Insta360 ONE R: la prima con la partnership di Leica

Insta360 ONE R: la prima con la partnership di Leica

di Mattia Speroni, pubblicata il

“Insta360 ONE R Ŕ la nuova soluzione presentata al CES 2020 da parte di Insta360: si tratta di una action cam modulare che pu˛ vantare la collaborazione con Leica per una delle mod e la possibilitÓ di adattarsi alle esigenze degli utenti.”

Insta360 ONE R è l'ultima versione del produttore, presentata durante il CES 2020, che si va a unire alle precedenti Insta360 GO, Insta360 EVO e Insta360 Titan. Si tratta però della prima soluzione che nasce dopo la partnership con Leica che dovrebbe garantire una migliore qualità d'immagine e non solo.

Insta360 ONE R

Il concetto di base rimane simile agli altri modelli presentati in passato: soluzioni che consentono di essere impiegate in diverse occasioni, leggere, pratiche e che sfruttano l'Intelligenza Artificiale per semplificare le operazioni di editing (anche a 360°).

Insta360 ONE R: modulare e adattabile

Quello che cambia rispetto al passato è il concetto di modularità intorno a cui ruota la nuova Insta360 ONE R. Infatti è possibile acquisire video a 360° ma anche a 4K con obiettivo grandangolare mentre la versione con sensore da 1" è capace di arrivare a una risoluzione massima di 5,3K.

Il produttore "fa leva" su un concetto basilare: al centro rimane l'unità principale con sensore, ottica base e hardware per la gestione dei contenuti acquisiti. A questa parte si possono aggiungere poi una serie di accessori per adattarsi a ogni esigenza.

Insta360 ONE R

Con la Mod 360 è possibile sfruttare due Insta360 ONE R per riprendere a 360° (una ruotata in avanti e una indietro) supportando l'acquisizione con risoluzione massima di 5,7K. Un'anteprima del girato è possibile visualizzarla sullo schermo integrato e sono supportate anche tecnologie come Color Plus, HDR e Night Shot per permettere di avere immagini di qualità. L'apertura è pari a f/2.8.

Per quanto riguarda invece la Mod Grandangolare 4K, c'è la possibilità di registrare con una risoluzione fino a 4K a 60 fps con supporto alla stabilizzazione dell'immagine e anche allo slo-mo. Per via delle scelte di design, è possibile posizionare il touchscreen nella parte anteriore o posteriore semplicemente (questo consente di controllare le riprese in tempo reale). In questo caso l'apertura è f/2.0.

C'è poi la Mod Grandangolare con sensore da 1" che è stata sviluppata insieme a Leica. Il tutto ovviamente in favore della qualità complessiva dell'immagine (secondo il produttore, mai vista su una action cam). Con il sensore più grande è possibile catturare video fino a 5,3K e foto da 19 MPixel anche quando l'illuminazione è scarsa. L'apertura è di f/3.2.

Stabilizzazione e scelta delle riprese migliori via algoritmo

Per la stabilizzazione delle immagini riprese con Insta360 ONE R è presente un algoritmo chiamato FlowState che funziona sia con riprese standard che a 360°. Integrato all'interno è presente un giroscopio a 6 assi.

Insta360 CES 2020

Essendo una action cam ci si aspetta dalla Insta360 ONE R l'impermeabilità. E infatti il design prevede la certificazione IPX8 pari a 5 metri di profondità (senza accessori) mentre si può arrivare a ben 60 metri con il Dive Case che è acquistabile a parte. Non mancano anche i controlli vocali per gestire alcune funzionalità senza dover toccare alcun comando ma solo dettando ciò che deve essere fatto.

Per quanto riguarda invece le riprese a 360°, anche in questo caso l'Intelligenza Artificiale viene in soccorso dell'utente. Infatti è possibile selezionare in maniera automatica le riprese migliori e consigliarle agli utenti. Ovviamente si tratta di un aiuto in più, ma l'utente avrà piena libertà d'azione.

Sempre con l'Intelligenza Artificiale è possibile bloccare la messa a fuoco su un soggetto che rimarrà sempre al centro della ripresa, anche se la vista è ostacolata parzialmente da un altro oggetto/soggetto. Questa modalità è attivabile in post-produzione oppure il Deep Track è eseguibile in tempo reale sia tramite touchscreen sia con comandi vocali.

Con la modalità con doppia action cam è possibile anche sfruttare la cancellazione del selfie-stick o di altri supporti così da far sembrare la ripresa simile a quella di un drone.

Insta360 ONE R ha due microfoni integrati mentre, grazie al software, è possibile ridurre automaticamente l'effetto del vento. Per chi volesse è comunque possibile inserire un microfono con jack 3,5 mm esterno grazie al collegamento alla porta Type-C (con adattatore).

insta360

Il software fornisce poi diverse modalità come l'Hyperlapse TimeShift che è disponibile in maniera più pratica rispetto a prima mentre è possibile identificare fotogrammi simili per realizzare degli stop-motion (quasi) automaticamente. Non manca anche lo Starlapse per la ripresa del cielo notturno mentre l'effetto Bullet Time è ora aggiornato con un nuovo algoritmo.

FlashCut permette di estrarre automaticamente contenuti basandosi su un tema comune (senza dover riguardare tutto il girato). Per esempio cibo, viaggi o animali domestici. Il tutto con supporto sia a filmati standard che a 360°.

Insta360 drone

Per prolungare l'autonomia è presente sia una base standard con batteria integrata sia una base ancora più grande e con maggiore autonomia. Per chi ha un drone supportato è poi possibile comprare un supporto che consente di agganciare la Insta360 per riprese a 360° in modalità aerea.

I prezzi ufficiali (negli USA) sono pari a:

  • 479,99 dollari: Insta360 ONE R Twin Edition con la Mod Dual 360 e Mod Grandandolare 4K
  • 549,99 dollari: Insta360 ONE R 1-Inch Edition
  • 299,99 dollari: Insta360 ONE R 4K Edition

Commenti