Sony World Photograhy Awards 2020: i finalisti per i concorsi Student e Youth

Sony World Photograhy Awards 2020: i finalisti per i concorsi Student e Youth

di Mattia Speroni, pubblicata il

“Mentre si avvicina il momento dell'annuncio ufficiale con la proclamazione del fotografo dell'anno 2020 per i SWPA, sono stati annunciati i finalisti per i concorsi dedicati ai pi giovani: stiamo parlando di quello Student e quello Youth.”

Si torna a parlare dei Sony World Photograhy Awards 2020 (alcune fotografie sono già disponibili per la visione) e in particolare i finalisti del concorsi Student e Youth per l'edizione di quest'anno. I giovani fotografi avranno l'onore di poter vedere esposte le proprie opere nella mostra che si terrà da Aprile 2020 alla Somerset House di Londra.

swpa 2020 student youth

I finalisti per il concorso Student 2020

Per quanto riguarda i finalisti del concorso Student, si tratta di studenti degli istituti di istruzione superiore provenienti da tutto il Mondo. Per partecipare era necessario inviare da un minimo cinque a un massimo dieci fotografie basandosi su due tematiche (Invisible Lines e Sustainability Now). Sono stati selezionati così dieci candidati che hanno potuto utilizzare dell'attrezzatura fornita da Sony per portare a termine il progetto. Invece chi verrà eletto Student Photographer of the Year ai Sony World Photograhy Awards 2020 vincerà attrezzatura fotografica dal valore di 30 mila euro.

Per Invisible Lines (una delle due tematiche) bisognava sviluppare un tema dedicato alle persone che combattono barriere naturali, sociali o intellettuali. Per esempio Reyad Abedin ha catturato immagini di Dhaka (sua città natale) per la realizzazione di The Name of My City is Dust and Smoke and Life. In questo caso è stata messa in evidenza la modifica dell'ambiente naturale sotto la spinta della crescita urbanistica.

Ioanna Sakellaraki ha invece portato The Truth is in The Soil dove ha messo in luce la tradizione delle donne pagate per piangere ai funerali in Grecia. Ed è questa la tematica principale portata avanti dalla studentessa greca.

Per il tema Sustainability Now invece era necessario mostrare il concetto di "sostenibilità ambientale". Dalla giuria sono stati segnalati i lavori di Fangbin Chen chiamato Guardians e che punta sul lavoro delle persone per contenere la diffusione del Coronavirus in Cina. In particolare lo studente punta il dito contro il consumo di animali selvatici.

Arantza Sánchez Reyes ha invece realizzato Roots of Cause che parla dei residenti di Monterrey e della ricerca di uno stile di vita più sostenibile in una delle città più inquinate dell'America Latina. C'è anche un italiano, Tobia Faverio, studente del NABA, che potrebbe aspirare alla vittoria. L'elenco dei finalisti è qui di seguito mentre il giudizio è stato espresso da Tim Clark (scrittore e caporedattore di 1000 Words).

  • Reyad Abedin, Bangladesh Counter Foto – A Center for Visual Art
  • Robin Ansart, Francia École Nationale Supérieure Louis-Lumière
  • Micaela Del Sol Angulo, Perù Centro de la Imagen
  • Fangbin Chen, Cina continentale Qilu University of Technology
  • Amy Davis, Sudafrica CityVarsity Cape Town
  • Tobia Faverio, Italia NABA – Nuova Accademia di Belle Arti
  • Ioanna Sakellaraki, Grecia Royal College of Art (Regno Unito)
  • Arantza Sánchez Reyes, Messico LCI Monterrey
  • Chip Skingley, Regno Unito University of the West of England
  • Ashley Tofa, Nuova Zelanda The University of Aukland

A margine dell'annuncio dei finalisti del concorso Student 2020, sono stati anche annunciati i vincitori dello Student Grant 2019. Questi ultimi sono stati scelti tra i finalisti del concorso Student dell'edizione 2019 dei SWPA. I vincitori sono Joel Davies (Regno Unito), Sam Delaware (Stati Uniti) e Tobias Kobborg Kristensen (Danimarca). I fotografi hanno ricevuto 3500 dollari ognuno oltre alla possibilità di utilizzare una fotocamera Sony per la realizzazione di un progetto su Changing Cities dedicato alla modifica dell'urbanistica in versione "ecologica".

I finalisti per il concorso Youth 2020

Il concorso Youth per i Sony World Photograhy Awards 2020 ha visto ben il 50% di candidature in più. Nel periodo compreso tra Giugno e Dicembre dello scorso anno, ogni mese sono state inviate fino a 3 immagini riguardanti categorie diverse (Paesaggio, Viaggio, Ritratto e Fotografia di strada). Alla fine di ogni mese è stato decretato un vincitore di categoria che ora può aspirare al titolo di Youth Photographer of the Year 2020.

I partecipanti provengono da ogni parte del Mondo e troviamo per esempio Jason Chen che ha ripreso un'immagine particolare del fiume nel parco di Yellowstone. Non mancano "temi caldi" come quello affrontato da Dita Suci Putri Rahmawati che ha messo in luce la vita all'interno della discarica di Piyungan. Bruce Bai ha invece puntato sul bianco&nero per catturare il lago Qinghai. Ram Kaushalyan ha invece fotografato una donna che si preparava per il Maha Shivaratri Festival. Kolton Almany che ha ritratto una modello in una biblioteca. Hsien-Pang Hsieh vuole mostrare artisticamente la vita frenetica alla quale molti sono sottoposti. William Moynihan ha utilizzato il bianco&nero per evidenziare le figure di tre giocatori di roofball.

Sarà Gisela Kayser (direttrice generale e artistica della Freundeskreis Willy-Brandt-Haus e.V. di Berlino) ad assegnare il titolo definitivo per questa edizione dei Sony World Photograhy Awards 2020. Il giovane fotografo potrà così ricevere attrezzature fotografiche di Sony oltre a conoscere di persone fotografi di spicco della scena internazionale.

  • PAESAGGIO: Jason Chen, Stati Uniti
  • AMBIENTE: Dita Suci Putri Rahmawati, Indonesia
  • NATURA E ANIMALI: Bruce Bai, Cina continentale
  • VIAGGIO: Ram Kaushalyan, India
  • RITRATTO: Kolton Almany, Stati Uniti
  • STREET PHOTOGRAPHY: Hsien-Pang Hsieh, Taiwan
  • TEMA LIBERO: William Moynihan, Stati Uniti

Commenti