Lenti concentriche per obiettivi sottilissimi

Lenti concentriche per obiettivi sottilissimi

di Roberto Colombo, pubblicata il

“Un prototipo di lenti concentriche a riflessione interna promette obiettivi ad ampia focale nello spazio di pochi millimetri. Origami Optics o Folded Optics il nome della nuova tecnologia”


Commenti (55)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Per contattare l'autore del pezzo, cos da avere una risposta rapida, si prega di utilizzare l'email personale (vedere in alto sotto il titolo). Non detto che una domanda diretta inserita nei commenti venga verificata in tempi rapidi. In alternativa contattare la redazione a questo indirizzo email.
Commento # 21 di: lucusta pubblicato il 05 Settembre 2008, 20:01
No Benito, si puo' assimilare, come gia' detto, ad un Schmidt-Cassegrain a stadio multiplo per accorciare la lunghezza totale dell'apparato.
lente a specchio con foro centrale, e specchio di rifrangenza sul fuoco del primo specchio che rimanda all'obbiettivo, anche se qui si fa' piu' di un passaggio.

come e' stato detto e' una tecnologia per prodotti economici, che ne garantisce la compattezza.
in finale sono lenti fatte con specchi, ed e' la loro qualita' che rendono l'apparecchio piu' o meno buono per questo scopo, ma comunque sempre di basse pretese.
Commento # 22 di: morph_it pubblicato il 05 Settembre 2008, 20:07
...basse pretese...io non li definirei così, il risultato è comunque accettabile, siamo pur sempre davanti ad un 500mm, però è anche vero che un 300mm moltiplicato ha una resa (e costo) superiore.
Commento # 23 di: marchigiano pubblicato il 05 Settembre 2008, 20:13
Originariamente inviato da: CiiiP
Questa lente sarà utilizzata solo nei prodotti di fascia bassissima, come cellulari entry level, già su un N95 sarebbe ridicola, e ora vi spiego il perchè:

Vi ricordate le grandiosi lenti Catadiottriche?

Erano lenti con una estensione focale tripla rispetto agli obiettivi convenzionali, ma avevano un unico enorme difetto, facevano uno sfocato che definirei "comico"

Ovvero tutto ad anellini...

Il funzionamento tutto sommato è lo stesso, la luce entra sempre da un'area elicoidale esterna e quindi si avrà sempre questo curioso effetto.

Cosa ne dite?


stavo per scriverlo io, qui non hanno inventato niente come schema, solo sono riusciti a farlo sulla singola lente il che porterà vantaggi di trasportabilità nelle compatte o in tutti gli attrezzini che hanno PDC quasi infinita. se hai tutto a fuoco chiaramente non te ne frega niente dello sfocato...

Originariamente inviato da: ^TiGeRShArK^

il mio LX250 è un 12" Schmidt-Cassegrain e non ha mai presentato un'aberrazione simile.
Vabbè che costa(va) un fottio, ma nelle foto postate il problema è sicuramente la scarsa qualità dell'obiettivo, non certo il fatto che sia catadriottico.
Anche perchè credo che i telescopi ad oggi + venduti siano proprio i catadriottici per le loro eccellenti doti di trasportabilità (Schmidt-Cassegrain, Ritchey-Chretièn, ecc...)


te col telescopio guardi a infinito, minimo la luna che è 300.000km, prova a puntarlo a 200mt e fai una foto... poi chiaramente gli anellini diminuiscono se hai un diametro esagerato e uno specchietto piccolo, ma queste lentine hanno sicuramente un diametro minimo e lo specchio in proporzione è enorme

Originariamente inviato da: morph_it
il problema dei catadiottrici non era certo lo sfuocato visto che gli anellini li fanno tutte le lenti compresi serie L canon o i migliori nikon. L'unica lente al mondo che ne è esente è il minolta 135 stf grazie al suo schema unico.


c'è modo e modo di fare gli anellini...le lenti normali hanno passaggi molto più graduali, anche quelle da 100, i catadiottrici hanno uno sfocato che attira l'attenzione più del soggetto a fuoco...
Commento # 24 di: morph_it pubblicato il 05 Settembre 2008, 20:31
mha! Non saprei, in generale uno sfuocato brutto è brutto e basta ed a me non piace nè il cata nè il cinquantino.
E poi è sempre una questione che va valutata caso per caso. Quante volte ho sentito: <<La mia lente ha uno sfuocato bellissimo>>; poi gli posti un esempio di quanto è brutto e ti senti <<rispondere, la mia quelle cose non le fa!>>.

In alcune condizioni, lo sfuocato di tutte le lenti è buono, in altre solo le migliori riescono a mantenerlo.
Per quel che mi riguarda, visti i 500/600 necessari per acquistare un 500mm mirror F/8, non è una cattiva spesa, sempre che si abbia necessità di focali così spinte; Come non lo è un superluminoso 50/1.4 a circa 120 nell'usato.

Per tornare OT, secondo me invece la lente dell'articolo è interessante per vari motivi, ma la più importante è che finalmente si muove qualcosa nella ricerca. Può darsi che per il momento finisca sulle compatte o cellulari, certo è che se come sistema è valido, verrà affinato e finirà su ottiche da diverse centinaia di euro. In più, chi può dire che magari da questo progetto non si arrivi ad altro...
Commento # 25 di: zapanisth pubblicato il 05 Settembre 2008, 21:34
Luminosità

Il fattore di luminosità è compensato da sensori sempre piú sensibili (basti pensare al nuovo DIGIC IV canon che arriva a 12.800 iso), purtroppo però stiamo puntando ad una tecnologia che riduce tutto al minimo a scapito della qualitá (basti pensare alla scarsa qualitá delle lenti per cellulari...e per favore nessuno aggiunga il commento che il suo cell 5mpx fa ottime foto). Comunque l'idea è interessante, mi chiedo se sia reversibile, ossia fare una lente macro che da una piccola immagine tira fuori una grande quantitá di dettagli.
Commento # 26 di: ^TiGeRShArK^ pubblicato il 05 Settembre 2008, 21:45
Originariamente inviato da: marchigiano
te col telescopio guardi a infinito, minimo la luna che è 300.000km, prova a puntarlo a 200mt e fai una foto... poi chiaramente gli anellini diminuiscono se hai un diametro esagerato e uno specchietto piccolo, ma queste lentine hanno sicuramente un diametro minimo e lo specchio in proporzione è enorme

mah..
anche sul "piccolo" C8, in qualche osservazione terrestre con tanto di prisma di porro, non ho mai visto niente del genere.
Aberrazioni simili li ho viste solo nel caso di un'errata collimazione, che mi pare l'unico caso che possa spiegarli.
Oppure quando si va di molto in intra o extra focale, cosa che mi pare impossibile per quelle distanze in foto su un obiettivo che di solito è su f/10 come rapporto focale....
EDIT: a meno che non utilizzino una configurazione Schmidt simile a quella che veniva utilizzata nelle omonime camere per ottenere foto luminosissime visti i rapporti focali che scendevano fino a f/1.5....
ARIEDIT: ok allora era uno sfocato, non avevo capito
In quel caso l'ostruzione del secondario in effetti è piuttosto antipatica
Commento # 27 di: CiiiP pubblicato il 05 Settembre 2008, 22:03
Originariamente inviato da: morph_it
il problema dei catadiottrici non era certo lo sfuocato visto che gli anellini li fanno tutte le lenti compresi serie L canon o i migliori nikon. L'unica lente al mondo che ne è esente è il minolta 135 stf grazie al suo schema unico.

Un cinquantino qualunque ne soffre, noon dico allo stesso modo, ma comunque in maniera evidente, poi ti farei vedere un cata decente che non ha certo la resa delle immagini postate.
qui un 500/8 minolta (solo perchè ce l'ho alla mano, i concorrenti sono anche migliori)


Io ho 2 Canon L e non mi sono mai venuti sfocati così brutti... es.

100-400mm L
Link ad immagine (click per visualizzarla)

28-70mm L
Link ad immagine (click per visualizzarla)

Secondo me c'è una bella differenza...
Commento # 28 di: marchigiano pubblicato il 05 Settembre 2008, 23:34
Originariamente inviato da: morph_it
visti i 500/600 necessari per acquistare un 500mm mirror F/8, non è una cattiva spesa, sempre che si abbia necessità di focali così spinte; Come non lo è un superluminoso 50/1.4 a circa 120 nell'usato.


se ricordo bene queste lenti non hanno autofocus e diaframma (sul diaframma in effetti non è un problema ), se proprio devo andare in manuale allora mi prendo un semplice rifrattore che costa poco ma rende bene, è ingombrante vabbè... altrimenti prendo una 4:3 con un 300mm...

CiiiP come hai fatto a convincere i gabbiani a stare in fila?
Commento # 29 di: MrModd pubblicato il 05 Settembre 2008, 23:50
Originariamente inviato da: CiiiP
Io ho 2 Canon L e non mi sono mai venuti sfocati così brutti... es.

[B][...][/B]

Secondo me c'è una bella differenza...


CiiP che programma hai usato per visualizzare gli EXIF in modo così dettagliato?
Commento # 30 di: morph_it pubblicato il 06 Settembre 2008, 00:10
Ciip, forse non hai capito il senso del post.
Nessuno qui ti ha detto che le tue lenti non hanno uno sfuocato bello.
Il mio paragone era riferito al fatto che tutte le lenti "cerchiettano", qualcuno in maniera più evidente. I cinquantini lo fanno tutti (come specificato).
Non conosco le tue lenti ma l'aver postato quegli scatti rientra proprio nei casi che avevo citato sopra. Secondo me non ha alcun senso, va bene, in quegli scatti non c'è cerchiettatura, però, voglio esagerare, mettici uno sfondo con dei punti luminosi e vediamo che succede. Ovvio che alcune lenti siano progettate proprio per ottenere uno sfuocato bello. Non a caso hai tirato fuori un 24/70, classica focale dei matrimonialisti. Tra l'altro lo sfuocato della prima immagine non è che mi faccia impazzire. E poi quanto hsi pagato il 100-400? Perchè è anche di questo che stiamo parlando.
Ti ripeto che l'unica lente che non cerchietta mai è il minolta 135stf. Non a caso e il signore del bokeh.
« Pagina Precedente     Pagina Successiva »