ISS: il più lungo time-lapse di sempre dallo Spazio

ISS: il più lungo time-lapse di sempre dallo Spazio

di Mattia Speroni, pubblicata il

“L'Agenzia Spaziale Europea (ESA) ha rilasciato il più lungo time-lapse di sempre ripreso dalla Stazione Spaziale Internazionale. L'evento è dovuto ai festeggiamenti per i 20 anni di collaborazione nello Spazio.”

Ci sono tanti modi per festeggiare una collaborazione ventennale e quando quest'ultima riguarda la ISS (International Space Station) le cose si fanno spaziali! E così l'ESA ha deciso di mostrare il più lungo time-lapse di sempre ripreso dallo Spazio. L'opera è dell'astronauta tedesco Alexander Gerst di cui avevamo scritto qualche tempo fa.

L'Agenzia Spaziale Europea, ha voluto così ricordare il lancio del primo modulo per la ISS (chiamato Zarya) lanciato dal cosmodromo di Baikonur il 20 Novembre 1998. Quello fu il primo mattone che portò poi alla realizzazione di una grande operazione extranazionale unendo nazioni molto lontane, anche politicamente, qui sul nostro Pianeta.

Il time-lapse dura poco meno di 15 minuti e si inizia con una vista della Tunisia passando poi per Pechino e arrivando fino in Australia con due sorvoli completi del pianeta Terra. A livello tecnico, il time-lapse raccoglie oltre 21 mila fotografie scattate da Gerst il 6 Ottobre a una quota di 400 chilometri e sono riprodotte 12,5 volte più velocemente rispetto alla velocità effettiva.

ISS time lapse

Per riuscire a fare le fotografie è stata sfruttata la Cupola, una sezione della ISS che permette di guardare verso il nostro Pianete da diverse finestre. La ISS viaggia a una velocità di poco meno di 29 mila Km/h e in 90 minuti riesce a completare un'orbita terrestre. Questo, tra le altre cose, permette di vedere il giorno e la notte alternarsi per più di una volta durante il video in time-lapse.

I pannelli solari sono ben visibili e i loro movimenti sono dovuti alle manovre per permettere di catturare la luce solare nella maniera più efficiente possibile. Si può notare anche il cargo giapponese HTV-7 che ha lasciato la stazione il 7 Novembre 2018.

Anche se si notano poco nel time-lapse della ISS, in alto a sinistra dal minuto 5:30 si possono vedere i radiatori ad ammoniaca che servono a mantenere una temperatura corretta all'interno della stazione. Nelle zone in ombra invece si possono notare luci di città ma anche di fulmini, piuttosto frequenti sul pianeta. Non resta che augurarvi "buona visione!".


Commenti (6)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Per contattare l'autore del pezzo, così da avere una risposta rapida, si prega di utilizzare l'email personale (vedere in alto sotto il titolo). Non è detto che una domanda diretta inserita nei commenti venga verificata in tempi rapidi. In alternativa contattare la redazione a questo indirizzo email.
Commento # 1 di: albatros_la pubblicato il 27 Novembre 2018, 18:00
Bel risultato.
Certo, ogni tanto un briciolo di italianità non fa' male. Si poteva accennare al fatto che si vede l'Italia, indicata da un'etichetta al pari della citata Pechino, e soprattutto il fatto che Cupola è un progetto interamente italiano, agganciato al Node 3 Tranquility, anch'esso prodotto in Italia (al pari di più della metà del volume pressurizzato dell'ISS).
Commento # 2 di: maxsy pubblicato il 27 Novembre 2018, 22:36
Originariamente inviato da: albatros_la
Bel risultato.
Certo, ogni tanto un briciolo di italianità non fa' male. Si poteva accennare al fatto che si vede l'Italia, indicata da un'etichetta al pari della citata Pechino, e soprattutto il fatto che Cupola è un progetto interamente italiano, agganciato al Node 3 Tranquility, anch'esso prodotto in Italia (al pari di più della metà del volume pressurizzato dell'ISS).


sinceramente col tutto il rispetto per l'italia, ma la cosa che non ho potuto fare a meno di non notare è la straordinaria deforestazione che si nota in sud america dalla ISS.
ad un certo punto appaiono dei quadrati/rettangoli.
altro che italianità.

cmq si confermo che si vede l'italia
Commento # 3 di: supermario pubblicato il 27 Novembre 2018, 22:49
il pacifico è immenso!
Commento # 4 di: maxsy pubblicato il 27 Novembre 2018, 23:38
giusto per farci 2 risate:
Link ad immagine (click per visualizzarla)

ho preso una zona completamente ''verde'' del 1984 e la stessa zona nel 2016.
Mato Grosso (Brazil)

tool:
http://world.time.com/timelapse2/
Commento # 5 di: gianluca.f pubblicato il 28 Novembre 2018, 09:22
ecco spiegato l'effetto pacman!
Commento # 6 di: ilario3 pubblicato il 05 Dicembre 2018, 11:07
Fake

E' tutto un fake, la terra è Piatta!!!!

Gomblotto!!!!!!!



Cmq bellissime immagini!!
BenQ Monitor