A Milano la mostra POVERI NOI, un racconto dell’Italia che non si arrende

A Milano la mostra POVERI NOI, un racconto dell’Italia che non si arrende

di Mattia Speroni, pubblicata il

“A Milano inizierà il cammino della mostra fotografica POVERI NOI, un racconto dell’Italia che non si arrende che punta a far conoscere il fenomeno delle famiglie povere con minori e delle storie di riscatto sociale nella difficoltà.”

Inizierà a Milano il "cammino" della mostra fotografica dal titolo POVERI NOI, un racconto dell’Italia che non si arrende che poi proseguirà verso Palermo, Catanzaro, Napoli e finirà a Genova. Al centro della mostra, curata da Roberto Mutti, ci saranno le fotografie scattate da Valentina Tamborra.

poveri noi fotografia

POVERI NOI, un racconto dell’Italia che non si arrende racconterà tramite immagini e testi (di Monica Triglia) la realtà vissuta da famiglie con minori che vivono in stato di povertà. Non si tratta però di situazioni lontane da noi, ma un quadro dell'Italia odierna che deve convivere con questa problematica.

L'organizzazione della mostra è stata gestita dall'organizzazione Albero della Vita e sarà inaugurata il 9 Maggio alle ore 18.30 allo Spazio Interface HUB/ART che si trova in Via Privata Passo Pordoi 7/3 a Milano e proseguirà poi fino al 2 Giugno 2019 (sempre nel capoluogo lombardo).

All'interno di POVERI NOI, un racconto dell’Italia che non si arrende saranno esposte 26 fotografie e 5 racconti che cercheranno di far comprendere al visitatore una realtà difficile. Si tratta di una situazione vissuta da oltre 5 milioni di italiani di cui oltre 1,2 milioni sono minorenni. All'interno della mostra si troveranno storie complicate e difficili ma anche di rivincita, coraggio e speranza e di persone che non si sono arrese (da qui anche il titolo).

poveri noi

Roberto Mutti, curatore della mostra, ha dichiarato "Valentina Tamborra in questo lavoro si è trovata a confrontarsi con problemi nuovi che sapevano di antico perché l’Italia che è stata storicamente un paese povero di questa condizione ha perso la memoria come se tutto appartenesse a una realtà lontana definitivamente superata. E invece le cose non stanno così, basta relativamente poco per scivolare indietro, per accorgersi che quanto era dato per acquisito solo poco tempo prima ora si è allontanato dapprima in modo impercettibile poi sempre di più e che per raggiungerlo di nuovo non si può più fare da soli ma bisogna contare sull’aiuto di altri".

La mostra POVERI NOI, un racconto dell’Italia che non si arrende è inserita nel calendario del Milano Photofestival 2019 andandosi ad aggiungere ad altri appuntamenti per tutti gli amanti della fotografia (e non solo).


Commenti (7)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Per contattare l'autore del pezzo, così da avere una risposta rapida, si prega di utilizzare l'email personale (vedere in alto sotto il titolo). Non è detto che una domanda diretta inserita nei commenti venga verificata in tempi rapidi. In alternativa contattare la redazione a questo indirizzo email.
Commento # 1 di: gigioracing pubblicato il 04 Maggio 2019, 13:18
L Italia non si arrende e neanche lo stato, con tasse nuove e Iva al 25.5% fra poco...
Commento # 2 di: san80d pubblicato il 04 Maggio 2019, 16:50
e perche' questa notizia su hwupgrade?
Commento # 3 di: Bi7hazard pubblicato il 04 Maggio 2019, 17:24
Originariamente inviato da: gigioracing
L Italia non si arrende e neanche lo stato, con tasse nuove e Iva al 25.5% fra poco...


Dove sta scritto? Sarà la solita Fake News
Commento # 4 di: rutzer pubblicato il 06 Maggio 2019, 13:10

Commento # 2 di: san80d pubblicato il 04 Maggio 2019, 16:50
e perche' questa notizia su hwupgrade?

Magari perchè è in "Cultura Fotografica" e si parla di fotografie?
Commento # 5 di: nickname88 pubblicato il 06 Maggio 2019, 13:23
L'itaGLia si è già arresa molto tempo fa.
Oramai siamo quasi insensibili alle tasse extra ed agli aumenti ma soprattutto ai tagli improvvisi di pensioni e sussidi.

In Francia invece han messo a ferro e fuoco la nazione per appena +6cent/l sulla benzina, giusto per fare paragoni.
Commento # 6 di: lucius12 pubblicato il 06 Maggio 2019, 18:21
Originariamente inviato da: nickname88
L'itaGLia si è già arresa molto tempo fa.
Oramai siamo quasi insensibili alle tasse extra ed agli aumenti ma soprattutto ai tagli improvvisi di pensioni e sussidi.

In Francia invece han messo a ferro e fuoco la nazione per appena +6cent/l sulla benzina, giusto per fare paragoni.


la benzina c'entra pochissimo coi gilet gialli, ma i giornali non lo dicono mica
Commento # 7 di: san80d pubblicato il 06 Maggio 2019, 18:44
Originariamente inviato da: rutzer
Magari perchè è in "Cultura Fotografica" e si parla di fotografie?


ok, quindi aspetto con impazienza l'articolo sulla mostra fotografica culinaria della mia citta'
BenQ Monitor