Nikon Z9, la mirrorless ora supera (abbondantemente) le reflex Pro

Nikon Z9, la mirrorless ora supera (abbondantemente) le reflex Pro

di Alberto De Bernardi , pubblicato il

“Barattereste l'ammiraglia reflex con una Z9? Noi, si. Non abbiamo dubbi, la mirrorless è superiore alle reflex quasi in ogni singolo aspetto, e per il professionista Nikon che desidera rinnovare il proprio corredo sarebbe saggio, oggi, rivolgersi al sistema Z. ”

Introduzione

Ebbene sì, ci siamo! Nikon per prima ha avuto il "coraggio" di proporre una mirrorless, e non una reflex, come ammiraglia per la fotografia sportiva. Signore e signori, ecco la Nikon Z9: non la "top di gamma tra le mirrorless", ma la top di gamma in assoluto. La più avanzata e performante fotocamera Nikon (e non solo) è oggi, per la prima volta nella storia, una mirrorless.


Un azzardo? A giudicare dalle specifiche, ampiamente confermate dal nostro primo contatto, non più di tanto. La velocità di lettura del sensore e la potenza di calcolo sono tali da assicurare un'esperienza visiva pari, se non superiore, a quella di un mirino ottico. Superato questo scoglio, le restanti specifiche parlano da sole: raffica da 20 fps RAW (30 fps JPEG) virtualmente infinita alla risoluzione massima di 45 Mpixel, possibilità di raggiungere i 120 (centoventi!) fps a 11 Mpixel…

Vale forse la pena ricordare a chi oggi considera 11 Mpixel "poca cosa", che una reflex come la D3, pietra miliare del settore, ha debuttato nel 2007 con una risoluzione di 12,1 Mpixel, successivamente confermata dalla D3s del 2009 (che scattava a 9 fps). Certo, leggendo la scheda tecnica della Z9, sembra passato un secolo…

Quasi 500 punti AF a coprire pressoché l'intera area, capacità di tracking avanzato che coprono soggetti umani, animali e veicoli, possibilità di agganciare i soggetti fino a -6,5 EV (-8,5 EV con Starlight View), video 8K/30p e 4K/120p senza limiti di tempo o temperatura, stabilizzazione in-camera… Il tutto, in un corpo macchina funzionalmente equivalente a quello delle D5/D6 (anche se leggermente più compatto) e altrettanto robusto.

L'inevitabile paragone è con la Sony A1, unica fotocamera oggi confrontabile. Posto questo, e considerato quanto offre, la Nikon Z9 può persino considerarsi economica. Nessuno si scandalizzi. Ci rendiamo ben conto che i 6099 Euro di listino (solo corpo) non sono pochi in assoluto. D'altro canto, il prezzo di listino della Sony A1 è fissato a 7300 Euro e, allargando un po' la cerchia delle rivali, quello della EOS R3 (che, lo ricordiamo, per Canon non è l'ammiraglia) è di 6289 Euro, quello della EOS 1Dx Mark III (reflex) è di ben 7650 Euro e la stessa Nikon D6 (reflex), al momento del lancio, sfiorava i 7200 Euro.  

La fotocamera è stata testata con il Nikkor 24-70/2.8 S, il Nikkor MC 105/2.8 S e il Nikkor AF-S 200-400mm F4 G ED VR II tramite adattatore FTZ II. I risultati MTF si riferiscono al 105mm Micro.  

Eccolo la nostra sintesi video, mentre trovate tutta l'analisi tecnica nelle prossime pagine:

[HWUVIDEO="3211"]Nikon Z9: la regina tra le fotocamere e non solo tra le mirrorless. La recensione[/HWUVIDEO]