Fotocamere: i dati CIPA sono inclementi, il 2021 è partito peggio del pessimo 2020

Fotocamere: i dati CIPA sono inclementi, il 2021 è partito peggio del pessimo 2020

di Roberto Colombo, pubblicata il

“Dopo un 2020 orribile dal punto di vista delle vendite, il 2021 partito pure peggio. I dati CIPA sono inclementi, soprattutto nei confronti delle fotocamere compatte e a ottica fissa”


Commenti (28)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Per contattare l'autore del pezzo, cos da avere una risposta rapida, si prega di utilizzare l'email personale (vedere in alto sotto il titolo). Non detto che una domanda diretta inserita nei commenti venga verificata in tempi rapidi. In alternativa contattare la redazione a questo indirizzo email.
Commento # 11 di: GE998 pubblicato il 06 Marzo 2021, 18:44
Ditemi che sono un morto di fame, ma secondo me i prezzi sono ridicoli.
Per giustificare i prezzi altissimi delle macchinette decenti, c'è tutto un mercato di inutili macchinette-immondizia di basso livello. L'artificialità ormai è visibile a chiunque.
Commento # 12 di: 386DX40 pubblicato il 06 Marzo 2021, 18:48
Originariamente inviato da: the_joe
Come è sempre stato, solo che fino a che c'era la pellicola, serviva necessariamente una macchina fotografica più o meno avanzata, poi con l'avvento degli smartphone e il fatto che per il 70/80% degli utenti la qualità basta e avanza, tanto le foto vanno su whatsapp o facebook, il mercato delle fotocamere è destinato a rimanere appannaggio degli appassionati o dei professionisti.

Credo che anche per allora valga una "teoria" che trovo giusta per i computer stessi come anche in questo ambito, cioe' nella limitatezza della tecnologia. Il costo tra pellicole, sviluppo, macchine e tutto il resto immagino ne rendesse utile limitarsi ai soli scatti meritevoli per cui ogni scatto era uno in meno disponibile cosi' si limitasse a scattare solo foto che potessero avere un senso, un ricordo anche per l'utente della massa.
Oggi quella limitatezza non esiste per cui si confonde la foto scattata a 3000m alla marmotta che ci fa ciao con la foto alla marmitta della macchina mettendole sullo stesso piano. Di questo tsunami di tecnologia consumer non so se il professionista ne beneficia davvero anzi.
Commento # 13 di: the_joe pubblicato il 06 Marzo 2021, 18:48
Originariamente inviato da: GE998
Ditemi che sono un morto di fame, ma secondo me i prezzi sono ridicoli.
Per giustificare i prezzi altissimi delle macchinette decenti, c'è tutto un mercato di inutili macchinette-immondizia di basso livello. L'artificialità ormai è visibile a chiunque.


Consolati che sarà sempre peggio, più il mercato di fascia bassa si contrae, più resteranno macchine per appassionati/professionisti.

Forse non hai vissuto negli anni fino al '90 dove la reflex era roba da ricchi...
Commento # 14 di: HSH pubblicato il 06 Marzo 2021, 20:45
Originariamente inviato da: GE998
Ditemi che sono un morto di fame, ma secondo me i prezzi sono ridicoli.
Per giustificare i prezzi altissimi delle macchinette decenti, c'è tutto un mercato di inutili macchinette-immondizia di basso livello. L'artificialità ormai è visibile a chiunque.


la penso come te e spero sempre in un miracolo dove se vogliono vendere le scorte di magazzino mi tagliano del 30-40% i prezzi ma mi rendo conto essere utopia
Commento # 15 di: aled1974 pubblicato il 06 Marzo 2021, 21:48
Originariamente inviato da: GE998
Ditemi che sono un morto di fame, ma secondo me i prezzi sono ridicoli.
Per giustificare i prezzi altissimi delle macchinette decenti, c'è tutto un mercato di inutili macchinette-immondizia di basso livello. L'artificialità ormai è visibile a chiunque.


+1

sono parecchi anni che lo ripeto anch'io in sez. foto, e non solo
Commento # 16 di: andy45 pubblicato il 07 Marzo 2021, 08:06
Originariamente inviato da: GE998
Ditemi che sono un morto di fame, ma secondo me i prezzi sono ridicoli.


No tranquillo, in tanti la pensiamo come te, ma il mercato delle macchine fotografiche ha sempre avuto prezzi altissimi, oggi poi lo sono ancora di più visto che non vendono quasi niente...con la pandemia nessuno spende soldi per una macchina fotografica, non saprebbe neanche per cosa usarla, i viaggi non si possono fare, eventi e cerimonie lasciamo stare...giusto i fotografi degli eventi sportivi continuano a lavorare.

Originariamente inviato da: GE998
Per giustificare i prezzi altissimi delle macchinette decenti, c'è tutto un mercato di inutili macchinette-immondizia di basso livello. L'artificialità ormai è visibile a chiunque.


Le entry level ci sono e ci saranno sempre, come è giusto che sia, nessuno inizia a scattare foto spendendo migliaia di euro, ma visto che i produttori ormai considerano solo il mercato professionisti sta venendo a mancare tutta quella fascia di prezzo intermedia che c'è stata fino a qualche anno fa...ma per chi come me viene dalle reflex a pellicola non è una cosa così strana, una volta si compravano anche macchine fotografiche vecchie di anni per risparmiare, quelle di ultima generazione hanno sempre avuto prezzi altissimi...immagino si ritornerà a un mercato di questo tipo.
Commento # 17 di: ghiltanas pubblicato il 07 Marzo 2021, 08:45
A me garberebbe passare dalla a6000 alla a7 III, però speravo calasse un po'... trall'altro poi i prezzi delle ottiche FF non sono come quelli apsc .

La cosa comunque che mi fa' più desistere è il fatto che a giro a scattare non si può andare, e allora tanto vale aspettare.
Commento # 18 di: Stefano Landau pubblicato il 08 Marzo 2021, 10:07
Originariamente inviato da: the_joe
Consolati che sarà sempre peggio, più il mercato di fascia bassa si contrae, più resteranno macchine per appassionati/professionisti.

Forse non hai vissuto negli anni fino al '90 dove la reflex era roba da ricchi...


Non ero ricco.... però la mia prima reflex (Pentax me Super) l'ho presa con i soldi dei regali di natale e compleanno di qualche anno di regali...... ed in due anni ho aggiunto il grandangolo e lo zoom 70-200. Questo verso la fine degli anni 80 (87 o 88 penso)
Poi la mia prima digitale è stata una canon powershot g3. 4MP con una bella lente luminosa...... compatta che costava più di 1000 €.
Le macchine fotografiche buone sono sempre costate.
Ed anche ora con 1000 € si rimane sempre nella fascia medio altra del mercato amatoriale..... per il pro ci vogliono cifre molto maggiori.... come un tempo

Poi sono uscite quelle di basso livello...... ora inutili in quanto sostituibili (anche se con qualità/versatilità minore) dai cellulari.

Con il tempo secondo me rimarranno le macchina fotografiche reflex e mirrorless e le compatte evolute. la macchinetta da 200 € non ha più molto senso di esistere ora...
Commento # 19 di: 386DX40 pubblicato il 08 Marzo 2021, 11:36
Comunque anche il mercato delle compatte imho lo preferirei sempre a quello dei moduli fotocamera degli smartphone. Pur non avendo seguito le ultime evoluzione ci sono ottime soluzione per dimensioni contenute delle stesse con tutto sommato "grandi" sensori con software e processori dedicati che imho renderanno "sempre" meglio del 90% (se non piu') degli smartphone. E mi stupirebbe il contrario quando magari uno spende che so' 300-400 euro per una compatta, "pretenderei" di avere qualcosa di valido per il 99% dei casi (che imho andrebbe bene anche per alcuni "professionisti" che magari non abbiano la fotografia come perno fondamentale del proprio lavoro ma comunque necessitano uno strumento di qualità migliore di un telefono.
Commento # 20 di: demon77 pubblicato il 08 Marzo 2021, 12:12
Originariamente inviato da: Stefano Landau
Le macchine fotografiche buone sono sempre costate.
Ed anche ora con 1000 si rimane sempre nella fascia medio altra del mercato amatoriale..... per il pro ci vogliono cifre molto maggiori.... come un tempo

Poi sono uscite quelle di basso livello...... ora inutili in quanto sostituibili (anche se con qualità/versatilità minore) dai cellulari.

Con il tempo secondo me rimarranno le macchina fotografiche reflex e mirrorless e le compatte evolute. la macchinetta da 200 non ha più molto senso di esistere ora...


Molto d'accordo.
« Pagina Precedente     Pagina Successiva »