La foto di un singolo atomo vince un concorso fotografico scientifico

La foto di un singolo atomo vince un concorso fotografico scientifico

di Andrea Bai, pubblicata il

“Un singolo atomo fotografato con una normale fotocamera: è lo scatto che ha vinto il primoio premio del concorso Engineering and Physical Sicences Research Council”

E' la foto di un singolo atomo a vincere il concorso indetto dall'Engineering and Physical Sicences Research Council. L'immagine, dal titolo "Single Atom in an Ion Trap" è stata scattata da David Nadlinger dell'Università di Oxford. Mostrato nell'immagine è un singolo atomo di Stronzio caricato positivamente e intrappolato da campi elettrici prodotto da elettrodi metallici.

L'immagine è un'esposizione lunga scattata attraverso la finestra di una camera a vuoto. Un laser blu-violetto è stato usato per illuminare l'atomo, che in questo modo ha emesso una radiazione luminosa fioca ma sufficente perché una normale fotocamera riuscisse ad immortalare la particella tramite una lunga esposizione.

La distanza tra i due elettrodi è di appena un paio di millimetri: è necessario ingrandire l'immagine per poter apprezzare l'atomo che appare come un piccolo puntino.

"L'idea di poter vedere un singolo atomo ad occhio nudo mi ha colpito come collegamento tra il minuscolo mondo quantistico e la nostra macroscopica realtà. Quando ho organizzato il laboratorio con la fotocamera ed il treppiede durante un tranquillo pomeriggio domenicale sono stato ricompensato con questa particolare fotografia di un piccolo puntino blu pallido" ha commentato l'autore della fotografia.


Commenti (27)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Per contattare l'autore del pezzo, così da avere una risposta rapida, si prega di utilizzare l'email personale (vedere in alto sotto il titolo). Non è detto che una domanda diretta inserita nei commenti venga verificata in tempi rapidi. In alternativa contattare la redazione a questo indirizzo email.
Commento # 1 di: jepessen pubblicato il 14 Febbraio 2018, 19:01
Bellissima foto
Commento # 2 di: Grizlod® pubblicato il 14 Febbraio 2018, 19:15
Gran bel lavoro!
Commento # 3 di: Nicodemo Timoteo Taddeo pubblicato il 14 Febbraio 2018, 19:50
Ma allora esistono? Intendo, gli atomi? A sto punto anche i San Tommaso odierni avendo visto non potranno più dubitare
Commento # 4 di: Cloud76 pubblicato il 14 Febbraio 2018, 20:05
Non ho capito (o forse sì...) come è possibile vedere un atomo ad occhio nudo.
Dice che il laser illumina l'atomo il quale a sua volta emette una radiazione luminosa, quindi in pratica quello che si vede non è l'atomo, che infatti risulterebbe enorme rispetto all'apparecchiatura che si vede in foto e allo spazio di 2mm tra gli elettrodi, ma la sola radiazione luminosa che ha emesso.
Commento # 5 di: pikkio pubblicato il 14 Febbraio 2018, 20:09
Originariamente inviato da: Cloud76
Non ho capito (o forse sì...) come è possibile vedere un atomo ad occhio nudo.
Dice che il laser illumina l'atomo il quale a sua volta emette una radiazione luminosa, quindi in pratica quello che si vede non è l'atomo, che infatti risulterebbe enorme rispetto all'apparecchiatura che si vede in foto e allo spazio di 2mm tra gli elettrodi, ma la sola radiazione luminosa che ha emesso.


beh diciamo che ogni cosa che vediamo è in realtá la radiazione luminosa riflessa e non assorbita dagli atomi di quella materia ...
Quindi come "vedi un albero" qua "vedi un atomo".
Poiché si tratta di una esposizione lunga, il puntino é ovviamente molto piú grosso dell'atomo stesso, ma é carino pensare che quella radiazione luminosa é prodotta da un singolo atomo. Quindi sí, è come vedere un atomo !
Commento # 6 di: Cloud76 pubblicato il 14 Febbraio 2018, 20:25
Sì capisco il discorso, però rimango dell'idea che l'atomo non si vede.
L'albero lo vedi delle dimensioni dell'albero, se è buio lo vedi poco ma sempre la sagoma è quella, non cambia di dimensioni; lì quella "pallina" è centinaia (o probabilmente migliaia?) di volte più grande di quanto è realmente l'atomo.
È come guardare un faro, o una lampadina molto potente, vedi la luce che emette, non il filamento di tungsteno con le sue spire.
Diciamo che è un espediente per dire che lì in mezzo c'è un atomo.
Commento # 7 di: von Clausewitz pubblicato il 14 Febbraio 2018, 20:28
Originariamente inviato da: Cloud76
Non ho capito (o forse sì...) come è possibile vedere un atomo ad occhio nudo.
Dice che il laser illumina l'atomo il quale a sua volta emette una radiazione luminosa, quindi in pratica quello che si vede non è l'atomo, che infatti risulterebbe enorme rispetto all'apparecchiatura che si vede in foto e allo spazio di 2mm tra gli elettrodi, ma la sola radiazione luminosa che ha emesso.


giusto, hai fatto bene a precisare
Commento # 8 di: Gannjunior pubblicato il 14 Febbraio 2018, 20:49
In effetti ha ragione Cloud.
È una cosa che deve essere precisata nell'articolo altrimenti diventa realmente fuorviante.
Commento # 9 di: Ginopilot pubblicato il 14 Febbraio 2018, 21:02
Ma e' una foto di uno stronzio?
Commento # 10 di: marcram pubblicato il 14 Febbraio 2018, 21:15
Originariamente inviato da: Gannjunior
In effetti ha ragione Cloud.
È una cosa che deve essere precisata nell'articolo altrimenti diventa realmente fuorviante.


Quindi, in una giornata serena, il sole non lo si vede?
E nemmeno le stelle di notte?

L'occhio vede le radiazioni emesse dai corpi, e questa è una radiazione emessa da un corpo.

Originariamente inviato da: Ginopilot
Ma e' una foto di uno stronzio?

...che galleggia (in un campo magnetico)
« Pagina Precedente     Pagina Successiva »
BenQ Monitor