La 42° asta Leitz Photographica ha visto una Leica 250 GG Reporter battuta per quasi un milione di euro

La 42° asta Leitz Photographica ha visto una Leica 250 GG Reporter battuta per quasi un milione di euro

di Mattia Speroni, pubblicata il

“In questi giorni si conclusa la 42 asta Leitz Photographica. Tra i modelli che sono stati battuti a un prezzo pi elevato c' stato un esemplare di Leica 250 GG Reporter che ha toccato i 900 mila euro.”

Le aste di fotocamere e oggetti legati al mondo della fotografia spesso raggiungono risultati molto interessanti per gli appassionati (e per i danarosi nuovi proprietari). In passato abbiamo scritto, per esempio, di un obiettivo Canon FD 24mm f/1.4 S.S.C. ASPHERICAL venduto per 15 mila euro oppure di una Leica Serie 0 numero 105 che è arrivata addirittura a oltre 14 milioni di euro. Negli scorsi giorni si è tenuta la 42° asta Leitz Photographica che ha permesso di raggiungere cifre interessanti, per quanto sempre sotto il milione di euro.

leica

Come spesso accade ci si è concentrati su oggetti del passato con fotocamere di alcune decine di anni fa e in generale sono state le fotocamere Leica a farla da padrone (anche se un obiettivo Nikon ha comunque raggiunto una cifra elevata). La prossima asta Leitz Photographica, la 43°, si terrà a Vienna tra il 24 e il 25 novembre 2023 dove potrebbero vedersi altri pezzi da collezione. Di seguito i risultati più importanti.

Una fotocamera Leica battuta all'asta per 900 mila euro

Secondo quanto riportato dal sito ufficiale della Leitz Photographica la fotocamera che ha ricevuto la maggiore valutazione da parte degli acquirenti è una Leica 250 GG Reporter + Leica-Motor MOOEV dove la base d'asta era fissata a 150 mila euro con un valore stimato fino a 350 mila euro e arrivando invece a toccare i 900 mila euro. Si tratta di un modello del 1948 che è stata pensata per riuscire ad arrivare fino a 250 fotografie nel formato 35 mm senza dover cambiare la pellicola. Il segreto è dovuto a due alloggiamenti per pellicole che ne modificano l'aspetto esteriore rendendolo inconfondibile.

leica

Interessante notare che le Leica 250 erano nate comunque qualche anno prima (prima della fine della seconda Guerra Mondiale) e alcune venivano dotate di un motorino elettronico MOOEV che veniva impiegato durante la ricognizione aerea e sugli aerei Stuka. Molti esemplari sono quindi andati persi e ne sono arrivati fino a noi solamente 16.

Il modello che è stato battuto all'asta è l'ultimo nella versione Reporter e con motore MOOEV ed era stato consegnato ad Amsterdam all'inizio del 1948. Nella zona superiore è presente anche un'incisione che recita N.L.L.-V-III A6'. NLL corrispondente al Nationaal Luchtvaartlaboratorium (Laboratorio aeronautico nazionale).

Il motore elettrico associato è il numero 10047 ed è presente anche un'incisione che ricorda il numero di serie della fotocamera associata (si tratta di una rarità perché le fotocamere potevano essere cambiate e lo erano di frequente).

Le altre fotocamere e obiettivi battuti all'asta

Al secondo posto è arrivata una Leica M3 con colorazione nera e soprattutto con il contatore degli scatti di colore nero. Questa è una soluzione relativamente rara tanto da far schizzare il prezzo fino a 540 mila euro. Questa fotocamera fu consegnata nel 1958 in Svezia e ha un obiettivo in ottone verniciato di nero Summicron 2/5cm.

leica

Due sono stati gli obiettivi battuti alla 42° asta Leitz Photographica. Uno è un prototipo Elcan 1⅜ Inch 1:2 (2/35mm) che ha toccato i 240 mila euro. Si tratta di una delle due unità esistenti pensata per le fotocamere Leica M realizzato da Ernst Leitz Canada per la marina statunitense nel 1960. Il secondo invece è un Nikon 5.6/13mm AI-S Nikkor che ha raggiunto i 78 mila euro. Si tratta di un obiettivo per reflex professionali senza distorsioni nonostante la lunghezza focale. Ne sono stati realizzati 350 in 22 anni e la produzione avveniva solo su ordinazione.

leica

Tra gli altri modelli battuti all'asta troviamo una Leica I Mod. A Anastigmat realizzata nel 1925 che ha raggiunto i 132 mila euro. Insieme è presente un'ottica a cinque elementi, una custodia in pelle e un contenitore per le pellicole. Una Leica M3 'John Bulmer' con colorazione nera è invece stata battuta per 102 mila euro. Un modello realizzato nel 1960 e abbinato a un obiettivo Summicron 2/50mm. Più recente è invece la Leica MP 'Planet Earth' by King Nerd che è stata venduta a 72 mila euro e prodotta invece nel 2021. Le parti in metallo sono state lavorate artigianalmente per dare un look particolare e unico.

Per 72 mila euro è stata venduta la Leica M2 'Walker Evans' sempre con colorazione nera. Questo modello è invece del 1961 di proprietà del fotografo statunitense Walker Evans. In abbinamento un obiettivo Summicron 2/35mm realizzato con otto elementi. Sempre per 72 mila euro è stata battuta una Leica M2 'Sarkis' con colorazione nera del 1961. In questo caso la proprietà era dell'artista francese Sarkis Zabunyan ed è abbinata a un'ottica Summicron 2/50mm. Infine per 18 mila euro è stata battuta la Leica IIIc outfit 'Walker Evans' sempre appartenuta a Walker Evans. In accoppiata ci sono due ottiche: Nikkor-O 4/2.1cm e W-Nikkor C 2.5/3.5cm e un Leicavit.


Commenti