Nikon Z7: ecco il teardown per scoprirne i segreti

Nikon Z7: ecco il teardown per scoprirne i segreti

di Mattia Speroni, pubblicata il

“Nikon Z7 è stata presa e smontata pezzo per pezzo dai ragazzi di Lens Rentals. Molte le curiosità al suo interno ma quello che li ha lasciati più entusiasti è un'ingegnerizzazione decisamente interessante e un corpo sigillato molto bene.”

Nikon Z7 è la mirrorless di fascia alta del produttore nipponico che ha voluto schierarsi più o meno nello stesso periodo con lo storico rivale Canon in questo settore. I prezzi, come avrete già potuto constatare non sono certo bassi ma se c'è la qualità, allora potrebbe veramente valerne la pena. Grazie a Lens Rentals possiamo ora vedere come c'è dentro la nuova Nikon Z7 grazie teardown che ha permesso di scoprirne i più intimi segreti.

Nikon Z7 teardown

Una delle caratteristiche che più hanno sorpreso Roger Cicala è la massiccia presenza di guaine e sistemi per evitare che umidità e polvere possano compromettere il sistema. Il produttore nipponico ha usato molto collante e ha coperto molte viti che servono ad accedere al cuore della Nikon Z7 rendendo complicato il teardown, anche se in generale non sarà necessario arrivare fino a quel punto. Nella parte inferiore, rimossa la base, si arriva alla prima parte di elettronica (probabilmente legata al Wi-Fi).

Nikon Z7

Il design della scheda logica è abbastanza pulito e con pochi cablaggi a vista permettendo di avere meno problematiche. I pulsanti sono sigillati in maniera ottimale permettendo di avere una buona certezza circa l'operatività in ambienti critici.

Nikon Z7

Lo slot per la memoria di storage è saldato alla scheda logica principale della Nikon Z7 mentre i jack sono su una scheda figlia che si trova nelle vicinanze (all'interno del corpo c'è meno spazio vuoto rispetto alla EOS R). Una nota riguarda il sistema di fissaggio del cavalletto: non è "profondo" tanto quanto la soluzione Canon e se in generale non darà problemi, è il caso di non utilizzare viti di fissaggio più lunghe del normale.

Per concludere, vi lasciamo con un estratto delle conclusioni di Cicala sulla Nikon Z7: "sono impressionato dalla costruzione molto solida dello chassis e dell'unità IBIS. Sono impressionato dall'ingegnerizzazione pulita e moderna delle connessioni elettriche. Sì, sono consapevole che i cavi saldati trasportano l'elettricità bene, ma per me, c'è qualcosa di rassicurante nel vedere un così accurata e pulita ingegnerizzazione nel 2018".


Commenti (5)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Per contattare l'autore del pezzo, così da avere una risposta rapida, si prega di utilizzare l'email personale (vedere in alto sotto il titolo). Non è detto che una domanda diretta inserita nei commenti venga verificata in tempi rapidi. In alternativa contattare la redazione a questo indirizzo email.
Commento # 1 di: glavelli pubblicato il 01 Novembre 2018, 12:57
Con quello che te la fanno pagare, mi avrebbe stupito non poco se fosse costruita al "risparmio".
E' un prodotto che sto comunque seguendo con molto interesse. Ormai la mia Reflex, pur svolgendo egregiamente ancora il suo lavoro, ma ha già molti anni sulle spalle.
Commento # 2 di: opelio pubblicato il 01 Novembre 2018, 19:37
Vabbè, smontiamo anche questo. Ma una vita che abbia un senso no?
Commento # 3 di: songohan pubblicato il 01 Novembre 2018, 19:42
Originariamente inviato da: opelio
Vabbè, smontiamo anche questo. Ma una vita che abbia un senso no?


Tutto ha un senso. Basta trovare il proprio.
Commento # 4 di: demon77 pubblicato il 01 Novembre 2018, 22:58
Originariamente inviato da: opelio
Vabbè, smontiamo anche questo. Ma una vita che abbia un senso no?


Va bene.
Questi qui sono dei pirla che sprecano la loro vita smontando apparecchi tecnologici.
Un operaio è un pirla che passa la vita a stringere bulloni in una catena di montaggio.
Un commerciante è un pirla che passa la vita a distribuire roba da dietro un bancone.
Un ingengnere è un pirla che passa la vita a fare calcoli
Un architetto è un pirla che passa la vita a tirare righe su un foglio
Un professore è un pirla che passa la vita a ripetere cose da una cattedra
Un chirurgo è un pirla che passa la vita a tagluzzare gente.

Ma possiamo fare di meglio:
Steve Jobs era un pirla che giocava coi computer
I beatles sono dei pirla che hanno buttato la loro vita a scrivere canzonette
Einstein è un pirla che ha sprecato la vita a inventarsi formule
(Stephen Hawking è giustificato percè tanto era paralitico e che cacchio poteva fare)
Gandhi era un pirla che si sbatteva per stuipide controversie tra poveracci


In effetti se ben gurdiamo non si salva proprio nessuno.
Tu che fai?
Generi nuovi universi in sei giorni e poi il settimo ti riposi?
Commento # 5 di: MaxP4 pubblicato il 06 Novembre 2018, 19:08
La sto usando già da un po' affiancata alla D850 e devo dire che mi sta piacendo sempre di più. Anche l'ottica "base", il 24-70 f4 è veramente notevole, nitidissima e senza cali di luce... sulla Z7 direi che è quasi meglio del 24-70 f2,8.
BenQ Monitor