Un laser per portare ancora Cinemeccanica e la tecnologia italiana nei cinema di tutto il mondo

Un laser per portare ancora Cinemeccanica e la tecnologia italiana nei cinema di tutto il mondo

di Roberto Colombo , pubblicato il

“Cinemeccanica ha rappresentato il fiore all'occhiello della produzione italiana di cineproiettori nel secolo scorso, con esportazioni in tutto il mondo. Le sue macchine proiettano a tutt'oggi film come 'The Hateful Eight' di Tarantino in pellicola 70mm, ma il futuro tutto nel digitale, in particolare nelle soluzioni laser”

Articoli correlati

La recensione di Star Wars Il Risveglio della Forza

La recensione di Star Wars Il Risveglio della Forza

Questo articolo sar differente rispetto ai soliti: una vera e propria recensione cinematografica di Star Wars Il Risveglio della Forza, l'evento dell'anno per quanto riguarda tutto il mondo dell'intrattenimento. Ci sforzeremo di ridurre al minimo gli spoiler, mentre nelle pagine successive trovate dettagli pi tecnici su come sono stati realizzati i vecchi Star Wars, oltre che Il Risveglio della Forza.
Hideo Kojima in Italia: tra arte, cinema e 'Metal May Cry'

Hideo Kojima in Italia: tra arte, cinema e 'Metal May Cry'

In occasione del lancio di Metal Gear Rising Revengeance, anche se non coinvolto direttamente nello sviluppo, uno dei pi grandi game designer di sempre ha fatto visita all'Italia. stata l'occasione per esaminare l'incontro, tutto artistico, tra cinema e videogiochi.


Commenti (37)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Per contattare l'autore del pezzo, cos da avere una risposta rapida, si prega di utilizzare l'email personale (vedere in alto sotto il titolo). Non detto che una domanda diretta inserita nei commenti venga verificata in tempi rapidi. In alternativa contattare la redazione a questo indirizzo email.
Commento # 11 di: Bestio pubblicato il 03 Febbraio 2016, 16:28
Originariamente inviato da: Simonex84
da ex-cineoperatore dico solo due cose, Cinemeccanica è stata, è e sarà sempre il TOP, la seconda è che il cinema, quello vero, va visto a 24 frame per secondo, su questo non ci sono discussioni.


Qualche anno fa si diceva che il cinema, quello vero, va visto in pellicola.
Qualche anno prima si diceva che il cinema, quello vero va visto in B/N.
Prima ancora si diceva che il cinema, quello vero, dev'essere muto...

Per me un film dev'essere movimento, non una carrellata di diapositive, e sarà che il mio occhio è particolarmente sensibile a questa cosa, ma a me a 24fps sembra sempre di vedere una carrellata di diapositive, e la cosa mi disturba tantissimo.

Il mondo non si muove a 24fps, ne si vede in banco e nero, e ne è muto, e ne è in 2d (sebbene il 3d per come è ora non convinca neanche me)...
Percui penso che il progresso significhi anche un cinema sempre più vicino alla realtà.
Commento # 12 di: Simonex84 pubblicato il 03 Febbraio 2016, 16:32
Originariamente inviato da: Bestio
Qualche anno fa si diceva che il cinema, quello vero, va visto in pellicola.
Qualche anno prima si diceva che il cinema, quello vero va visto in B/N.
Prima ancora si diceva che il cinema, quello vero, dev'essere muto...

Per me un film dev'essere movimento, non una carrellata di diapositive, e sarà che il mio occhio è particolarmente sensibile a questa cosa, ma a me a 24fps sembra sempre di vedere una carrellata di diapositive, e la cosa mi disturba tantissimo.

Il mondo non si muove a 24fps, ne si vede in banco e nero, e ne è muto, e ne è in 2d (sebbene il 3d per come è ora non convinca neanche me)...
Percui penso che il progresso significhi anche un cinema sempre più vicino alla realtà.



quindi ti piace l'"effetto telenovela", ma come fai? è teribile, sembra tutto finto, io non sopporto neanche i video fatti a 60fps con la GoPro, la tengo sempre a 30fps
Commento # 13 di: +Benito+ pubblicato il 03 Febbraio 2016, 16:44
Anch'io preferisco il cinema a 24 fotogrammi, ma è una cosa personale.
Commento # 14 di: AlPaBo pubblicato il 03 Febbraio 2016, 17:45
Originariamente inviato da: Bestio
Qualche anno fa si diceva che il cinema, quello vero, va visto in pellicola.
Qualche anno prima si diceva che il cinema, quello vero va visto in B/N.
Prima ancora si diceva che il cinema, quello vero, dev'essere muto...

Per me un film dev'essere movimento, non una carrellata di diapositive, e sarà che il mio occhio è particolarmente sensibile a questa cosa, ma a me a 24fps sembra sempre di vedere una carrellata di diapositive, e la cosa mi disturba tantissimo.

Il mondo non si muove a 24fps, ne si vede in banco e nero, e ne è muto, e ne è in 2d (sebbene il 3d per come è ora non convinca neanche me)...
Percui penso che il progresso significhi anche un cinema sempre più vicino alla realtà.


Quello che conta nel cinema è l'immaginazione visiva. L'avvento del sonoro ne ha impedito l'evoluzione. Sì, il vero cinema è muto, e deve reggere anche senza il parlato. Posso accettare il colore, se usato bene.
Se tu vedi una carrellata di diapositive ti consiglio di andare da un ricercatore di fisiologia della visione: evidentemente hai qualche superpoteri.
Confrontare il cinema con il mondo non ha molto senso: si tratta di cinema, non di documentari. Così torni alle idee del realismo sovietico.
Commento # 15 di: Zappz pubblicato il 03 Febbraio 2016, 18:03
Originariamente inviato da: Simonex84
quindi ti piace l'"effetto telenovela", ma come fai? è teribile, sembra tutto finto, io non sopporto neanche i video fatti a 60fps con la GoPro, la tengo sempre a 30fps


Idem, anche a me da un sacco fastidio l'effetto telenovela, infatti disabilito in tutte le tv qualsiasi motion flow o robe del genere...

Anche il vpr lo tengo a 24fps per guardare i film.
Commento # 16 di: Personaggio pubblicato il 03 Febbraio 2016, 19:46
Sull'HFR avete ragione tutti. Con i 24FPS con motion blur tu per ogni frame ha l'insieme delle immagini registrate durante 1/24 di secondo, passare a 60FPS dove ogni Frame è una istantanea è giustamente una cavolata, o li fai sempre con il motion blur quindi per ogni frame avresti l'intero contenuto di 1/60 di secondo, o se vuoi istantanee devi andare a 300FPS e allora si che vedi netti miglioramenti. Ovviamente il proiettore dovrà avere una frequenza di aggiornamento di 300Hz sincronizzata con il cambio di frame
Commento # 17 di: smashing pubblicato il 03 Febbraio 2016, 21:47
Anch'io personalmente sono per i 24fps, non penso sia per un occhio meno allenato. Sono un proiezionista e sulla pellicola vedevo passare senza problemi la giunta presente sul singolo fotogramma. Ritengo sia semplicemente un fattore di gusto.
Personalmente trovo il 2k inferiore non solo al 70mm ma anche al 35mm. Se la pellicola è intonsa, le macchine tarate bene e il proiezionista sa fare il suo lavoro non c'è digitale che tenga! Sovente c'è il ricordo della pellicola come una proiezione mediocre, ma è solo dovuto alle copie distrutte e alla negligenza dei proiezionisti/gestori delle sale.

usate con soddisfazione Cinemeccanica victoria X, 8 e 5 non dimentichiamoci anche di prevost!!! Ora mi annoio con un Christie 2k...
Commento # 18 di: amd-novello pubblicato il 03 Febbraio 2016, 22:47
hfr tutta la vita per me. dopo lo hobbit difficile tornare indietro. fittizio ma anche no. il 3d mi fa sempre pena.


senza le definizioni tecniche l'hdr che effetto da? migliora il contrasto intra frame?
Commento # 19 di: Bestio pubblicato il 03 Febbraio 2016, 23:11
Originariamente inviato da: Simonex84
quindi ti piace l'"effetto telenovela", ma come fai? è teribile, sembra tutto finto, io non sopporto neanche i video fatti a 60fps con la GoPro, la tengo sempre a 30fps


Io con sto "effetto telenovela" proprio non capisco di che parlate, (sarà che non ne ho mai vista una, ma Brasiliani e Argentini erano così avanti che riprendevano in HFR già 30 anni fa? :asd a me è sempre sembrato tutto finto e scattoso a 24fps, sopratutto nelle panoramiche, o nelle scene veloci, per non parlare delle varie illusioni ottiche come ruote che sembrano girare al contrario o strade/binari che sembrano andare all'indietro.

Poi posso ancora a capire che a qualcuno per ragioni artistiche piaccia il bianco e nero o il muto, ma di come si possa preferire un filmato che va a scatti ad uno che va fludo, proprio non riesco a capacitarmi...

Poi come in tutte le cose c'è il fattore "de gustibus".
Commento # 20 di: mrk-cj94 pubblicato il 03 Febbraio 2016, 23:24
Originariamente inviato da: Bestio
Qualche anno fa si diceva che il cinema, quello vero, va visto in pellicola.
Qualche anno prima si diceva che il cinema, quello vero va visto in B/N.
Prima ancora si diceva che il cinema, quello vero, dev'essere muto...

Per me un film dev'essere movimento, non una carrellata di diapositive, e sarà che il mio occhio è particolarmente sensibile a questa cosa, ma a me a 24fps sembra sempre di vedere una carrellata di diapositive, e la cosa mi disturba tantissimo.

Il mondo non si muove a 24fps, ne si vede in banco e nero, e ne è muto, e ne è in 2d (sebbene il 3d per come è ora non convinca neanche me)...
Percui penso che il progresso significhi anche un cinema sempre più vicino alla realtà.


concordo in tutto e per tutto
« Pagina Precedente     Pagina Successiva »