Olympus PEN E-PL5: più qualità grazie all'assenza del filtro anti-aliasing?

Olympus PEN E-PL5: più qualità grazie all'assenza del filtro anti-aliasing?

di Roberto Colombo, pubblicata il

“Olympus PEN E-PL5 strappa ottimi risultati nelle recensioni online: il suo segreto è l'assenza del filtro low-pass?”


Commenti (20)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Per contattare l'autore del pezzo, così da avere una risposta rapida, si prega di utilizzare l'email personale (vedere in alto sotto il titolo). Non è detto che una domanda diretta inserita nei commenti venga verificata in tempi rapidi. In alternativa contattare la redazione a questo indirizzo email.
Commento # 11 di: Chelidon pubblicato il 29 Ottobre 2012, 22:28
Originariamente inviato da: Mercuri0
Il rischio diminuisce all'aumentare della risoluzione del sensore, questo è il motivo per cui cominciano a rischiare di toglierlo, fino a che sarà la lente stessa a fare da filtro AA.

Se interessa questo discorso, mi è giusto capitato sott'occhio questa comparativa fra come cambia l'immagine fra AA e senza e appunto si può osservare che quando la lente è diffraction-limited o giù di lì, le differenze praticamente scompaiono; va be' poi lì fanno pure vedere che basta andare già ad alte sensibilità perché entri in gioco il NR del jpg a ridurre il fenomeno, per assurdo.
Commento # 12 di: Mercuri0 pubblicato il 29 Ottobre 2012, 22:50
Originariamente inviato da: Chelidon
Se interessa questo discorso, mi è giusto capitato sott'occhio questa

Ce l'ho abbastanza pratico, "non per hobby" siamo indecisi se mettere o meno un filtro AA davanti a un sensore. La strategia sembrerebbe quella "Lo mettiamo, ma non facciamo vedere a nessuno l'immagine senza", che penso riassuma il succo del discorso.

Evidentemente il filtro AA piace più ai progettisti che agli utenti, senonché gli utenti poi se la prendono coi progettisti la volta che compare l'artefatto.

Originariamente inviato da: Chelidon
In realtà quelle che vedi sono periodicità inesistenti dovute all'interferenza con quella limite del sensore (che siano fastidiose perché colorate o meno)

Nuh, nuh, è proprio aliasing+debayer il problema. Se fosse aliasing solo, se ne sbatterebbero tutti, sarebbe per lo più "seghettatura", come succede per il Foveon. Del resto ci vuol poco a simulare "aliasing da Foveon", (aliasing senza il problema del debayer) basta riscalare un'immagine in basso con un filtro nearest-neighbour.

Invece, unito alla necessità di ricostruire il colore, in giro ho visto esempi piuttosto drammatici, uno incredibile uscito da una E-5 sempre di Olympus che trasformava una giacca grigia (con un pattern bastardo) in arcobaleno simil riflesso da benzina.

In tivù il problema è un pò diverso (ma sempre della stessa matrice teorica) e principalmente dovuto alla necessita di interlacciamento che peggiora le cose perché crea uno strano incrocio tra la risoluzione verticale e il tempo, e con cui ho avuto mio malgrado a che fare direttamente.
Commento # 13 di: yossarian pubblicato il 29 Ottobre 2012, 23:46
Originariamente inviato da: Chelidon

Ti sbagli, il filtro AA è costituito solitamente da due lamine birifrangenti che sdoppiano un po' l'immagine in due direzioni perpendicolari e di solito sono saldate a panino sullo strato che filtra l'IR, per cui se rimuovi il tutto e sostituisci con un vetro semplice guadagni dettaglio perché hai perso l'AA. Quella che non puoi "facilmente" rimuovere è la CFA (anche se qualche pazzo coi solventi lo fa comunque e mi sembra pure di quelli che offrono i servizi di rimozione dei filtri IR).


il filtro AA è sempre costituito da 2 lastre la prima delle quali "sdoppia" l'immagine in verticale e la seconda in orizzontale, facendo una sorta di multisampling. Quello che tu dici vale per fotocamere che escono dalla fabbrica dotate di entrambi i filtri, per le quali la procedura è quella di rimuovere il sandwich, di staccare il LPF 1 dal resto (IR e LPF2), eliminare quest'ultima parte e rimontare il LPF1 http://ghonis2.ho8.com/rebelmod450d4.html
Diverso il discorso per le fotocamere che escono di fabbrica senza il filtro IR; in quel caso, il filtro AA è, invece presente per intero http://www.bhphotovideo.com/indepth...strophotography
Commento # 14 di: LordShaitan pubblicato il 29 Ottobre 2012, 23:53
Aspetto le review, ma potrei aver trovato la mirrorless che stavo cercando da tempo
Commento # 15 di: kyokusei pubblicato il 30 Ottobre 2012, 08:26
Originariamente inviato da: yossarian
infatti, quello che ancora oggi si può rimuovere per astrofotografia è il filtro IR e non quello AA


Non è vero, alcuni rimuovono anche il filtro AA.

se parliamo di fedeltà...l'assenza del filtro AA è deletiera in quanto introduce dettagli inesistenti.
Per l'astronomia conta la sensibilità agli infrarossi...


Invece introduce dettaglio, non mi risulta che ci siano trame di qualsiasi tipo nel profondo cielo.
Commento # 16 di: yossarian pubblicato il 30 Ottobre 2012, 12:05
Originariamente inviato da: kyokusei
Non è vero, alcuni rimuovono anche il filtro AA.


come ha già detto Chelidon, se la cosa è fatta in casa è necessario rimuovere anche almeno parte del filtro AA perché il filtro IR è all'interno di un sandwich tra i due LPF; quando le fotocamere escono senza filtro IR dalla fabbrica, invece, il filtro AA è presente
Commento # 17 di: johnnyc_84 pubblicato il 30 Ottobre 2012, 12:09
Per la cronaca, la 645d è da anni che non monta filtro AA
Commento # 18 di: Chelidon pubblicato il 30 Ottobre 2012, 14:44
Come qualsiasi medio formato l'avevamo già accennato, non a caso là il pubblico è diverso e comunque si sale da 40Mpx o giù di lì...
Originariamente inviato da: yossarian
il filtro AA è sempre costituito da 2 lastre la prima
E io che ho detto?! Sì comunque scusa pensavo ti riferissi alla maggior parte delle reflex moddate la cui modifica più semplice è la sostituzione del filtro; non avevo nemmeno pensato per un attimo, all'unico modello di prodotto che esce una volta ogni morte di papa, già di fabbrica per gli astroamatori (per chi non ha capito ci si riferisce alle canon 20Da e 60Da).
Commento # 19 di: yossarian pubblicato il 30 Ottobre 2012, 15:32
Originariamente inviato da: Chelidon
E io che ho detto?!


solitamente

Originariamente inviato da: Chelidon
Sì comunque scusa pensavo ti riferissi alla maggior parte delle reflex moddate la cui modifica più semplice è la sostituzione del filtro; non avevo nemmeno pensato per un attimo, all'unico modello di prodotto che esce una volta ogni morte di papa, già di fabbrica per gli astroamatori (per chi non ha capito ci si riferisce alle canon 20Da e 60Da).


quindi tu parli del modding "casareccio" in cui metti un vetrino al posto dell'intero blocco di filtri solo per non perdere la funzionalità di sgrulla polvere? Perché se fai moddare la macchina in un centro specializzato possono anche rimuovere il solo filtro IR o sostituire il panino con un altro senza ripieno
Commento # 20 di: Chelidon pubblicato il 30 Ottobre 2012, 22:41
Originariamente inviato da: Mercuri0
Evidentemente il filtro AA piace più ai progettisti che agli utenti, senonché gli utenti poi se la prendono coi progettisti la volta che compare l'artefatto.
E dici poco, immaginati di essere un produttore che devi sostituire i tuoi prodotti perché la maggior parte degli utenti li ritengono difettosi! Questo è il motivo dei piedi di piombo e del fatto che facciano spesso due versioni, così se scegli l'altra te la sei voluta.

Originariamente inviato da: Mercuri0
Nuh, nuh, è proprio aliasing+debayer il problema.
Capisco quello che vuoi far notare ed hai ragione che il bayer complica le cose coi colori e le periodicità diverse, comunque il moiré è definito genericamente: che sia un aliasing che si ripercuote sulle periodicità dei diversi canali colore non cambia il fenomeno (che lo schema sia arcobaleno simil benzina o grigio è pur sempre moiré! In tv si vede immediatamente per il solito discorso della bassa risoluzione). Poi ovvio che l'algoritmo di demosaicizzazione ci mette del suo e può peggiorare le cose, ma se l'algoritmo è balordo lo fa anche col migliore AA, visto che deriva da come sceglie di interpolare il colore nel pixel dove ce ne sta un altro. Quindi sono due cose un pochino diverse anche se causate entrambe in parte dal bayer.

Originariamente inviato da: yossarian
solitamente

non si sa mai bisogna sempre premunirsi dall'eccezione che conferma la regola..

Originariamente inviato da: yossarian
quindi tu parli del modding "casareccio"
Magari sbaglio ma parlo di quello che mi sembra il più comune, (come esperienze riportate) anche perché ho letto spesso che, nonostante molti centri che si fregino di paroloni per farsi ben pagare a fare quei lavori, poi altro non fanno che smontare e rimontare una fotocamera, altro che T100! Ovviamente qualcuno è più attrezzato e serio ma sono una minoranza e (quasi) sicuramente solo in USA. (a proposito, tra parentesi per "centro specializzato" penso si possa considerare LTR e ho letto che applicano il metodo casereccio.. )
« Pagina Precedente     Pagina Successiva »
BenQ Monitor