Sì, nel 2024 Pentax ha presentato una fotocamera a pellicola. Ha senso?

Sì, nel 2024 Pentax ha presentato una fotocamera a pellicola. Ha senso?

di Roberto Colombo, pubblicata il

“La presentazione della nuova Pentax 17 una fotocamera analogica a pellicola mezzo formato riaccende la discussione sul ritorno della pellicola. Proviamo a fare il punto e capire se una mossa del genere nel 2024 ha senso”


Commenti (15)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Per contattare l'autore del pezzo, cos da avere una risposta rapida, si prega di utilizzare l'email personale (vedere in alto sotto il titolo). Non detto che una domanda diretta inserita nei commenti venga verificata in tempi rapidi. In alternativa contattare la redazione a questo indirizzo email.
Commento # 11 di: Marko#88 pubblicato il 25 Giugno 2024, 07:28
Originariamente inviato da: the_joe
Non per sindacare, ma il mezzo formato che senso dovrebbe avere per un pubblico di appassionati?

Potrei capire il recupero del vintage a livello emotivo può avere un senso, ma oggi sul nuovo sinceramente non ne vedo un senso, ma Pentax è già reduce dall'enorme successo del sistema Q digitale e credo ci voglia riprovare con la pellicola.

D'altra parte già la qualità con il formato 35mm non è che sia eccezionale, ma si può sopportare grazie al sapore vintage che hanno le stampe e a tutto quello che c'è dietro a partire dallo sviluppo per arrivare alla camera oscura, ma un formato così piccolo dubito che abbia anche la minima possibilità di produrre un qualcosa di fruibile a livello pratico se non in formati veramente piccoli.

Inoltre come fatto notare da altri, nel mercato dell'usato con quelle cifre si prende ben altro.


Io credo, e non sono affatto sicuro che avranno ragione, che in Pentax abbiano pensato a produrre qualcosa di nicchia, di hipster e che attiri qualche giovane (vedi il formato verticale). In quest'ottica la qualità ottenibile è del tutto secondaria.
Ma ripeto, non so se sia una mossa giusta. Da Pentaxiano chiaramente auguro loro di venderne un milione, di fare un sacco di soldi e di prosperare... però sono pessimista.
Commento # 12 di: the_joe pubblicato il 25 Giugno 2024, 08:28
Originariamente inviato da: tuttodigitale
confondi l'half frame con il 16mm, che tra le altre cose se stampato come si deve, si ottengono dei 10x15cm a colori molto buone da pellicole 16mm, ovviamente con fotocamere che non siano i classici giocattoli.

Da una half frame un dignitosissimo 18x24cm esce senza problemi o sbattimenti. un 24x32 con un bel pò di fatica, oltre solo usando le pellicole tecniche (con ovvi limiti).

In generale la regola è che un negativo commerciale di bassa sensibilità, 100-200ISO a colori e 100-400ISO in bianconero, può essere stampato circa acun ingrandimento di 10X per cui le dimensioni che indichi sono grossomodo giuste, ma la regola della stampa dice anche che per i piccoli formati serve più qualità perché vengono viste da una distanza minore quindi non sarei così sicuro della qualità finale.
Commento # 13 di: tuttodigitale pubblicato il 26 Giugno 2024, 11:27
Originariamente inviato da: zoomx
La piccola batteria da 12V della reflex, tutta elettronica, senza non funzionava nulla, durava anni. In un viaggio di 5 settimane ho consumato circa un rullino al giorno, oltre 30 rullini, la batteria non si è mica scaricata.
La batteria è quella che oggi si usa o si usava in alcuni telecomandi.
E l'elettronica quella di oltre 40 anni fa.

Oltre all'acquisto della pellicola c'è anche lo sviluppo. Chi ti sviluppa e stampa un mezzo formato?

Inoltre così usare una pellicola per diapositive è un dramma.

Penso si saranno fatti i loro conti.

in effetti pensavo alla f100 con la quale la durata di una coppia di CR123 è nell'ordine dei 10 rullini, non molti di più.

Se invece parliamo della OM-1n, la pila a bottone a mercurio è ancora viva

La FE2 (pagata con il ai-s 50mm f1.2 un centinaio euro meno di questa Pentax ) dura molto di più anche 20 rullini e con 2 misere batterie a bottone...

Il "problema" di questa compatta è che pare che sia motorizzato l'azionamento dell'autofocus..... il consumo pertanto è giustificato....meno la scelta tecnica a meno che i tecnici Pentax non hanno semplicemente, come penso, progettato una full frame autofocus (che uscirà in seguito) e limitato le specifiche di quello che è un prodotto che non ha forte concorrenza.
Commento # 14 di: tuttodigitale pubblicato il 26 Giugno 2024, 11:31
Originariamente inviato da: Marko#88
Io credo, e non sono affatto sicuro che avranno ragione, che in Pentax abbiano pensato a produrre qualcosa di nicchia, di hipster e che attiri qualche giovane (vedi il formato verticale). In quest'ottica la qualità ottenibile è del tutto secondaria.
Ma ripeto, non so se sia una mossa giusta. Da Pentaxiano chiaramente auguro loro di venderne un milione, di fare un sacco di soldi e di prosperare... però sono pessimista.


penso semplicemente che hanno previsto "aggiornamenti" a costo zero....
hanno un obiettivo che ha un focus (non auto ) motorizzato e dimensioni da full frame....
Commento # 15 di: tuttodigitale pubblicato il 26 Giugno 2024, 11:41
Originariamente inviato da: the_joe
In generale la regola è che un negativo commerciale di bassa sensibilità, 100-200ISO a colori e 100-400ISO in bianconero, può essere stampato circa acun ingrandimento di 10X per cui le dimensioni che indichi sono grossomodo giuste, ma la regola della stampa dice anche che per i piccoli formati serve più qualità perché vengono viste da una distanza minore quindi non sarei così sicuro della qualità finale.

ovviamente sai meglio di me che un 10x non lo ottieni con un 3 lenti (infatti la maggior parte delle mini camera fanno schifo)...in termini pratici non c'è alcuna differenza sulla distanza di visione tra un 10x15 e un 20x30...si vedono tutti da vicino, molto vicino. L'occhio non è che vada molto oltre i 300dpi e il 10x15cm in una visione comoda non può "riempire" in alcun modo il campo visivo...una stampa 10x15 la trovo piccola, tanto più oggi, un 18x24 è un buon equilibrio tra costo e godimento.

Su dpreview c'era una "recensione" (se così si può chiamare scattare un rullino di prova..) la qualità delle scansioni è abbastanza penosa....
« Pagina Precedente     Pagina Successiva »