Samsung NX10: anche Samsung presenta DSLR senza specchio

Samsung NX10: anche Samsung presenta DSLR senza specchio

di Roberto Colombo, pubblicata il

“Ufficiale la hybrid-camera di Samsung. Lenti intercambiabili, ma niente specchio reflex, sensore APS-C e registrazione video: ecco cosa offre la Samsung NX10”


Commenti (25)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Per contattare l'autore del pezzo, così da avere una risposta rapida, si prega di utilizzare l'email personale (vedere in alto sotto il titolo). Non è detto che una domanda diretta inserita nei commenti venga verificata in tempi rapidi. In alternativa contattare la redazione a questo indirizzo email.
Commento # 11 di: tengo famiglia pubblicato il 04 Gennaio 2010, 18:08
finirà che lo specchio rimarrà per i professionisti, perchè non c'è pixel e istantaneità che possa combattere con un'immagine in tempo reale... è naturale quardare da un pentaprisma com'è guardare con i propri occhi, specialmente sei il pentaprisma è 24x36

Vedo di buon occhio le compatte con sensore aps-c e obiettivo fisso, sono dei veri gioielli, ma cambiare obiettivi su macchine del genere... a che vale
Commento # 12 di: PaveK pubblicato il 04 Gennaio 2010, 18:12
Originariamente inviato da: regenesi
"In pratica svitando l'obiettivo ci si trova di fronte direttamente al sensore..."
sarà, ma a me suona davvero brutta questa frase, nel senso che almeno quando c'era lo specchio, la polvere si fermava li, casomai "vedevi male" nel mirino, ma poi le fotografie erano senza problemi, col sensore "esposto" ad ogni cambio di obiettivo..... credo si sporcherà prima

La polvere che si ferma tutta sullo specchio? Ma magari!
Lo specchio non è attaccato al sensore e non è parallelo ad esso, ma ovviamente inclinato di 45°.
La polvere andrà a depositarsi sul filtro posto di fronte al sensore in modo praticamente identico a prima. Il sensore vero e proprio non è mai stato scoperto (nel senso di "a contatto con l'aria". Credo che da questo punto vi dista cambierà poco.
Piuttosto i più distratti potrebbero arrivare a toccare direttamente il filtro posto sul sensore e graffiarlo, con piccoli oggetti che passino oltre la baionetta. Adesso, a specchio alzato, ci sono alcuni centimetri di sicurezza.
Commento # 13 di: PaveK pubblicato il 04 Gennaio 2010, 18:15
Originariamente inviato da: tengo famiglia
finirà che lo specchio rimarrà per i professionisti, perchè non c'è pixel e istantaneità che possa combattere con un'immagine in tempo reale... è naturale quardare da un pentaprisma com'è guardare con i propri occhi, specialmente sei il pentaprisma è 24x36

Da questo punto di vista sono totalmente d'accordo con te, ma i professionisti vogliono tante cose.
Vogliono anche sistemi silenziosi (es: caccia fotografica), e meno proni a guasti (minor numero di parti meccaniche in movimento).
Specchio e otturatore, in questa visione delle cose, sono più ostacoli che altro.
In un modo o nell'altro qualcuno verrà scontentato.
Commento # 14 di: Mercuri0 pubblicato il 04 Gennaio 2010, 18:23
Originariamente inviato da: tengo famiglia
perchè non c'è pixel e istantaneità che possa combattere con un'immagine in tempo reale...

Chissà, la tecnologia per fare la foto qualche millisecondo *prima* dello scatto non è poi così lontana, nei contesti in cui dovesse servire.

Ma queste sono altre fantasticherie OT.

Vedo di buon occhio le compatte con sensore aps-c e obiettivo fisso, sono dei veri gioielli, ma cambiare obiettivi su macchine del genere... a che vale

Io pensavo per andare in giro con uno zoom standard + una lente prima luminosa (pancake) per gli interni, o mettere un tele o un gradangolo casomai dovesse servirmi (personalissimamente)

Francamente però non capisco cosa centri lo specchio con il fatto di poter cambiare lenti: perchè dovrebbe valere su una DSLR e non su una evil? Tra l'altro le APS non intercambiabili ci sono pure state e non hanno avuto il successo commerciale delle attuali evil
Commento # 15 di: tengo famiglia pubblicato il 04 Gennaio 2010, 18:26
Originariamente inviato da: PaveK
Da questo punto di vista sono totalmente d'accordo con te, ma i professionisti vogliono tante cose.
Vogliono anche sistemi silenziosi (es: caccia fotografica), e meno proni a guasti (minor numero di parti meccaniche in movimento).
Specchio e otturatore, in questa visione delle cose, sono più ostacoli che altro.
In un modo o nell'altro qualcuno verrà scontentato.


secondo me rompere una reflex professionale (o semi professionale, dai 500-700 in su) è davvero difficile, se poi si rovina l'otturatore o il contatto degli obiettivi significa che la macchina si è guadagnata i soldi eheheh tipo 200.000 o 400.000 scatti. E qualche centinaio di euro si può anche spendere. Per esempio se c'è qualche problema di fabbrica o delicatezza dovuta alla manifattura, canon non si fa pagare niente o il minimo, anche se è fuori garanzia. Casi rari comunque.

Le fotocamere ora hanno un live view sempre più evoluto, modalità di scatto silenziosa a live view attivo, che personalmente ho usato qualche volta in chiesa dove trovo i preti dittatoriali, eh si ci sono anche quelli, altro che animali, magari all'aperto un micro clack infimo ci può anche stare...(col live view) tra il rumore dell'erba ... altro che certi preti che obbligano a spegnere le luci e mentre parlano controllano chi parla....
Commento # 16 di: PaveK pubblicato il 04 Gennaio 2010, 23:28
Ho visto guasti al sistema degli specchi (perché non è mica uno solo) e/o all'otturatore, ben prima di 200/400mila scatti. Proprio perché parti meccaniche, possono presentare guasti nei momenti più disparati.
Per lo scatto silenzioso, ogni modello può fare un po' storia a parte, ma i sistemi sui quali ho messo le mani sono tutti più o meno simili: mentre tieni premuto il pulsante di scatto ti tiene lo specchio ancora sollevato: hai quindi il tempo di allontanarti e rilasciare il pulsante (-> lo specchio).
Inutile dire che mi pare una soluzione a dir poco artigianale. Tralasciando il fatto che comunque lo specchio deve essere alzato e che l'otturatore deve fare il suo lavoro, non è che per ogni foto naturalistica il fotografo può alzarsi e spostarsi... anzi, farebbe ben più rumore rispetto ai vari clàc meccanici della reflex. Parlo ovviamente di ambiti dove veramente il minimo rumore deve essere evitato, altro che preti! ^_^
Già una macchina con otturatore elettronico e senza specchio, risolverebbe alcuni problemi.
Commento # 17 di: R0b1 pubblicato il 05 Gennaio 2010, 00:03
Ottime soluzioni queste, ma IMHO esploderanno con la discesa in campo di Canon e Nikon, soprattutto se queste permetteranno la retrocompatibilità con il parco obiettivi preesistenti (che è praticamente infinito).
Commento # 18 di: geronimus pubblicato il 05 Gennaio 2010, 00:38
retrocompatibilità... ma chi la vuole? qualcuno pensa seriamente di girare con un corpo leggero e minuscolo e poi attaccarci davanti un EF 17-40 perchè 'è di qualità' e vanificare così tutti gli sforzi in fase costruttiva?
ben vengano i pancake retrofocus, ben vengano le ottiche collassabili. ben venga il tiraggio ridotto per usare praticamente qualsiasi lente (come fanno molti con le PEN), ben venga anche la retrocompatibilità, ma cerchiamo di sfornare un parco ottiche dedicato, altrimenti la cosa ha pochissimo senso.
Commento # 19 di: tengo famiglia pubblicato il 05 Gennaio 2010, 00:47
Originariamente inviato da: geronimus
retrocompatibilità... ma chi la vuole? qualcuno pensa seriamente di girare con un corpo leggero e minuscolo e poi attaccarci davanti un EF 17-40 perchè 'è di qualità' e vanificare così tutti gli sforzi in fase costruttiva?
ben vengano i pancake retrofocus, ben vengano le ottiche collassabili. ben venga il tiraggio ridotto per usare praticamente qualsiasi lente (come fanno molti con le PEN), ben venga anche la retrocompatibilità, ma cerchiamo di sfornare un parco ottiche dedicato, altrimenti la cosa ha pochissimo senso.


questo discorso è coerente -altra cosa però il live della 40d quando l'ho avuta funzionava sempre con lo specchio alzato e live acceso.

Ricordo che il tiraggio ridotto non è un bene. Forse per questo la leica era la leica...
Commento # 20 di: panzercristo pubblicato il 05 Gennaio 2010, 10:02
Tutti discorsi interessanti ma comunque staremo a vedere quanto l'ingresso della Samsung riuscirà ad agitare le acque di questo stagno affollato.

Il progetto in se si presenta valido, certamente pensando al mercato consumer/prosumer: di più non credo, almeno per il momento.

Di sicuro chi ha esigenze particolari o legami "affettivi" con un marchio, difficilmente le prenderà in considerazione...
« Pagina Precedente     Pagina Successiva »
BenQ Monitor