Sensori da 100 megapixel e più: ST è già al lavoro

Sensori da 100 megapixel e più: ST è già al lavoro

di Roberto Colombo, pubblicata il

“ST è al lavoro per espandere la sua gamma di sensori - attualmente fornisce ad esempio quello di Leica M - fino a sfondare il tetto dei 100 milioni di pixel”


Commenti (28)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Per contattare l'autore del pezzo, così da avere una risposta rapida, si prega di utilizzare l'email personale (vedere in alto sotto il titolo). Non è detto che una domanda diretta inserita nei commenti venga verificata in tempi rapidi. In alternativa contattare la redazione a questo indirizzo email.
Commento # 21 di: RomanPierce93 pubblicato il 12 Maggio 2014, 23:30
Originariamente inviato da: laverita
Prima erano troppi 3, poi 5, poi 8, poi 12, poi 16, poi 18, poi 22, poi 24 ...
Ogni volta la stessa storia.
La tecnologia avanza e le esigenze ci sono.
Se per te non ci sono, e lo capisco benissimo che per uno che non ci lavora possono bastare 8mpx su un sensore largo 4 atomi, non vuol dire che non servano a chi porta lo stipendio a casa come fotografo.



Un obiettivo da 100 mix deve essere accompagnato da buone lenti altrimenti è come avere una audi a8 5.2 limitata a 250km/h
Commento # 22 di: Oldbiker pubblicato il 13 Maggio 2014, 02:36
Ben vengano i 100, 200...megapixel! Per continuare il paragone automobilistico, che qualcuno ha usato, voi datemi i cavalli: a premere poco l'acceleratore ci penso io!
La notizia non riporta il formato: su un 6x4, 100 Mpx corrisponderebbero a circa 30 sul 24x36. Il che ridimensiona la densità.
Volesse il cielo 100 e passa mpx sul FF: significherebbe binning 2x2, 3x3 a tutto spiano, con conseguente riduzione del rumore di 4, rispettivamente 9 volte, senza artifici firmware o software.
Per i matrimonialisti: significherebbe fotografare nelle chiese più buie come se avessero batterie di flash puntate sull'ambiente.

Purtroppo, non credo esistano ancora obiettivi in grado di sfruttare tali densità, né processori in grado di gestire la velocità necessaria di elaborazione ed immagazzinaggio delle immagini prodotte: probabilmente si passerà ad una fase intermedia di pluriamplificatori/lettori.
Commento # 23 di: roccia1234 pubblicato il 13 Maggio 2014, 07:45
Originariamente inviato da: pin-head
e infatti ho parlato subito di pixel binning. Ma rimane cmq il problema - grosso - della diffrazione.


Facendo pixel binning 2x2 viene ridimensionato anche il problema diffrazione a livelli più o meno pari a quelli di una D7100/D600 (credo, visto che ogni pixel dell'immagine finale è comunque formato da 4 pixel "fisici", quindi un sensore da 100mpx dovrebbe rendere un'immagine da 25mpx.
Commento # 24 di: pin-head pubblicato il 13 Maggio 2014, 08:46
Originariamente inviato da: cosimo.barletta
oh, semplicissimo:

- Foto di paesaggio da stampare abbastanza grandi (solitamente molti clienti vanno sul 100x140 su pannello).
In tal caso la visione generale si ottiene con le solite regolette di 1,5xdiagonale ma poi dopo la vista d'insieme moltissimi apprezzano avvicinarsi per il particolare.
Le soluzioni qui sono stitching o foto unica molto risoluta.
La prima soluzione è qella più economica ma porta via tanto tempo usando anche teste panoramiche classiche o motorizzate tipo gigapano.

- Foto d'interior da stampare molto grandi (anche se a dir il vero qui la cosa migliore è usare sensori montati su supporti piezoelettrici per il multiscatto... tipo i vari dorsi Imacon/Hasselblad MS - multishoot)

- Foto d'advertising piene di particolari.
in questo campo l'uso dei dorsi è un must perlopiù per la risoluzione...ad oggi si arriva a 80mp... 100mp sono lo step successivo!
Io al momento mi adatto a produrre lavori sui 50mp (con anche oltre 100 layer)... 100mp rallenterebbero sì il workflow per scatto ma permetterebbero certe lavorazioni molto migliori...


Comunque pro e contro: per certi usi è ovvio che 12mp o meno bastano e straavanzano... per altri invece le risoluzioni preferibili sono ben altre a livello professionale...



PS
Questa mia foto ha una risoluzione di 50mp (non è l'esempio migliore per i dettagli non numerosissimi ma è quello che ho sottomano sul portatile):




Questa mia invece è sui 22mp:



Stampate con lato corto di un metro la diversa IQ è percepibile molto bene...


immagino che la differenza si percepisca bene se vai a guardarle con il lentino.. alla giusta distanza di osservazione saranno identiche a una foto da 24 o 36 megapixel.
100 megapixel per stampare un 100x140 servono solo se ci vuoi entrare con il naso, ovviamente senza guardare la foto nella sua interezza.
come dicevo inizialmente, è per il gusto di farlo.. o per settori molto, molto di nicchia.
Commento # 25 di: pin-head pubblicato il 13 Maggio 2014, 08:48
Originariamente inviato da: Oldbiker
Ben vengano i 100, 200...megapixel! Per continuare il paragone automobilistico, che qualcuno ha usato, voi datemi i cavalli: a premere poco l'acceleratore ci penso io!
[..]
Volesse il cielo 100 e passa mpx sul FF: significherebbe binning 2x2, 3x3 a tutto spiano, con conseguente riduzione del rumore di 4, rispettivamente 9 volte, senza artifici firmware o software.
Per i matrimonialisti: significherebbe fotografare nelle chiese più buie come se avessero batterie di flash puntate sull'ambiente.



ma anche no: con la stessa tecnologia e le stesse dimensioni un sensore dai fotoelementi più grandi ottiene risultati migliori ad alti iso. Vedi la A7s vs A7r.
Commento # 26 di: Oldbiker pubblicato il 13 Maggio 2014, 09:14
Originariamente inviato da: pin-head
ma anche no: con la stessa tecnologia e le stesse dimensioni un sensore dai fotoelementi più grandi ottiene risultati migliori ad alti iso. Vedi la A7s vs A7r.


Verissimo: però, in piena luce, sfrutteresti la risoluzione da sballo...
Commento # 27 di: pin-head pubblicato il 13 Maggio 2014, 11:15
Originariamente inviato da: Oldbiker
Verissimo: però, in piena luce, sfrutteresti la risoluzione da sballo...


no, perché saresti costretto a scattare solo a certi diaframmi per evitare la diffrazione (se stiamo parlando di sensori FF), e dalla qualità delle lenti. Al momento solo i nuovissimi 50 ART e Otus riescono a spremere un 36 megapixel, e parliamo dello stato dell'arte di obiettivi da 50 mm.. figurati gli gli altri, e figurati a 100 megapixel.
E torniamo quindi sul tema: a cosa servono 100 megapixel?
per quello che ho avuto modo di vedere, a riempire inutilmente hard disk, e aumentare i tempi di trasferimento e quelli di elaborazione.

Per le stampe non servono: con 20, 24 megapixel fai tutto quello che vuoi, grande quanto vuoi. Già i 36 delle D800/A7r sono inutilmente troppi, ai fini delle stampe.

Per vederle a monitor, idem: un QuadHD, che non ha praticamente nessuno, non riesce a visualizzare un'immagine da 8 megapixel.
Se anche un domani dovessero diffondersi schermi enormi e superdefiniti, uno dovrebbe avere lo spazio per mettere un 100 pollici in casa.. e rimane il limite fisico della visione: non entri con il naso nelle immagini, ma stai a una certa distanza.
Commento # 28 di: Oldbiker pubblicato il 14 Maggio 2014, 02:24
Originariamente inviato da: pin-head
no, perché saresti costretto a scattare solo a certi diaframmi per evitare la diffrazione (se stiamo parlando di sensori FF), e dalla qualità delle lenti. Al momento solo i nuovissimi 50 ART e Otus riescono a spremere un 36 megapixel, e parliamo dello stato dell'arte di obiettivi da 50 mm.. figurati gli gli altri, e figurati a 100 megapixel.
E torniamo quindi sul tema: a cosa servono 100 megapixel?
per quello che ho avuto modo di vedere, a riempire inutilmente hard disk, e aumentare i tempi di trasferimento e quelli di elaborazione.


Se rileggi il mio post originale ti accorgi che ho citato gli stessi limiti, attuali: ma i limiti si superano. Chissà...magari verranno rispolverati gli obiettivi a specchio

Per le stampe non servono: con 20, 24 megapixel fai tutto quello che vuoi, grande quanto vuoi. Già i 36 delle D800/A7r sono inutilmente troppi, ai fini delle stampe.

Per vederle a monitor, idem: un QuadHD, che non ha praticamente nessuno, non riesce a visualizzare un'immagine da 8 megapixel.
Se anche un domani dovessero diffondersi schermi enormi e superdefiniti, uno dovrebbe avere lo spazio per mettere un 100 pollici in casa.. e rimane il limite fisico della visione: non entri con il naso nelle immagini, ma stai a una certa distanza.


Non tieni conto che nei monitor ogni pixelsite è composto da tre pixel fisici: RGB. Quindi, un 3840 x 2160 ha, in realtà, quasi 25 megapixel.
Possiedo un recente QuadHD da 65" e sto giocando con la risoluzione della mia MarkII per spremere il meglio dalle immagini: posso assicurati che, se le cose son fatte come si deve, la differenza la vedi e come!
E all'orizzonte sono già accesi gli 8K: 100 megapixel reali.

Piuttosto, mi piacerebbe sapere come risolvono/risolveranno il problema che non vedo mai sollevare negli articoli tecnici che leggo in giro: la DWC (deep well capacity). Aumentare la densità dei pixel, senza aumentarne lo spessore, pone gravi limiti nel numero di cariche che possono essere contenute prima di raggiungere la saturazione.
« Pagina Precedente     Pagina Successiva »
BenQ Monitor