Ricoh GR III: presentata la nuova compatta giapponese

Ricoh GR III: presentata la nuova compatta giapponese

di Mattia Speroni, pubblicata il

“Ricoh GR III Ŕ la nuova fotocamera compatta che per˛ non rinuncia alle prestazioni. Pur rivolgendosi a utenti non troppo smaliziati, questa fotocamera permette di godere di un sensore APS-C da 24 MPixel e di un obiettivo f/2.8 da 28 mm.”

Ricoh GR III è la nuova fotocamera compatta del brand nipponico che punta a un pubblico esigente (ma pur sempre che cerca una soluzione semplice). Rispetto al precedente modello, molte sono le novità per la terza generazione che le permettono di dare più capacità creative all'utente interessato a questo genere di fotocamere.

Ricoh GR III

La nuova Ricoh GR III ha un sensore CMOS da 24,2 MPixel in formato APS-C riuscendo a coprire una sensibilità da 100 a 102400 ISO. Le capacità dell'hardware consentono di arrivare a registrare video a 1080/60p ma manca l'opzione per i 4K. Per chi volesse, inoltre, è possibile salvare i propri file anche in formato RAW così da permettere un'editing o una regolazione più accurata.

L'obiettivo integrato nella Ricoh GR III è un 28 mm equivanenti con un'apertura massima di f/2.8 (e una minima di f/16). Per migliorare la qualità d'immagine sono state usate anche due lenti asferiche. La distanza minima di messa a fuoco arriva a 6 centimetri (e c'è anche un filtro ND da 2-stop) e sfrutta un sistema di AF ibrido. Tra gli accessori è previsto anche un obiettivo grandangolare (da sovrapporre a quello integrato) che permette di arrivare fino a 21 mm equivalenti.

Ricoh

Ricoh GR III si avvia in appena 0,8" così da cercare di catturare anche le azioni più rapide. Molto è stato fatto in termini di usabilità con il nuovo display LCD posteriore da 3" e 1,04 milioni di punti che è di tipo touch. Questo significa che si potranno gestire le varie funzioni senza impiegare pulsanti fisici. Il corpo di questa fotocamera è poi realizzato in lega di magnesio riuscendo così a ridurre il peso aumentando la resistenza.

Ricoh camera

Non manca la connettività avanzata come quella USB Type-C (sia per trasferimento file sia per la ricarica), Bluetooth e Wi-Fi. La batteria è più capiente ma meno duratura rispetto al passato arrivando a 200 scatti e non è previsto anche il flash integrato. La motivazione è dovuta alla parte hardware che consuma più energia, in particolare il sistema di stabilizzazione ottica in-body (su tre assi). L'arrivo sul mercato è previsto per Marzo a 899 dollari, negli USA.


Commenti