Panasonic sviluppa il sensore organico 8K con Global Shutter

Panasonic sviluppa il sensore organico 8K con Global Shutter

di Roberto Colombo, pubblicata il

“Panasonic ha separato la zona di cattura della luce dai circuiti di logica utilizzando al di sopra di un CMOS uno strato fotoconduttivo organico, basato quindi sulla chimica del carbonio invece che su quella inorganica, come quella del silicio. In questo modo Panasonic ha ottenuto in sensore 8K da circa 36 megapixel capace di produrre immagini a 60 fps, dotato di global shutter e in grado di operare sia ad alta sensibilitÓ, sia ad alta saturazione”

C'Ŕ grande fermento nel mondo dei sensori: ieri abbiamo visto lo sviluppo del sensore CMOS BSI di Sony con global shutter, mentre oggi Ŕ Panasonic la protagonista, con il suo sensore 8K, sempre dotato di global shutter, questa volta grazie all'impiego di uno strato organico. Il colosso giapponese sta portando avanti (anche in partnership con Fujifilm) lo sviluppo del sensore a base organica e l'annuncio di questi giorni Ŕ certamente molto importante in questa ottica.

Panasonic ha separato la zona di cattura della luce dai circuiti di logica utilizzando al di sopra di un CMOS uno strato fotoconduttivo organico, basato quindi sulla chimica del carbonio invece che su quella inorganica, come quella del silicio. In questo modo Panasonic ha ottenuto in sensore 8K da circa 36 megapixel capace di produrre immagini a 60 fps, dotato di global shutter e in grado di operare sia ad alta sensibilitÓ, sia ad alta saturazione. Quest'ultima caratteristica Ŕ figlia della struttura a strati separati del sensore, visto che Ŕ possibile controllare la sensibilitÓ dello strato dei fotorecettori agendo sul voltaggio in mondo indipendente da quello utilizzato dai circuiti di logica sottostati. Panasonic dichiara di poter catturare immagini con questo sensore sia nella modalitÓ ad alta sensibilitÓ con lucein grado di generare un flusso di 4500 elettroni, ma anche in quella ad alta saturazione, in cui il flusso di elettroni pu˛ arrivare al numero di 450k. In pratica Ŕ come avere un filtro ND elettronico graduale fino a ND32 integrato su sensore.

Inoltre, sempre agendo sul voltaggio dello strato fotosensibile, Ŕ possibile ottenere la funzione di global shutter ed evitare il fastidioso effetto rolling shutter, che - ad esempio - restituisce a forma di banana oggetti in rapido movimento, come le pale del motore di un aereo.

In una struttura di questo tipo, con connessioni metalliche tra i due strati possono originarsi problemi per il rumore definito 'reset noise', visto che non si riescono a leggere tutte le cariche generate: per ovviare il problema Panasonic ha sviluppato una tencologia di soppressione del rumore a livello del singolo pixel e non della colonna.

Al momento Panasonic non parla di prodotti commerciali dotati del nuovo sensore, ma vista la risoluzione giÓ raggiunta probabilmente Ŕ questione di poco tempo, visto che il tema 8K sarÓ uno di quelli portanti dell'evoluzione tecnologica in vista delle prossime Olimpiadi di Tokyo 2020.


Commenti