Sony NEX-5: primo contatto e primi scatti

Sony NEX-5: primo contatto e primi scatti

di Roberto Colombo , pubblicato il

“Sony settimana scorsa ha presentato le sue prime fotocamere ibride, denominate NEX-3 e NEX-5, da New E-mount eXperience. Ecco il report e i primi scatti dal nostro pomeriggio in compagnia della Sony NEX-5 testata in anteprima durante l'evento organizzato da Sony in Croazia”

Video: sensore APS-C e ottiche fotografiche

Prima delle conclusioni analizziamo brevemente una delle altre caratteristiche delle due nuove fotocamere: la capacitā di registrare video in alta definizione. Come giā citato, si tratta della caratteristica che maggiormente differenzia le due fotocamere, con la NEX-5 in grado di registrare a 1080i e la NEX-3 a 720p, in formato rispettivamente AVCHD e MPEG.

Qualcuno ha accolto con sfavore la scelta del formato 1080i senza lasciare la possibilitā di scelta all'utente rispetto al 1080p, ma probabilmente si tratta di una scelta di natura tecnica e soprattutto che troverā gran parte dell'utenza non in grado di apprezzare la differenza. L'ampio sensore APS-C e le ottiche fotografico aprono un mondo nuovo a chi č abituato a girare filmati con videocamere economiche.

La gestione della profonditā di campo, del fuoco e la qualitā stessa delle immagini lasciano favorevolmente impressionati. La messa a fuoco in particolare ha convinto, risultando veloce e precisa con l'obiettivo pancake 16mm che per altro, vista la corta focale, minimizza anche la comparsa del  focus breathing, quell'effetto di cambio della lunghezza focale durante la messa a fuoco, che con sensori cosė grandi e profonditā di campo ristrette in caso di tentennamenti nella messa a fuoco puō risultare molto fastidioso.