Olympus Tough TG-6: foto fino a 15 metri di profondità

Olympus Tough TG-6: foto fino a 15 metri di profondità

di Roberto Colombo, pubblicata il

“Vuole continuare sulla strada tracciata dai modelli precedenti anche la nuova Olympus Tough TG-6, progettata per scendere sott'acqua senza custodia esterna fino alla profondità di 15 metri, per resistere a cadute da altezze fino da 2,1 metri, per operare a temperature fino a -10°C e per essere indeformabile allo schiacciamento di pesi fino a 100 kg. ”

Il segmento delle fotocamere compatte ha sofferto molto il successo degli smartphone e la progressiva evoluzione delle loro capacità fotografiche. In questo settore i produttori hanno tirato i remi in barca, accelerando ulteriormente l'obsolescenza delle compatte, il cui sviluppo - al contrario di quello dei cameraphone - è fermo da diverso tempo. Pur avanzando a piccoli passi tecnologici, all'interno della categoria delle compatte c'è però una famiglia di fotocamere che continua a mantenere salda la sua posizione, quella delle rugged, le fotocamere resistenti a tutto, che possono essere portate e sfruttate laddove nessuno rischierebbe l'incolumità di uno smartphone top di gamma da più di mille euro. Vuole continuare sulla strada tracciata anche la nuova Olympus Tough TG-6, progettata per scendere sott'acqua senza custodia esterna fino alla profondità di 15 metri, per resistere a cadute da altezze fino da 2,1 metri, per operare a temperature fino a -10°C e per essere indeformabile allo schiacciamento di pesi fino a 100 kg.

Rispetto al resto del settore, qui si assiste a un comportamento in controtendenza, coi sensori che perdono megapixel a favore di un pixel pitch più ampio e una maggiore sensibilità alle basse luci. Olympus Tough TG-6 si affida infatti a un sensore CMOS retroilluminato in formato 1/2,33" da 12 megapixel, decisamente meno rispetto a qualche generazione fa. La sensibilità si può impostare tra 100 e 12.800 ISO.

La fotocamera offre un'ottica zoom 4x non sporgente da 25-100mm equivalenti con apertura f/2.0-4.9 e una messa a fuoco macro alla focale minima a partire da 1 centimetro dalla lente frontale. A gestire l'interfaccia e il processing delle immagini troviamo il processore TruePic VIII, 'rubato' alla mirrorless top di gamma OM-D E-M1X. I fotografi trovano a disposizione tra gli strumenti anche la possibilità di salvare le foto in formato RAW.

Particolare è il sistema Field Sensor System, con il quale Olympus consente di memorizzare i dati di registro come la posizione, l’altitudine o la profondità ed anche la temperatura dell’aria o dell’acqua mentre si scattano fotografie o si girano video. Questi ultimi possono essere registrati in formato 3840x2160 pixel 4K a 30p e 25p con un bitrate di circa 102 Mbps.

La nuova Tough TG-6 sarà disponibile nelle colorazioni red e black all’inizio del prossimo mese di luglio a un prezzo indicativo al pubblico di 479 euro.


Commenti

BenQ Monitor