Anche Leica M7 va in pensione

Anche Leica M7 va in pensione

di Roberto Colombo, pubblicata il

“Lanciata nel 2002 aveva introdotto alcune importanti novitÓ nel mondo Leica, come la modalitÓ di scatto in prioritÓ di diaframmi e l'otturatore a controllo elettronico”

Recentemente abbiamo parlato del definitivo pensionamento dell'ultima reflex a pellicola di casa Canon, la EOS-1V. Notizia di questi giorni Ŕ quella di un altro illustre pensionamento: anche Leica M7 Ŕ finita, infatti, fuori produzione, dopo 16 anni di onorato servizio.

Lanciata nel 2002 aveva introdotto alcune importanti novitÓ nel mondo Leica, come la modalitÓ di scatto in prioritÓ di diaframmi e l'otturatore a controllo elettronico. Quest'ultimo fu una novitÓ non del tutto benvenuta, in quanto, contrariamente alle Leica M precedenti, richiedeva che la batteria fosse carica per scattare.

Una fotocamera a pellicola che Ŕ presto invecchiata con l'arrivo del digitale, a cui Leica si Ŕ convertita anche sulla serie M nel 2008 con Leica M8. Contrariamente a quanto avvenuto in casa Canon per Leica questo non Ŕ un abbandono della fotografia a pellicola, in quanto le pi¨ recenti Leica MP e Leica M-A restano disponibili nel catalogo del produttore tedesco.


Commenti