della fotocamera e la sua inclinazione orizzontale/verticale) ottenuti dai vari sensori, la K-1 calcola il movimento dei corpi celesti, quindi sincronizza con grande precisione lo spostamento del suo sensore immagine con quello dei corpi celesti. Acquisendo le immagini delle stelle senza effetti di strisciature anche con lunghe pose, potete registrare come immagini puntiformi anche stelle deboli, difficili da rilevare ad occhio nudo.

* Si consiglia l’uso del treppiede per stabilizzare la fotocamera.

* Si consiglia di leggere attentamente il manuale operativo prima di effettuare riprese.

* ASTROTRACER non si può usare con alcune modalità di ripresa, come ripresa intervallata e ripresa intervallata composita.
Commento # 13 di: ronin789 pubblicato il 15 Agosto 2016, 14:31
...
...
dal sito pentax

http://www.ricoh-imaging.it/it/refle...ENTAX-K-1.html


Sulla K-1 si possono usare tutti gli obiettivi intercambiabili con baionetta K di formato APS-C

Dall’ultragrandangolare al superteleobiettivo, un’intera selezione di obiettivi ad alte prestazioni della serie DA si può usare sulla K-1 senza alcuna modifica. Forniscono eccezionale qualità d’immagine, nonostante la progettazione compatta e leggera.

Obiettivi DA / DA Limited / DA★

...ecc...
...
Commento # 14 di: ronin789 pubblicato il 15 Agosto 2016, 14:33
Commento # 15 di: ilkarro pubblicato il 15 Agosto 2016, 15:12
@Alberto De Bernardi
Ti ringrazio, ma l'intervento di Chelidon mi ha sicuramente illuminato sulla funzione.

@Chelidon
Grazie, quello che scrivi basandoti sulla tua esperienza diretta, i tuoi scatti d'esempio ed i link che mi hai fornito mi hanno chiarito/chiariranno (leggerò con calma nei prossimi giorni le discussioni sui forum indicati) le idee sul funzionamento e sull'efficacia dell'Astrotracer.

@ronin789
Avevo già visto la pagina del sito, ma grazie anche a te.

Buon ferragosto a tutti.
Commento # 16 di: TellaspallaBob pubblicato il 22 Agosto 2016, 11:47
Questa reflex mi ha incuriosito.
Mi piacerebbe vedere un confronto con la D750, che posseggo di cui son contento ma ci sono cose della K-1 che mi hanno un po' ingolosito.

C'è solo una cosa che non mi piace, e non è ne la mancanza dello USB 3.0, ne il video; ma i 36Mpix.

Mio puro gusto personale, preferirei un modello da 18/21Mpx.
Commento # 17 di: Marko#88 pubblicato il 22 Agosto 2016, 12:38
Originariamente inviato da: TellaspallaBob
Questa reflex mi ha incuriosito.
Mi piacerebbe vedere un confronto con la D750, che posseggo di cui son contento ma ci sono cose della K-1 che mi hanno un po' ingolosito.

C'è solo una cosa che non mi piace, e non è ne la mancanza dello USB 3.0, ne il video; ma i 36Mpix.

Mio puro gusto personale, preferirei un modello da 18/21Mpx.


Il discorso megapixel lascia un po' il tempo che trova.
Rispetto alla D750 la K-1 ha un filo di rumore in più a parità di iso (probabilmente ricampionando a 24mp ne avrebbe meno) e parecchio margine di vantaggio nei recuperi da zone sottoesposte.
Considerando questo, non vedo altri svantaggi (a parte il potenziale rumore appunto) nell'avere parecchi megapixel. E si può sempre ridimensionare.
Commento # 18 di: TellaspallaBob pubblicato il 22 Agosto 2016, 15:02
@Marko
A parità di superficie del sensore, una maggior densità (quindi Mpx) portano necessariamente un maggiore rumore ed una minore gamma dinamica. Non a caso i modelli top di gamma di Nikon e Canon fino a poco tempo fa non arrivavano a 20 MPX (esclusi modelli specifici per fare la MpxWar).
Per me è importantissima la gamma dinamica e la tenuta agli alti ISO, poi per me la reflex può avere anche solo un bottone e le due ghiere.

Anche per un fatto di gestione del file e per motivi legati al mosso e problemi con lo sporco, vorrei sensori da 18/21 (ok la mia ne ha 24 e l'avrei preferita appunto 18/21).
A parte l'entusiasmo della D800 con i suoi 36Mpx, molti dopo poco hanno cominciato a darla via (e ne conosco molti, mentre chi fa studio è andato a nozze acquistandole usate a prezzi buonissimi dai primi) proprio perché:
- file ingestibili, al costo della reflex ci devi aggiungere un pc con gli attributi ed HD SSD belli rapidi ed un RAID esterno per i backup anche questo non da poco.
- bassa raffica e messa a fuoco non così fulminea (questa non sarebbe per me una cosa così grave)
- la risoluzione è così elevata che se non la usi in studio i tempi minimi di sicurezza si alzano e ti trovi a dover scattare a tempi rapidissimi
- il pulviscolo della lente, che prima non si vedeva, ora lo riesci a vedere nelle foto.

Stampe di 3mx3m non ne faccio e per principio se devo fare foto che tanto poi faccio il crop sfruttando i TeraPix della reflex, uhmmm non fa per me.
Del parco ottiche un po' scarno, dello USB 3.0, del video (di questi ultimi due, proprio non mi importa, la penso come l'autore dell'articolo) e della bassa raffica mi importerebbe relativamente.
La velocità di AF un po' si ma tutto sommato.
Quei 36Mpx (come dicevo ne conosco tante di D800 e ci ho pure giocato un po') sono il mio unico ostacolo ad un eventuale cambio nonostante tutte gli enormi vantaggi che ha la Pentax (body tropicalizzato totalmente, GPS che mi fa comodo quando faccio le escursioni, stabilizzatore del sensore etc etc etc).

PS tutta questa tiritera sui Mpx è solo un mio parere personale, non cerco ragione, ho esposto solo il mio pensiero
Commento # 19 di: Marko#88 pubblicato il 22 Agosto 2016, 18:10
Originariamente inviato da: TellaspallaBob
@Marko
A parità di superficie del sensore, una maggior densità (quindi Mpx) portano necessariamente un maggiore rumore ed una minore gamma dinamica. Non a caso i modelli top di gamma di Nikon e Canon fino a poco tempo fa non arrivavano a 20 MPX (esclusi modelli specifici per fare la MpxWar).
Per me è importantissima la gamma dinamica e la tenuta agli alti ISO, poi per me la reflex può avere anche solo un bottone e le due ghiere.

Anche per un fatto di gestione del file e per motivi legati al mosso e problemi con lo sporco, vorrei sensori da 18/21 (ok la mia ne ha 24 e l'avrei preferita appunto 18/21).
A parte l'entusiasmo della D800 con i suoi 36Mpx, molti dopo poco hanno cominciato a darla via (e ne conosco molti, mentre chi fa studio è andato a nozze acquistandole usate a prezzi buonissimi dai primi) proprio perché:
- file ingestibili, al costo della reflex ci devi aggiungere un pc con gli attributi ed HD SSD belli rapidi ed un RAID esterno per i backup anche questo non da poco.
- bassa raffica e messa a fuoco non così fulminea (questa non sarebbe per me una cosa così grave)
- la risoluzione è così elevata che se non la usi in studio i tempi minimi di sicurezza si alzano e ti trovi a dover scattare a tempi rapidissimi
- il pulviscolo della lente, che prima non si vedeva, ora lo riesci a vedere nelle foto.

Stampe di 3mx3m non ne faccio e per principio se devo fare foto che tanto poi faccio il crop sfruttando i TeraPix della reflex, uhmmm non fa per me.
Del parco ottiche un po' scarno, dello USB 3.0, del video (di questi ultimi due, proprio non mi importa, la penso come l'autore dell'articolo) e della bassa raffica mi importerebbe relativamente.
La velocità di AF un po' si ma tutto sommato.
Quei 36Mpx (come dicevo ne conosco tante di D800 e ci ho pure giocato un po') sono il mio unico ostacolo ad un eventuale cambio nonostante tutte gli enormi vantaggi che ha la Pentax (body tropicalizzato totalmente, GPS che mi fa comodo quando faccio le escursioni, stabilizzatore del sensore etc etc etc).

PS tutta questa tiritera sui Mpx è solo un mio parere personale, non cerco ragione, ho esposto solo il mio pensiero


Io sono d'accordo con te, però in questo caso abbiamo un sensore che tira su 5 o 6 stop (guarda su dpreview, non ho visto nulla che competa in quel test) dalle ombre senza mostrare rumore cromatico e che permette pulizia dei file simile a macchine con 10/15 megapixel in meno quindi per quello dicevo che -in questo caso- averne tanti non è grave.

In generale invece concordo col tuo pensiero.

A me urta che gli obiettivi da metterci siano pochi e costosi, specie se pensiamo che gli equivalenti (letteralmente) Tamron costano il 50% e sono stabilizzati...(non serve sulle Pentax ma toglierlo dall'obiettivo e aumentarne il prezzo fa proprio ridere). Ciò detto, probabilmente quando mi stancherò della K-3 II andrò su questa, magari usata se si troverà...
Commento # 20 di: TellaspallaBob pubblicato il 25 Agosto 2016, 10:17
@Marco....
Ah ok non avevo capito il tuo intervento di prima.
Allora ok concordo con il tuo pensiero.

Discorso ottiche... Non conosco le Pentax, non ci ho mai potuto giocare. Però magari se sono concepite con la qualità delle Zeiss ci sta che costino parecchio.
Io un Tamron (recente) ce l'ho ed il fatto che costi meno degli altri si sente (come costruzione, peso, etc..) e si vede (nitidezza, aberrazioni cromatiche, distorsione etc.)

Di certo mi avete incuriosito e tanto.
Sapete se Pentax organizza delle giornate dove si possono provare i loro sistemi?
Mi piacerebbe provarla per capire come mi ci trovo.
Abbandonare un sistema dopo tanti anni per un altro, non è cosa semplice.
« Pagina Precedente     Pagina Successiva »
BenQ Monitor