La Basilica di Superga, il Monviso e la Luna: la foto APOD che è piaciuta a tutti

La Basilica di Superga, il Monviso e la Luna: la foto APOD che è piaciuta a tutti

di Mattia Speroni, pubblicata il

“Una Canon EOS R5 con un'ottica Canon EF 500mm f/4 L IS USM sono le attrezzature utilizzate per lo scatto della Basilica di Superga, il Monviso e la Luna divenuta la foto APOD del giorno di Natale catturata dal fotografo Valerio Minato.”


Commenti (17)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Per contattare l'autore del pezzo, cosė da avere una risposta rapida, si prega di utilizzare l'email personale (vedere in alto sotto il titolo). Non č detto che una domanda diretta inserita nei commenti venga verificata in tempi rapidi. In alternativa contattare la redazione a questo indirizzo email.
Commento # 11 di: the_joe pubblicato il 29 Gennaio 2024, 11:33
Originariamente inviato da: Podz
Non dico di esporre 10 secondi eh.


Resta il fatto che uno che ha studiato 6 anni per fare una foto, credo che abbia preso in considerazione tutto e che abbia fatto diverse prove e che questo sia lo scatto migliore della serie, con 2 secondi si ha già un micromosso, non sembra, ma la terra ruota velocemente.
Commento # 12 di: Podz pubblicato il 29 Gennaio 2024, 11:37
Ok, accetto l'osservazione.
Commento # 13 di: cronos1990 pubblicato il 29 Gennaio 2024, 11:38
Originariamente inviato da: the_joe
Mi piacerebbe solo sapere perché persone che non conoscono l'argomento vogliano insegnare a chi evidentemente ci ha studiato e ha fatto lo scatto.
In astrofotografia si usano tecniche diverse e particolari per avere scatti nitidi ed evitare i problemi da inquinamento luminoso e quello dato dall'aria, ma in questo caso nessuna di queste può essere utile perché la luna ha un movimento rispetto al fotografo, per cui tempi lunghi e scatti multipli non possono essere usati, lo scatto deve essere unico e con un tempo abbastanza veloce da "fermare" la luna.
E comunque anche in astrofotografia le foto della Luna sono a pose brevi, altrimenti viene sovraesposta. È comunque "troppo luminosa", tant'è che chi fa Astrofotografia esegue gli scatti quando è assente. Ne ho fatta una una volta per puro caso con la mia strumentazione (a casa di una collega per far felice la figlia piccola), la Luna è proprio l'ultimo dei miei bersagli, e l'esposizione è stata di 1/800s. E all'epoca ho usato una banale Canon D700.

Detto ciò, di "fotografia normale" ne so poco/nulla, per cui non ci metto bocca. Mi limito ad apprezzare lo scatto
Originariamente inviato da: the_joe
Resta il fatto che uno che ha studiato 6 anni per fare una foto, credo che abbia preso in considerazione tutto e che abbia fatto diverse prove e che questo sia lo scatto migliore della serie, con 2 secondi si ha già un micromosso, non sembra, ma la terra ruota velocemente.
Dipende anche dalla strumentazione, però si con la Luna con una manciata di secondi l'immagine viene mossa. Discorso diverso se fai una foto del cielo dove non c'è la Luna dove hai più tempo a disposizione. Io quando ho fatto la foto dell'eclissi di Luna del 2018 quando c'era Marte nei pressi, usando solo la suddetta Canon D700 ho fatto una foto da 10 secondi e si vede il mosso sia di Luna che di Marte (ma come detto, di "fotografia normale" ne so poco/nulla, e quello è il risultato).
Commento # 14 di: the_joe pubblicato il 29 Gennaio 2024, 12:03
Originariamente inviato da: cronos1990
E comunque anche in astrofotografia le foto della Luna sono a pose brevi, altrimenti viene sovraesposta. È comunque "troppo luminosa", tant'è che chi fa Astrofotografia esegue gli scatti quando è assente. Ne ho fatta una una volta per puro caso con la mia strumentazione (a casa di una collega per far felice la figlia piccola), la Luna è proprio l'ultimo dei miei bersagli, e l'esposizione è stata di 1/800s. E all'epoca ho usato una banale Canon D700.

Detto ciò, di "fotografia normale" ne so poco/nulla, per cui non ci metto bocca. Mi limito ad apprezzare lo scatto
Dipende anche dalla strumentazione, però si con la Luna con una manciata di secondi l'immagine viene mossa. Discorso diverso se fai una foto del cielo dove non c'è la Luna dove hai più tempo a disposizione. Io quando ho fatto la foto dell'eclissi di Luna del 2018 quando c'era Marte nei pressi, usando solo la suddetta Canon D700 ho fatto una foto da 10 secondi e si vede il mosso sia di Luna che di Marte (ma come detto, di "fotografia normale" ne so poco/nulla, e quello è il risultato).


Io di astrofotografia ne so meno di niente, ma il fastidio mi arriva quando vedo criticare da gente che ne sa quanto me, lavori fatti da persone che ci hanno speso anni a preparare una cosa che oltretutto ha ricevuto apprezzamenti ad alto livello in tutto il mondo. Della serie "il mio falegname con 20.000 lire lo faceva meglio"...

PS - la luna è sempre lì e fotografarla da sola ha ben poco senso, fatta una foto le altre sono tutte uguali, a meno di fare come chi lo fa veramente e fa scatti ad altissima risoluzione fondendo centinaia di scatti, tanto per parlare di tecniche e di risultati di valore.
Commento # 15 di: cronos1990 pubblicato il 29 Gennaio 2024, 12:28
Mah, io mi limito ad ignorare certa gente. È anche piuttosto comune sentire persone che fanno i sapientoni su argomenti di cui non sanno nulla, magari dopo essersi informati sul primo link di facebook disponibile. Se dovessi infastidirmi ogni volta...

Io poi di fotografia in senso generale non sono mai stato appassionato, faccio foto astronomiche perchè la passione di base è l'astronomia (e ancora oggi mi domando perchè ho scelto un hobby di sofferenza ), per cui le mie conoscenze sono altamente specifiche.

Da profano dico solo che lo scatto della basilica/Monviso/Luna lo trovo fantastico
Commento # 16 di: Podz pubblicato il 29 Gennaio 2024, 19:38
Comunque anche io ho apprezzato molto la foto, mi sono solamente limitato a porre qualche dubbio sull'attrezzatura (non sulla tecnica) vista anche la non facile accessibilità di prezzo di certi teleobiettivi. Scusate l'impertinenza ^^'
Commento # 17 di: aled1974 pubblicato il 29 Gennaio 2024, 20:49
nessuna impertinenza, figurati

come cerco di ricordare anche a me stesso, nessuno nasce imparato e non si finisce mai di imparare. Quindi sollevare dubbi, fare domande o dire cose sbagliate ci sta sia per il neofita che per il navigato dell'argomento di turno

sono (sarebbe meglio dire ero, ormai non ho più tempo ) appassionato di fotografia (basta consultare la sez. apposita qui del forum), ma ben lontano da considerarmi esperto


e a prima vista sono rimasto anch'io un po' perplesso dal glowing/clouding in zona "salita al santuario". Poi dopo ho messo in relazione le possibili distanze e taaac, mi son detto che avrebbe potuto influire parecchio se tempi/iso fossero importanti

magari ecco con una serie di foto a differenti iso/tempi da fondere poi in postpro con correzioni varie sarebbe sicuramente venuta meglio, ma forse non si è voluto o non si è potuto fare. Non so se il regolamento Nasa-astro impone paletti


almeno, dai dati exif estrapolati che ho riportato più sopra non trovo traccia di alcun software di postpro


ciao ciao


P.S.
stando alla Nasa Valerio in sei anni ha beccato tempaccio per 5 volte di fila , non che l'ha studiata per 6 anni prima di decidersi
« Pagina Precedente     Pagina Successiva »