Rosso in vista da ben 150 milioni di dollari in DJI: la causa è corruzione interna

Rosso in vista da ben 150 milioni di dollari in DJI: la causa è corruzione interna

di Paolo Corsini, pubblicata il

“DJI scopre una corruzione interna che ha portato, nel corso del 2018, a vari ammanchi capaci di generare un passivo di ben 150 milioni di dollari: autorità coinvolte e dipendenti allontanati”

E' probabilmente il più importante produttore di droni a livello globale, specializzato anche in altre tipologie di prodotti molto apprezzati dal pubblico dei consumatori. parliamo ovviamente di DJI, azienda cinese che nel corso degli ultimi anni ha raccolto un ricco successo commerciale con le proprie soluzioni.

Reuters segnala, con questa notizia, come non sia però tutto rose e fiori per DJI: l'azienda ha infatti comunicato di aver scoperto una serie di azioni criminali portate avanti al proprio interno da dipendenti che hanno portato alla sottrazione di denaro. L'ammontare del danno sarebbe rilevante: l'azienda infatti ha anticipato di attendersi chiudere i propri conti annuali con un passivo di ben 150 milioni di dollari USA.

Una serie di verifiche interne di routine ha portato alla scoperta delle sottrazioni di denaro, che sono state prontamente denunciato alle autorità. I dipendenti ritenuti responsabili sono stati allontanati: oltre 40 di essi sono stati sottoposti a un processo di verifica interno. Al momento attuale DJI occupa circa 12.000 dipendenti al proprio interno; il piano di sviluppo prevede di aumentarne il numero nel corso del 2019 sino ad arrivare a quota 14.000 per la fine dell'anno.

https://www.fotografidigitali.it/articoli/5323/dji-osmo-pocket-square-front.jpg

Non è dato sapere se le conseguenze economiche di questa serie di azioni criminali potrà influenzare, e in che misura, i piani di sviluppo di nuovi prodotti da parte dell'azienda cinese tanto nel comparto dei droni come in quello delle soluzioni video.  Per questi ultimi ricordiamo che l'azienda ha reso disponibile dal mese di dicembre Osmo Pocket, la propria più recente compact camera che molto successo ha riscosso sin dai primi giorni di commercializzazione.


Commenti (4)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Per contattare l'autore del pezzo, così da avere una risposta rapida, si prega di utilizzare l'email personale (vedere in alto sotto il titolo). Non è detto che una domanda diretta inserita nei commenti venga verificata in tempi rapidi. In alternativa contattare la redazione a questo indirizzo email.
Commento # 1 di: Gundam.75 pubblicato il 21 Gennaio 2019, 08:48
Mi sembra strano che una azienda cosi grande, con un CDA, con revisori ecc non si accorga di un ammanco del genere
Poi se è il CDA ad aver sottratto i soldi allora il discorso cambia
Immagino la fine dei dipendenti licenziati...
Commento # 2 di: jepessen pubblicato il 21 Gennaio 2019, 10:09
Originariamente inviato da: Gundam.75
Mi sembra strano che una azienda cosi grande, con un CDA, con revisori ecc non si accorga di un ammanco del genere
Poi se è il CDA ad aver sottratto i soldi allora il discorso cambia
Immagino la fine dei dipendenti licenziati...


Beh anche l'articolo citato non da' molti dettagli, ma dubito seriamente che quelli che si sono ciulati i soldi siano gli assemblatori che attaccano le eliche ai droni…

Perlomeno si trattera' di commerciali o gente che comunque ha il compito/responsabilita' di muovere il denaro, quindi avrebbero potere ed autorizzazioni per spostare denaro in posti, diciamo non proprio autorizzati, oltre che essere proprio quelli che dovrebbero far notare se ci sono problemi in proposito (il solito dilemma: chi controlla i controllori?).
Che poi in genere si sposta poco per volta proprio per non dare troppo nell'occhio; questi soldi saranno spariti in un ampio periodo di tempo, non credo che se li siano ciulati tutti in una volta.

Tant'e' che e' stato scoperto in un controllo di qualita', che viene in genere fatto da gente diversa da chi fa le cose, proprio per scoprire magagne di questo tipo, come infatti e' avvenuto.
Commento # 3 di: Gundam.75 pubblicato il 21 Gennaio 2019, 11:17
Non so dove lavori, ma nella mia azienda se non hai ordine, bolla, fattura, rapportino di intevento, l'amministrazione non paga.

CHiaro che i commerciali possono fare "tutto" ma ci sono sempre delle regole da seguire; da noi se lo sconto supera un X% il sistema in automatico richiede delle autorizzazioni che possono richiedere l'ok del direttore amministrativo o dell'amministratore.

L'IT (dove lavoro) importi di 2000 euro può spenderli senza problemi (sempre in base al budget), oltre, autorizzazione CFO...

Poi se fanno bonifici strani o movimenti strani....
Commento # 4 di: andbad pubblicato il 21 Gennaio 2019, 14:04
Cmq nell'articolo c'è scritto:
"l'azienda infatti ha anticipato di attendersi chiudere i propri conti annuali con un passivo di ben 150 milioni di dollari USA"

Non che i dipendenti hanno rubato 150 milioni.
Ergo, interpreto così: i conti sono in rosso perché dei dipendenti si sono fatti corrompere causando danni per milioni.
Di solito la gente si fa comprare per 1000 e causa danno per 1.000.000 (spionaggio industriale, sabotaggio, ecc...).

Ma ci sta anche il capro espiatorio per tranquillizzare gli investitori: "Si, abbiamo 150milioni di rosso, ma è colpa dei dipendenti brutti e cattivi."

By(t)e
BenQ Monitor